Terremoto in Calabria: paura anche in Campania

Trenitalia ha comunicato che è stata sospesa la circolazione ferroviaria sulla linea Sapri-Lamezia Terme per verifiche all'infrastruttura

L’epicentro è stato localizzato nel mar Tirreno, all’altezza della costa calabrese di Diamante e a poco più di venti chilometri dal litorale. La scossa di terremoto è stata avvertita questa mattina alle ore 6,30 non solo in Calabria, ma anche in gran parte della Campania. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha segnalato che il sisma si è verificato a 11 chilometri di profondità e con magnitudo 4.4.

A Cosenza molti cittadini sono scesi in strada per paura di crolli, numerose segnalazioni sono giunte anche da Vibo Valentia, Crotone, Catanzaro e Reggio Calabria. In Campania, nel Cilento, in provincia di Salerno, tante le telefonate ai vigili del fuoco. Dalle prime notizie non ci sarebbero danni a cose e persone, solo spavento e preoccupazione.

Dopo la prima scossa, altre tre, di assestamento, sono state avvertite qualche minuto più tardi. La prima con magnitudo 2.5, le successive di magnitudo 1.5 e 1.7. Trenitalia ha comunicato che dalle 6.30, l'orario della prima scossa, quella più forte, è stata sospesa la circolazione ferroviaria sulla linea Sapri-Lamezia Terme per verifiche all'infrastruttura; i tecnici sono all'opera per controllare che la scossa tellurica che ha interessato la zona non abbia creato danni.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.