Calcoli, pagamenti, scadenze. La rivoluzione sul bollo auto

A partire dal primo gennaio si può effettuare il versamento del bollo auto solo con PagoPa. Ecco tutte le novità

Con l'arrivo del 2020 sono cambiate le procedure per saldare il bollo auto. A partire dallo scorso primo gennaio, infatti, è possibile effettuare il versamento richiesto solo con PagoPa, il nuovo sistema di pagamento realizzato dall'Agenzia delle Entrate.

Le novità

Come sottolinea Il Corriere della Sera, cessa di esistere il canale conservato dalle agenzie di pratiche auto per quei pagamenti riguardanti i veicoli intestati a residenti in altre regioni. Gli stessi, insomma, che in un primo momento erano esclusi da PagoPa.

Ma che cos'è PagoPa? Come spiega il sito ufficiale si tratta di una “nuova modalità per eseguire tramite i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti, i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata”.

In ogni caso, non ci sono rilevanti novità per gli utenti. Una delle più sostanziali è che, grazie alla modalità telematica, ogni versamento in “banca, posta e altri soggetti purché abilitati mediante l'Identificativo Unico di Versamento” sarà tracciato al fine di ridurre l'evasione fiscale.

Le scadenze

Anche sul fronte delle scadenze non sono da segnalare rilevanti modifiche rispetto alle norme vigenti. Il bollo auto deve essere pagato entro l'ultimo giorno del mese successivo alla scadenza.

Facciamo un esempio pratico per capire meglio di cosa stiamo parlando. Se il bollo è scaduto a dicembre 2019, il versamento dovrà essere effettuato entro il 31 gennaio; nel caso in cui la scadenza è fissata a gennaio 2020, il termine scala alla fine di febbraio, il 28.

Bisogna sottolineare inoltre che anche nel 2020 è necessario pagare la cosiddetta ecotassa sui veicoli di nuova immatricolazione con emissioni di Co2 superiori ai 160 g/Km.

Le agevolazioni

Per quanto riguarda le agevolazioni dobbiamo fare delle distinzioni. È previsto uno sconto pari al 50% per i possessori di auto e moto “di interesse storico e collezionistico” e di età “compresa tra i 20 e i 29 anni” (conta la data della prima immatricolazione degli stessi mezzi).

Scatta invece l'esenzione totale del bollo per 3 o 5 anni – ci sono differenze in base alla regione di residenza - per coloro i quali acquisteranno un'auto ibrida o elettrica. In questo caso lo scopo è incentivare l'acquisto di automobili non inquinanti.

C'è, infine, uno scontro del 15% sul bollo per chi risiede in Lombardia e decide di effettuare il pagamento con domiciliazione bancaria.

Il calcolo del bollo auto

Come si calcola il bollo auto? Bisogna partire dai Kilowatt della vettura in nostro possesso (per saperlo basta leggere la voce indicata sul libretto di circolazione dell'auto alla voce "P.2.") e dalla classe ambientale (che va da Euro 0 a Euro 6).

Per un veicolo Euro 0 si pagano 3 euro a Kilowatt fino a un massimo di 100 Kw; per auto superiori a questa soglia si devono corrispondere 4,50 euro. Per l'Euro 1, 2,90 euro fino a 100 Kw: oltre, 4,35 euro. A seguire troviamo l'Euro 2, da 2,80 euro a 4,20, l'Euro 3, da 2,50 euro a 4,05 euro, e il trittico formato da Euro 4, 5 e 6, i quali vanno da 2,58 euro a 3,87 euro.

Per velocizzare i tempi si può andare sulla pagina dedicata alla causa del sito dell'Agenzia delle Entrate, inserire il numero della targa e il gioco è fatto. È possibile anche fare un procedimento simile dal sito dell'Aci.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

antonmessina

Sab, 04/01/2020 - 16:50

il bello è che le banche poi ti appioppano anche le spese loro

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 04/01/2020 - 17:16

ma scusate,dove sarebbe questa rivoluzione?? sugli aumenti del pagapa obbligatorio??

bernardo47

Sab, 04/01/2020 - 17:21

febbraio termina il 29 questo anno.E' bisestile.

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 04/01/2020 - 17:50

pur di fare cassa per questi ladri di regime comunista ,le inventano tutte....

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 04/01/2020 - 17:52

Quello che è basilare della questione è permettersi di pagare i balzelli ... tutto il resto non conta quando sei morto.

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 04/01/2020 - 17:59

Penso che sia ora di traghettare la religione in Italia dal Cristianesimo all'adorazione del dio ONAN.Abbiamo un onanismo governativo, questo sì "gender neutral" perchè, ognuno, dei cosiddetti parlamentari, da noi non proprio voluti a governarci (leggasi ladri di consenso), propone una visione onanistico parossista delle meraviglie polimorfe della propria fantasia e paranoia(vedansi Bonafede Gualtieri e guitti vari) coi risultati che finiranno presto nel cesso (cfr. Treccani, Devoto Oli ecc.) della storia italica

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 04/01/2020 - 18:02

Quest'anno no ma nel 2021 anche la mia auto usufruirà di quello sconto. Tra l'altro conta molto tenere l'auto in box - la mia è ruggine esente - e seguire le manutenzioni consigliate dalla casa costruttrice (ho tutto conservato). Detto questo non voterò ugualmente per questo governo, sia chiaro..

caren

Sab, 04/01/2020 - 18:04

Non sanno più come renderci la vita sempre più difficile. E per quanto riguarda l'evasione fiscale, è tutto da vedere.

pinco.grifo

Sab, 04/01/2020 - 18:17

Pagare per mantenere una marea di parassiti nelle pubbliche amministrazioni. Per una macchina non utilitaria tipo bmw o mercedes si parte dai 400€ in su. Piu assicurazione, piu il ricarico sulla benzina che senza tasse costerebbe 90 centesimi come nel resto del mondo a parte l' europa. Concluso: in italia meglio essere nullatenenti.

Ritratto di AQUILAVOLSE

AQUILAVOLSE

Sab, 04/01/2020 - 18:33

Comunque Buonanno era un vero fascista perché è morto come un fesso, distratto dal telefonino e senza cintura di sicurezza.

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Sab, 04/01/2020 - 18:52

qualcuno sente la mancanza del bollo sulla patente,per caso? lo hanno tolto e scaricato sui carburanti. perchè non si decidono a fare lo stesso con il bollo auto? così la finiranno una buona volta di romperci i maroni con questa storia... e noi avremo una scadenza in meno anzichè una in più: poi se hai il macchinone e lo usi tanto,paghi tanto... se hai il macchinino e lo usi poco,paghi poco. non hai una lira? tieni la macchina in garage e non ti costa niente. è troppo difficile,per caso?

Mamie

Sab, 04/01/2020 - 19:00

È MAI POSSIBILE CHE CON TUTTI I PROBLEMI CHE CI SONO IN ITALIA CI SONO DEI COGLIO NI CHE PASSANO IL,LOROTEMPO CON STI GIOCHINI DA MINUS QUAM. È ORA DI FINIRLA ,SERVE CON URGENZARE UNA RIVOLUZIONE.CALCI NEL SEDER E

Massimo Bernieri

Sab, 04/01/2020 - 20:36

Non capisco come ci possa essere evasione nel bollo auto dal momento che l'auto con un proprietario certo visto che occorre un documento e cod fiscale per immatricolazione,è nel registro del PRA e ogni anno ci deve risultare esserci stato un pagamento e con l'informatica dovrebbe in automatico uscire il nome di chi non ha pagato.Sarebbe come chi affitta una abitazione o concede un prestito,non si accorgesse che il debitore ha smesso di pagare.Misteri italiani.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 04/01/2020 - 23:08

Qui dove sto vivendo, l'impuesto al ruedo (cosi si chiam il bollo di circolazione) si paga in comune e per una HUMMER come la mia da 300 KW, costa 3 Dollari!!!!E voi state li a farvi PELARE!!!!jajajajajajaja.

Ritratto di P4

P4

Dom, 05/01/2020 - 08:51

Media km/anno in Italia: 9000. Quindi niente bollo su benzina.

COSIMODEBARI

Dom, 05/01/2020 - 11:33

Circolano un sacco di auto a doppia alimentazione benzina/GPL, perchè trasformate, spendendo soldoni, oppure messe sul mercato già con la doppia alimentazione. Oltretutto, quando nuove, riportata nativamente sul libretto di circolazione pure con tutte le specifiche del caso separate sia se marciante a benzina sia se a gpl (per esempio consumi per km, emissioni di co2) . Tutte queste auto, a quanto si legge nell'articolo, sono state dimenticate ed escluse da qualsiasi beneficio. Una vergogna totale!