Cuneo, accoltella l'ex fidanzata e il compagno, poi si taglia la gola

E' morto nella notte Zoran Yoksimovic, 28 anni, il croato che ieri sera aveva colpito a morte a coltellate l'ex fidanzata e il fidanzato di lei

Cuneo, accoltella l'ex fidanzata 
e il compagno, poi si taglia la gola

Ceva (Cuneo) - È morto nella notte Zoran Yoksimovic, il 28enne che ieri sera ha ucciso a coltellate, a Ceva, Katerina Marcovic, 24 anni, e Salvatore Ciantia, 28, e poi si è tagliato la gola. I medici hanno tentato di salvarlo, ma inutilmente. "Ha colpito e si è colpito da professionista, sapeva maneggiare bene il coltello" ha detto Pietro Revetria, primario dell’ospedale di Ceva che ha cercato di tenere in vita Yoksimovic e che aveva anche tentato di soccorrere Ciantia, giunto in ospedale in gravissime condizioni dopo l’aggressione. Non è certo che il coltello usato per il duplice omicidio sia lo stesso, come ricostruito in un primo momento, che Yoksimovic ha rivolto contro di sé per suicidarsi.

La vicenda Yoksimovic, di origine croata, era arrivato a Ceva da pochi giorni. Conosceva Katerina Marcovic, sua ex fidanzata, che lo avrebbe aiutato a trovare la casa nella quale è stato poi rinvenuto ieri sera agonizzante dai carabinieri. Poche ore prima aveva suonato il campanello dell’abitazione di Ciantia che con la ragazza era sceso in strada, dove Yoksimovic li ha affrontati e uccisi per poi fuggire. Secondo gli investigatori il movente del duplice omicidio e del suicidio sarebbe la gelosia.

Commenti