David, L'uomo che verrà è il miglior film italiano A Bellocchio 8 statuette

Ai David di Donatello premiazione a sorpresa. Miglior pellicola di Giorgio Diritto, Vincere (foto) conquista otto riconoscimenti, anche la miglior regia. Premiati Mastrandrea e la Ramazzotti come attori

David, L'uomo che verrà 
è il miglior film italiano 
A Bellocchio 8 statuette

Roma - Notte di sorprese al David di Donatello: vincono le pellicole e i candidati meno favoriti. Miglior film della stagione è L’uomo che verrà di Giorgio Diritti; miglior regista è Marco Bellocchio per Vincere. In totale il film del regista emiliano ha portato a casa 8 statuette, anche se tecniche. Migliori attori protagonisti sono Valerio Mastandrea e Micaela Ramazzotti per La prima cosa bella, i non protagonisti sono Ilaria Occhini ed Ennio Fantastichini per Mine vaganti.

Deluso Virzì Sono soltanto tre i David di Donatello, a fronte di 18 candidature, attribuiti al film di Paolo Virzì La prima cosa bella. I premi vanno a Micaela Ramazzotti come miglior attrice protagonista, a Valerio Mastandrea come miglior attore protagonista e alla sceneggiatura firmata dallo stesso Virzì con Francesco Bruni, Francesco Piccolo, Giorgio Diritti e Giovanni Galavotti.

L'assenza di Bondi Notata dai tanti candidati dei premi dei David di Donatello, l’assenza del ministro Sandro Bondi alla cerimonia della presentazione, al Quirinale. Il presidente Napolitano ha giustificato l’assenza del ministro, ma ciò non è bastato. E così stasera, forse non a caso, nella serata di premiazione all’Auditorium di Via della Conciliazione, ci sarà la protesta dei Centoautori contro la disattenzione del governo nei confronti del cinema, sotto forma di una lettera che sarà letta da Stefania Sandrelli.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti