Dopo il terremoto di Amatrice era diventata muta. Ora Serena torna a parlare

La tragedia di Amatrice l'aveva segnata. Serena aveva visto morire sua nonna sotto le macerie. Ma ora un tema di scuola le ha cambiato la vita

Dopo il terremoto di Amatrice era diventata muta. Ora Serena torna a parlare

Si è salvata dal terremoto di Amatrice, ma quelle scosse hanno portato a Serena D'Amico un brutto trauma.

Dopo il terremoto del 24 agosto del 2016, Serena, una ragazza di 15 anni, è rimasta in silenzio. Non riusciva più a parlare. Ha visto sua nonna morire sotto le macerie, si è vista la morte in faccia. Il suo corpo e la sua psiche hanno reagito così, fino al 6 dicembre 2017 quando la sua insegnante di italiano, storia e geografia al liceo Classico "Varrone" di Rieti ha assegnato alla classe un tema dal titolo "Inventa un racconto a piacere".

Davanti a quel foglio bianco, riporta Il Messaggero, Serena si è sbloccata dopo un anno e tre mesi. Serena è tornata alla sua vita, anzi: ha ripreso in mano la sua vita. "Succedeva sempre nell'ora di geografia. Tra gli argomenti c'era anche il tema del terremoto: quando intuiva che potessi parlare dell'argomento, Serena si alzava e senza dire nulla usciva dalla classe. Non ho mai provato a fermarla", dice l'insegnante al quotidiano.

Il silenzio di Serena, però, è cambiato grazie a quel tema, quando Serena D'Amico ha ripercorso la notte del terremoto. "Il 24 agosto è un giorno che ricorderò per il resto della mia vita - si legge nel tema - a volte un oggetto che ho davanti, o magari una persona, mi riportano a quel giorno". E dopo aver raccontato dettagli drammatici di quella notte, conclude riferendosi alla nonna: "È una persona forte che si è sempre sacrificata per il bene della famiglia: per me è una seconda mamma. Utilizzo i tempi al presente perché lei non merita di essere ricordata al passato".

Dopo quel tema, Serena si è sbloccata.

"Prendendo parte alle lezioni - dice la professoressa -. Ha iniziato a raccontare della sua vita ad Amatrice, di com'era prima del terremoto e così via. Il tema ha segnato una sorta di rinascita alla vita per la ragazza".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica