Uccide i genitori con l'ascia: in fuga il figlio 27enne

Un giovane con problemi psichici e di droga ha aggredito e ucciso i genitori con un'ascia. Prima l'aggressione in casa, poi i colpi mortali all'esterno

Uccide i genitori con l'ascia: in fuga il figlio 27enne

Fece irruzione nella chiesa madre e si scagliò, decapitandola, contro la statua di San Michele Arcangelo, il Santo patrono della città. È la storia di un ragazzo di Sturzo, in provincia di Avellino. Il giovane 27enne con problemi di tossicodipendenza e problemi psichici a pochi mesi di distanza da quel fatto si è scagliato stavolta contro i genitori.

Secondo le prime indiscrezioni dei Carabinieri, l'uomo avrebbe prima sedato i parenti e poi, armato di ascia, uccisi. Entrambi non sono sopravvissuti all'ira del figlio. L'omicida, Ivan Famiglietti, dopo aver ucciso entrambi i genitori in una abitazione di Contrada Bosco, tra i comuni irpini di Sturzo e Frigento è poi fuggito nelle campagne. Dalle ricostruzione delle forze dell'ordine, che al momento gli danno la caccia, il 27 enne avrebbe cercato di uccidere il padre e la madre all'interno dell'abitazione, questi sarebbero riusciti a scappare all'esterno della casa dove però sono stati raggiunti dai colpi mortali del figlio. Il padre, Michele, 55 anni sarebbe molto sul campo, la madre, Maria Covino di 54 anni, sarebbe morta in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.

Commenti