Uccisa a 21 anni sul suo letto: la scoperta choc del marito

La giovane vittima, madre di una bimba di due anni, è stata assalita in casa. Il killer è in fuga. Negli ultimi dieci giorni sette donne uccise in Italia

Uccisa a 21 anni sul suo letto: la scoperta choc del marito

Uccisa in casa a 21 anni, freddata con un colpo di pistola mentre era nel suo letto. È accaduto attorno a mezzogiorno a Montecchio Maggiore (Vicenza). Ad aggredirla sarebbe stato un 40enne, forse un amico, che dopo aver commesso il delitto si è dato alla fuga e poi in serata si è ucciso.

Il corpo esanime di Alessandra Zorzin, parrucchiera, è stato trovato dal marito nel primo pomeriggio: allertato dai vicini di casa, che hanno sentito uno sparo, ha chiamato i carabinieri e poi si è precipitato all'abitazione della moglie. La donna era madre di una bambina di due anni, che al momento dell'omicidio si trovava all'asilo. Secondo le prime testimonianze raccolte, poco dopo lo sparo i vicini avrebbero visto un uomo, di fisionomia molto diversa rispetto al marito, scappare a bordo di una Lancia Ipsilon nera. Il presunto omicida, stando ai primi rilievi dei militari, avrebbe avuto un porto d'armi per motivi di lavoro.

Alessandra Moretti, europarlamentare democratica di origini vicentine, ha commentato quanto accaduto: "Vanno aumentati i fondi per i centri antiviolenza e promossi percorsi educativi a partire dalle scuole elementari. Credo sia davvero arrivato il momento per assumere decisioni coraggiose. Le donne minacciate devono avere un posto sicuro dove rifugiarsi e ricostruirsi una vita".

Si tratta dell'ennesimo caso di femminicidio. Quello di oggi è il settimo in dieci giorni. Una vera e propria "mattanza", come l'ha definita Moretti. Lunedì due donne sono state uccise dai mariti: Giuseppina di Luca, 46 anni, di Agnosine (Brescia), uccisa a pugnalate dall'uomo con cui si stava separando; poche ore dopo, a Fagnano Castello (Cosenza), Sonia Lattari, 43 anni, è stata massacrata dal marito con un coltello da cucina. Solo cinque giorni fa, a Noventa Vicentina - 30 chilometri da Montecchio - la 31enne Rita Amenza è stata ammazzata a colpi di pistola dal marito, un 61enne pregiudicato per violenze. Anche Rita voleva divorziare, ed è stata uccisa da chi non riusciva ad accettare la separazione. Da inizio anno in Italia sono state uccise 48 donne.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti