Vaccino, la classifica delle dosi Sorpresa in Europa. E l'Italia...

Gli Usa guidano la classifica in termini assoluti. Nella Ue i dati risentono anche della diversa distribuzione del vaccino tra i vari Paesi

Il tramonto di questo disgraziato anno contrassegnato dall’emergenza sanitaria coincide anche con l’inizio della fine dell’incubo coronavirus tramite l’utilizzo del vaccino. Già da qualche giorno, infatti, nel mondo è partita la campagna di somministrazione del farmaco, strumento necessario per sradicare il nemico invisibile che ha provocato morte, dolore e, non meno importante, problemi economici e disagi.

In base a statistiche elaborate dal sito "Ourworldindata", che a sua volta le ha ricavate dai dati forniti dai singoli governi, e riprese dal Corriere della Sera emerge che ad oggi sono 4,87 milioni le persone a cui sono già state somministrate dosi di vaccino di tutte le case farmaceutiche che l’hanno messo a punto. La statistica è stata aggiornata al 29 dicembre sulla base di cifre comunicate nelle 24-48 ore precedenti e comprende le persone che hanno ricevuto una dose del farmaco. Come si vede dai primi dati la strada da compiere per uscire dal tunnel è ancora lunga.

In rapporto alla popolazione, Israele è la nazione più virtuosa del pianeta. Gran Bretagna e Stati Uniti, che hanno dato il via libera ai farmaci ben prima di Natale, sono già un passo avanti rispetto alla Ue. In Europa non va dimenticato che lo scorso 27 dicembre c’è stato il Vaccine Day, giorno simbolico dell’inizio della vaccinazione di massa. Il numero di dosi distribuite ai vari Paesi membri non è stato uguale. Basti pensare che la Germania ne ha ricevute circa 150mila e l’Italia 9750.

Gli Stati Uniti, con 2,13 milioni di persone sottoposte alla vaccinazione guidano la classifica in termini assoluti davanti alla Cina (1 milione), Regno Unito (800.000) e Israele (643.000). La Russia fino ad ora ha dichiarato appena 52.000 vaccinati. In Europa in testa vi è la Germania (41.900) davanti al Portogallo (16.700). L’Italia, stando alla statistica ufficiale, è ferma a 8.300 vaccinati.

Se si fa riferimento al numero di vaccinati ogni 100 abitanti, allora si vedrà un rimescolamento della classifica. In questo caso Israele è in testa con un indice di 7,44. A seguire c’è il piccolo Stato arabo del Bahrein (3,29) e poi la Gran Bretagna (1,18), prima nazione con una popolazione decisamente popolosa. In quarta posizione si piazzano gli Stati Uniti (0,64) e il Canada (0,19). In Europa il Portogallo vanta 0,16 vaccinati ogni 100 abitanti davanti alla Danimarca.

Staccatissimi i Paesi più grandi: la Germania ad esempio è allo 0,05 mentre l’Italia allo 0,01. Negli Stati della Ue la campagna vaccinale è cominciata dopo quella di altri Paesi. Si confida che con le dosi garantite dalle varie case farmaceutiche e che sono già in fase di distribuzione i numeri possano lievitare in poco tempo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Gio, 31/12/2020 - 10:43

nulla di cui stupirsi se saremo ultimi. oltretutto andremo sotto zero perchè daranno la priorità ai finti profughi