Da Dylan a Elisa tutti cantano Hallelujah

Impossibile fare un elenco completo di coloro che hanno reinterpretato «Hallelujah», il tormentato inno-preghiera di Cohen. La versione più famosa è quella di Jeff Buckley del 1994 rientrata ora in classifica. Tra l’altro l’hanno incisa o eseguita regolarmente in concerto Bob Dylan, Bono, k.d.Lang, Bon Jovi, Sheryl Crow, il re del country Willie Nelson. In Italia l’hanno incisa Elisa ed Eugenio Finardi. Elio e le Storie Tese il 12 settembre 2001, nel concerto milanese il giorno dopo l’attentato alle Torri Gemelle, l’hanno usata per rendere omaggio all’America e aprire il loro show. Francesco Baccini l’ha tradotta nell’album dal vivo «La notte non dormo mai». «Hallelujah» è stata utilizzata in film come «Shrek», «Basquiat»,e «Watchmen». Riferendosi a «Watchmen» un critico ha proposto scherzosamente una moratoria sull’uso di «Hallelujah» ovunque e Cohen è intervenuto dicendo: «Basta cover del mio pezzo». In tv il brano è apparso in popolari serial come «Dr. House», «Criminal Minds», «Nip & Tuck», «The Shield», «Scrubs».

Commenti