Tutti i calcoli erano sbagliati: ecco quando sarà il vero picco

Numerosi esperti hanno provato a fare previsioni. Ora Borrelli rivela: "Probabile picco dei contagi tra due settimane"

Metà marzo, fine mese, inizi di aprile. Sono diverse le ipotesi fatte dagli esperti sul momento in cui si toccherà il picco dell'epidemia in Italia. È infatti molto difficile fare previsioni e stabilire una data con esattezza: la situazione si evolve velocemente e le persone che non seguono le indicazioni delle autorità mandano in tilt i modelli matematici. Ma ora sembra esserci una svolta.

Le previsioni sul picco del coronavirus "le fanno gli esperti: sicuramente è giusto farle ma poi bisogna vedere se vengono confermate dai fatti. Forse il picco non arriverà la prossima settimana, ma quella dopo". Lo ha spiegato il capo della protezione civile Angelo Borrelli nel corso della trasmissione I Lunatici di Rai Radio2. "Tutti dicono che stiamo andando verso il picco e ci auguriamo che sia quanto prima. L'ottimismo e la speranza non li metto mai via", ha aggiunto il commissario per l'emergenza coronavirus.

Borrelli ha invitato gli italiani a seguire le indicazioni delle autorità e non uscire di casa. "Serve assoluta prudenza, bisogna uscire il meno possibile - ha ricordato -. È fondamentale per contenere i contagi. Bisogna evitare i contatti umani e muoversi il meno possibile. Evitare di uscire di casa se non strettamente necessario. Gli epidemiologi ci dicono che se noi conduciamo una vita assolutamente normale la percentuale di persone che viene colpita dal coronavirus è molto più alta. Per questo si adottano misure come quelle adottate in Cina". Il capo della Protezione civile ha poi affermato che "la mascherina, se si mantengono le distanze di sicurezza, non serve a nulla" e che "sarebbe giusto proibire l'attività sportiva all'aperto. Se dobbiamo fare dei sacrifici, dobbiamo farli per tutte le ragioni. Bisogna evitare anche la corsa all'aperto. La faremo tra una decina di giorni, o quando sarà".

Secondo quanto dichiarato da Borrelli quindi il probabile picco dei contagi sarà tra due settimane. "Tutti dicono che stiamo andando verso il picco e ci auguriamo che sia quanto prima", ha aggiunto il capo della Protezione civile. Ma dopo il picco, cosa accadrà? "Anche quando ci sarà questo primo punto di svolta, la situazione critica non sarà terminata", hanno spiegato in una nota gli specialisti della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit). "La nostra speranza - hanno continuato - è che di questo virus ci si possa liberare in non più di 3 mesi dal momento dell'applicazione di determinate regole. Non sarà una cosa breve, ma crediamo sia giusto dire agli italiani che ne verremo fuori, allo stesso tempo non illudiamoci, perché non sappiamo dare ora una data".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di ...coviDEL.pd

...coviDEL.pd

Ven, 20/03/2020 - 14:41

via borrello, al suo posto il mago otelma

mariobaffo

Ven, 20/03/2020 - 14:42

Tutto questo bla bla di esperti mi ha rotto ,qui a Bergamo gli anziani ammalati cerano anche prima del virus ma 70 decessi al giorno non si sono mai visti al massimo si arrivava a 20 quindi raccontatela pure come volete , io sono cardiopatico diabetico ecc,ecc eppure senza questo virus campo anche bene .

savonarola.it

Ven, 20/03/2020 - 14:42

Se si rifiutano di fare tamponi di massa il problema si aggraverà sempre più. Ci sono sani chiusi in casa e malati per le strade.

Santorredisantarosa

Ven, 20/03/2020 - 14:42

MATEMATICI COME PIERINO ALVARO VITALI. POVERO ARCHIMEDE

mariobaffo

Ven, 20/03/2020 - 14:46

In realtà nessuno sa niente di preciso si va avanti a vista ,poi come i terremoti dopo che è successo tutti sanno tutto , quindi a Voi esperti un po di umiltà e non create casino in'utile ,tutti esperti ? dove eravate due mesi fa quando in Cina cera il disastro che adesso è giunto da noi ,come mai non avete dato l'allerta?

ilguastafeste

Ven, 20/03/2020 - 14:52

Hanno detto "forse".... La data esatta è impossibile, si spara un po' a caso e magari ci si azzecca, come le scommesse. Io, che non sono un'esperto, con il mio super modello matematico fatto di attenzione, dati di Hubei e foglio elettronico, molti giorni fa dicevo (e dico) metà aprile, tra 15 e 20. E aggiungo, è ovvio che una volta raggiunto il punto di svolta la criticità ci sarà ancora, perchè dovrà esaurirsi la parabola discendente che ancora non sappiamo quanto possa durare e che tipo di curva avrà. A Hubei è cominciata ieri, quindi il dato storico è in via di formazione. Non ci vuole un genio, a meno che io lo sia ma non credo proprio. Se ci avessi azzeccato mi aspetto di essere chiamato per l'assunzione a tempo indeterminato :)

Ritratto di filospinato

filospinato

Ven, 20/03/2020 - 14:53

andiamo a picco e andrà tutto bene... non illudiamoci

Lugar

Ven, 20/03/2020 - 14:53

Gli avvisi sono stati fatti a tutti i livelli. Nessuno se non ixxxxa può dire di non averli sentiti, quindi da subito chiunque venga sorpreso a violare la legge di 40ena gli va fatto pagare parte del danno che sta arrecando.

Una-mattina-mi-...

Ven, 20/03/2020 - 15:03

MA IL VIRUS è stato avvertito delle previsioni dei nostri "modelli matematici"? Se sono attendibili come i sondaggi siamo a posto...

tonino88

Ven, 20/03/2020 - 15:15

vabbè diamo i numeri ormai, tra poco diranno che il picco sarà a Natale

Gianca59

Ven, 20/03/2020 - 15:18

Oramai del cv è stato detto di tutto e di più. Dei numeri ne sono stati dati a iosa. Ora basta, date dei contenuti diversi alle notizie.

Ilsabbatico

Ven, 20/03/2020 - 15:20

siamo nelle mani di una banda di persone impreparate , senza le capacità le conoscenze le esperienze per poter mandare avanti un paese come l'italia...neanche sono in grado di gestire gli aspetti "comunicativi". Non dimentichiamoci che nel curriculum di chi dovrebbe aiutare Conte a esprimersi , nella voce "esperienze pregresse" c'è scritto : grande fratello. Non vuole essere una critica "cattiva" la mia, vuole solo essere una critica realista, che afferma quanto in certe professioni l'esperienza è importante.

maxmado

Ven, 20/03/2020 - 15:21

Io sono un semplice ingegnere, che da tanti anni, per lavoro, non ho mai più usato gaussiane, e cose simili, ma siccome so fin da quando ero bambino che la matematica non è un'opinione, è da tempo che quanto meno sorridevo quando leggevo dell'imminente picco del contagio del coronavirus in Italia. Addirittura non più tardi di qualche giorno fa qualcuno si diceva sicuro che il picco ci sarebbe stato questa domenica o al massimo la prossima settimana … Ma chi è l'allocco che poteva credere ciò: mettete i dati in fila in un file Excel guardate il grafico che ne viene fuori, era da pazzi pensare che fossimo così vicini al picco. Anche nelle migliori delle ipotesi non arriverà prima della metà di Aprile. Ma difficilmente ci troveremo nella migliore delle ipotesi: vedremo la sovrapposizione di più picchi, che guardati complessivamente daranno un picco con un numero mostruoso di contagiati (e di conseguenza di morti!) e molto in là nel tempo, Maggio-Giugno, se va bene.

morello

Ven, 20/03/2020 - 15:23

Non sarò un matematico ma dall'andamento delle varie curve è evidente che l'arrivo dei picchi non puo' essere contemporaneo .Per chiarire : è evidente che il picco in Veneto che sembra riuscire a contenere e diluire il contagio avverrà in tempi diversi da quello della Lombardia e di altre regioni

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Ven, 20/03/2020 - 15:26

Nel grafico dei contagi in Italia, la curva e` ancora sparata verso le stelle. Matematicamente parlando, per una curva del genere il picco e` ancora molto, ma molto lontano. Fossi tra gli "esperti", eviterei persino di rispondere alla domanda.

lavitaebreve

Ven, 20/03/2020 - 15:29

1.SALVINI E MELONI AVEVANO DETTO DI METTERE IN QUARANTENA CHIUNQUE ARRIVAVA DALLA CINA. 2.IL PAZIENTE ZERO È STATO CONTAGIATO DURANTE UNA CENA AL RISTORANTE CON AMICI PROVENIENTI DALLA CINA. SE INVECE DI GRIDARE SUBITO AL RAZZISMO FOSSERO STATI ASCOLTATI NON SAREMMO IN QUESTA DRAMMATICA SITUAZIONE.

titina

Ven, 20/03/2020 - 15:38

E' un virus sconosciuto, è ovvio che nessuno può dire come e quando ( e se) finirà questa guerra. E chi sarà il vincitore: l'uomo o il virus.

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Ven, 20/03/2020 - 15:40

Beh ma non credo che occorra spaccare il capello in 4: si guarda quello che è accaduto in cina e da noi sarà qualcosa di simile, magari con un fattore correttivo di 2 tenendo conto del nostro "handicap " rispetto alla Cina di essere in una democrazia.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Ven, 20/03/2020 - 15:40

Dovrebbero smetterla con le previsioni e i giornali dovrebbero smetterla di pubblicarle.

Lugar

Ven, 20/03/2020 - 15:49

Mi sembra improbabile che si riesca a eliminare la pandemia con la quarantena, il perchè è dovuto al fatto che siamo una società globalizzata. Possiamo però conviverci confinandola a casi sporadici, questo dipende solo da noi e dalla nostra serietà nell'affrontare questo problema. La soluzione definitiva sarà il vaccino che è in fase di sperimentazione, nel frattempo dobbiamo riterci tutti ai domiciliari volontari.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Ven, 20/03/2020 - 15:54

mi ricordo quando a inizio anni due mila, saltava sempre fuori l'economista di turno che diceva che ormai eravamo fuori dalla crisi, e l'anno dopo eravamo ancora messi peggio, non vorrei che questi esperti di previsioni li avessero presi fra gli economisti

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 20/03/2020 - 16:00

Dio ci salvi dagli esperti! All'inizio doveva essere poco più di un'influenza ed infatti tutti girellavano dappertutto favorendo la diffusione indiscriminata del virus. Ora che si è visto che è una iattura per l'intera umanità preconizzano, valutano, prevedono, manca solo la sfera di cristallo e la scenografia è pronta: fra due settimane, dice lo stregone, continuando a non avere neanche l'idea di ciò che sta dicendo...

IronHandIronHead

Ven, 20/03/2020 - 16:01

Perché? Questa è la domanda a cui rispondere e sulla base di questa risposta (spero scientifica) si devono prendere le misure appropriate: tutti a casa non serve, uccide l’economia e non riduce i contagi. L’evolversi in due settimane mostra come il Lock down non serva a nulla, la provincia di Lodi (Codogno/Casalpusterlengo) e le provincie sottoposte a chiusura totale il 22/2 sono ancora le prime per numero di contagiato per 1000 abitanti: Lodi è con i dati di ieri a 6,7 abitanti contagiati su mille seguita da Cremona e Piacenza, purtroppo seconde e terze da settimane.

IronHandIronHead

Ven, 20/03/2020 - 16:02

Milano è tredicesima, ovvero un contagiato ogni mille abitanti, le province Lombarde ad ovest di Milano sono sotto la soglia dell’uno ogni mille ovvero Como a 0,6 e Varese a 0,3. Torino, per altro, è all’ 0,5 abitanti ogni mille, molto meno di provincie come Alessandria (0,9), Vercelli (0,8), Biella (0,6). Probabilmente un motivo epidemiologico per cui le Province ad est di Milano siano peggio di quelle ad Ovest ci sarà, ma va indagato quanto prima. Siamo sicuri che, vista la natura agricola di queste provincie (al pari di quanto avviene in Piemonte) non vi sia qualche aggravante del virus: concimi di natura organica prodotti da guano cinese? Interazione uomo-animali?

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 20/03/2020 - 16:11

lavitaebreve - Sono totalmente d'accordo. L'ho detto e ridetto fin dall'inizio che andava bloccato tutto. Ma tanto in Italia siamo abituati a curare invece di prevenire. Quando lo dissi erano gli ultimi giorni di gennaio e il 6 febbraio il pdr andava a fare visita a quella scuola con i bambini cinesi. Che bell'esempio!

frabelli1

Ven, 20/03/2020 - 16:12

Vedere Borrelli in televisione durante la conferenza stampa è deprimente. Sembra un uomo spaesato che non sa cosa fare; annaspa, parla a rate ed è sempre impacciato. Noi saremmo nelle sue mani?????

trasparente

Ven, 20/03/2020 - 16:21

Ma quando mai finirà il virus? italiani tutti a casa e gli immigrati tranquilli fuori...

Pigi

Ven, 20/03/2020 - 16:24

Le misure per impedire di camminare in strada e simili amenità sono solo fumo negli occhi, dal momento che i contagi stanno esplodendo nelle strutture dove la gente vive a stretto contatto: ospedali, conventi, ospizi... Ognuno degli ospiti, avendo parenti e conoscenti, diffonde il contagio a sua volta. Ripeto fino alla nausea: test e tamponi a tappeto. Se esistono centomila positivi, non si possono bloccare sessanta milioni di persone: si devono individuare e mettere in quarantena i centomila.

IronHandIronHead

Ven, 20/03/2020 - 16:27

Una banale considerazione: finito tutto questo, le relazioni con la Cina andranno rarefatte. I loro numeri sono farlocchi e lo saranno sempre. La Cina è un paese comunista, nulla dobbiamo copiare da loro e nulla ci serve. Riportiamo a casa le produzioni e mettiamo i dazi, così finalmente da poter competere ad armi quasi pari. Ma i 5 Stelle sono filo Cinesi e cripto Comunisti...

Covid19

Ven, 20/03/2020 - 16:44

Tra due settimane i soldi delle famiglie meno abbienti saranno finiti da un pezzo vedremo come faranno la spesa per mangiare e sfamare i loro figli.....

Beraldo

Ven, 20/03/2020 - 16:50

Le misure anti-epidemia produrranno probabilmente più danni dell'epidemia stessa. Intendo anche più morti. Il paese se rimaniamo così per più di un mese è finito.

Darth

Ven, 20/03/2020 - 16:53

dlux 16:11 "L'ho detto che andava bloccato tutto". Perfetto: ma "bloccare tutto" significa, come a Wuhan, che 60 milioni di italiani, da domani, stanno serrati in casa, e ne esce uno solo per famiglia, una volta alla settimana, per andare a ritirare gli scatoloni portati da fuori dall'esercito, che si occupa anche della gestione di tutte le cose che non si possono fermare (elettricità, gas, acqua, eventualmente riparazione guasti ecc.). Ottimo: a Wuhan e provincia, hanno potuto farlo perché dietro i 60 milioni in quarantena c'erano un altro miliardo e 200 milioni di cinesi che se ne occupavano. Mi spiegherebbe dove sono il miliardo e 200 milioni di altri italiani che dovrebbero occuparsi di noi, se tutta l'Italia chiudesse? Grazie!

jaguar

Ven, 20/03/2020 - 16:59

Dobbiamo ancora fidarci delle previsioni dei cosiddetti "esperti"?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 20/03/2020 - 17:04

Quando avvero il picco? Speriamo quanto prima ... ormai siamo stati picchiati abbastanza.

Papilla47

Ven, 20/03/2020 - 17:14

Tra non molto inventeranno la cauzione per uscire dai domiciliari calcolata in base all'ISEE.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 20/03/2020 - 17:30

@ilsabbatico 15.20: Lei conclude con "in certe professioni l'esperienza è importante" ... come no ... altrimenti a cosa serve sciropparsi vent'anni di studi, esperire prove sul campo e aggiornare il tutto per, come afferma Lei, professare. Purtroppo a molti la scienza e conoscenza si ferma solo sulla punta della lingua finché non scivola l'inchiostro della pagina a cui hanno attinto tutto il loro sapere perlomeno una volta visto che oggi sanno tutto se sapessero accendere lo smartphone e leggere Wikipedia. Ossequi.

detto-fra-noi

Ven, 20/03/2020 - 17:37

un altro cambiamento ad uso e consumo degli speculatori.

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Ven, 20/03/2020 - 17:44

Fossero stati valenti esperti, il tempo, quantomeno per contenere o prendere contromisure valide, dopo le notizie che arrivavano dalla Cina, ci sarebbe stato. Nessun dato confortante dai loro onorevoli interventi se non una sequela di "tristi" numeri che, in coloro leggono, danno senso di smarrimento o scoramento. In Italia adesso si muore solo di cvirus, tutte le altre cause, più o meno naturali, sono del tutto sparite, che dire, mah!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 20/03/2020 - 17:46

@ironhandironhead 16.27: Lei mi ravviva il clamore mediatico quando i nostri possidenti dell'economia sono andati in pompa magna ospiti in Cina, a memoria presumo quasi dieci anni fa, ... perlomeno Marco Polo ebbe l'onore dell'incarico di riferire ai regnanti del continente europeo illo tempore ovvero di essere stato nominato ambasciatore dallo stesso Imperatore del Celeste Impero ... tutto un altro stile che al confronto quello dei nostri giorni è meno consistente dell'ombra. Ossequi.

Gianni11

Ven, 20/03/2020 - 18:02

Frontiere aperte, cinesi da Wuhan nelle pelletterie italiane e da tutte le parti....ecco i risultati. Continuiamo cosi'....che bravi!

Sempreverde

Ven, 20/03/2020 - 18:26

Stiamo applicando la strategia inglese.

paperino66

Ven, 20/03/2020 - 19:11

Vedrete se continueranno a chiudere i cittadini in casa quanti nuovi malati ci saranno tra giovani e bambini perché si abbasseranno le difese immunitarie, oltre alla disperazione di chi ben presto Non avrà più soldi per fare la spesa...... La maggior parte della popolazione italiana é in grande difficoltà economica e non ambiente..... Ci sarà poco da ridere e cantare dai balconi quando finiranno quei pochi soldi che anno!!!!

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 20/03/2020 - 19:16

Gli anziani c'erano anche prima solo che ora muoiono come le mosche.

fisis

Ven, 20/03/2020 - 20:04

Ormai sembra probabile - anche se spero di no - che questo virus sarà battuto solo con il vaccino, se e quando sarà pronto. Nel frattempo possiamo solo conviverci. Ma fino a quando potremo restare segregati in casa? Immagino già purtroppo quanti suicidi provocherà il panico, l'ansia e la solitudine.