Un uomo su tre violenterebbe una donna: i risultati choc di una ricerca

Dallo studio emerge che l'alcol, nelle aggressioni sessuali, è pressoché irrilevante. Ha effetto violento solo su chi è già un predatore

Un uomo su tre violenterebbe una donna: i risultati choc di una ricerca

Un recente studio rivela che un terzo degli uomini violenterebbe una donna, se fossero sicuri di non essere denunciati.

Come scrive Les InRocks, lo studio è stato condotto dal criminologo Massil Benbouriche, tramite l’Università di Montréal e di Rennes, su uomini senza problemi mentali né colpevoli di molestie sessuali. Alcuni studenti, altri lavoratori, altri ancora disoccupati ma tutti fra i 21 e i 35 anni.

I ricercatori hanno valutato i loro profili psicologici e tentato di capire come percepiscono le donne e lo stupro. Inizialmente sono stati divisi in due gruppi: uno sobrio, uno che consuma alcol.

A tutti è stato fatto ascoltare via audio una situazione in cui un uomo e una donna stanno sul divano, si baciano, lei è reticente, rende sempre più chiaro che non vuole avere un rapporto sessuale. A questo punto l’audio si ferma e seguono domande agli intervistati: "Lei ti sembra consenziente? In che momento esprime il suo rifiuto? Come la convinceresti a fare sesso? Le mentiresti? Le verseresti un altro bicchiere di alcol per arrivare al contatto fisico?". Il 50% degli intervistati ha ammesso che userebbe un simile stratagemma.

E poi la domanda finale: "Se fossi assolutamente sicuro che lei non sporge denuncia e tu non ne paghi le conseguenze, faresti sesso anche se non è d’accordo?". Il risultato è sconvolgente. Il 30% dei partecipanti ha risposto di sì, sale a 60% nel gruppo di quelli che hanno assunto alcol.

La stessa domanda, in uno studio simile, fu posta negli anni '80 e a 40 anni di distanza nulla è cambiato: all’epoca risposero sì il 29-33% degli intervistati. Questo studio dimostra anche che il ruolo dell’alcol, nelle aggressioni sessuali, è pressoché irrilevante.

Spiega Massil Benbouriche: "A differenza di quanto si crede comunemente, l’alcol non ha effetto diretto sulla percezione del consenso e sulla violenza. Ha effetto solo su chi condivide la cultura dello stupro, non sugli altri. Per loro la donna ha parte della responsabilità. Le strategie coercitive sono il modo attraverso cui la gente ottiene rapporti senza consenso esplicito: fanno promesse, manipolano, ubriacano, intossicano. Se hanno bevuto alcol, saranno più inclini a esercitare violenza fisica per ottenere lo scopo".

Commenti