È poco tecnologico e ama i gialli: identikit del lettore vacanziero

Un sondaggio di Opodo svela le abitudini degli italiani e degli europei che si portano i libri sotto l'ombrellone

È poco tecnologico e ama i gialli: identikit del lettore vacanziero

Legge su carta, preferibilmente in spiaggia, spende tra i 10 e i 30 euro e adora Camilleri. Come ogni estate arriva l'identikit del lettore vacanziero tipo. Questa volta è Opodo, agenzia di viaggi on line, a svelare grazie a 3mila interviste le abitudini di lettura sotto l'ombrellone dei viaggiatori europei: oltre che italiani, francesi, tedeschi e inglesi.

Sono tanti gli italiani che mettono in valigia uno o più libri. Secondo il sondaggio, l'87 per cento di loro in ferie impiega il proprio tempo leggendo. Sono per lo più donne (67%), di età media oltre i 46 anni. In vacanza leggono uno o due libri (66%) e preferiscono farlo su carta (82%), mentre i supporti tecnologici si scelgono soprattutto per informarsi, sfogliando quotidiani (25%) e blog (15%). Il budget per i volumi da gustarsi in estate è tra i 10 e i 30 euro per la maggioranza degli italiani (51%), ma il 25 per cento è disposto a spendere un po' di più, tra i 30 e i 50 euro.

Per la scelta del titolo, il 50 per cento degli italiani si affida a internet, mentre il 24 per cento si fa consigliare da amici e parenti. Sotto l'ombrellone vince La giostra degli scambi di Andrea Camilleri, top book Italia 2015 con il 28 per cento delle preferenze. In seconda posizione La piuma di Giorgio Faletti (17%), seguono Dov'è finita Audrey? Di Sophie Kinsella (10%), Dimmi che credi nel destino di Luca Bianchini (6%) e Il segreto degli angeli di Camilla Läckberg (1%).

Per quanto riguarda i gusti letterari degli e-traveller europei, la maggior parte preferisce leggere in spiaggia (46%) o in hotel (30%), mentre il 16 per cento occupa il tempo con un libro in treno o in aereo. Tedeschi e inglesi sono gli europei che leggono di più in vacanza (96%), gli italiani quelli che leggono di meno (87%). La media europea è comunque di uno o due libri letti al mare o in montagna. Al contrario degli italiani, gli europei preferiscono comprare i volumi on line (28%), ma ben il 75 per cento continua a scegliere il libro cartaceo.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti