Coronavirus, l'Ue sospende il patto di Stabilità

I governi potranno così pompare nell'econonomia tutta la liquidità di cui hanno bisogno per fronteggiare la crisi legata al coronavirus

Via libera dell'Unione europea per la sospensione del patto di Stabilità al fine di consentire ai vari governi di affrontare le conseguenze economiche provocate dall'epidemia di nuovo coronavirus.

Il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato che l'attivazione della cosiddetta clausola di fuga. "Abbiamo promesso che faremo di tutto per sostenere gli europei e le imprese europee" per fronteggiare la crisi – ha spiegato von der Leyen - "ieri abbiamo messo in atto le regole sugli aiuti di Stato più flessibili di sempre per aiutare le persone e le aziende. Oggi attiviamo la clausola per allentare le regole di bilancio, consentendo ai governi di pompare euro nell'economia".

Quanto accaduto è una misura “mai presa prima” che consentirà ai governi nazionali di “pompare nell'economia liquidità denaro fin quando ne hanno bisogno”. Von der Leyen è stata chiarissima: “Stiamo rilassando le regole di bilancio per fare questo”.

"Il coronavirus ha avuto un impatto drammatico sulla nostra economia ed è stata colpita la maggior parte dei settori", ha ricordato von der Leyen. "Il blocco della nostra vita pubblica è necessario per contenere il virus, ma rallenta pesantemente la nostra economia", ha aggiunto la tedesca.

Coronabond e Mes

L'agenzia Adnkronos aggiunge ulteriori particolari relative alle mosse dell'Unione europea. In serata i ministri dei grandi Paesi Ue valuteranno nel corso di una conference call l'adozione di ulteriori misure economiche, incluso il possibile ricorso al Meccanismo europeo di stabilità (Mes) per emettere obbligazioni cui gli Stati possano attingere per finanziare la risposta alla pandemia.

Si tratta di un'ipotesi senza precedenti e che fino a poche settimane fa sarebbe stata inimmaginabile. Certo, per evitare che i Paesi più deboli siano presi di mira dai mercati (Italia in testa), occorrerà uno scudo più consistente, perché anche se saltano i vincoli del patto di stabilità, quelli imposti dai mercati restano al loro posto.

Ecco che Ursula von der Leyen ha aperto all'emissione dei coronabond, ovvero emissioni obbligazionarie con rendimenti bassi, che gli Stati possano utilizzare per finanziare gli urgenti interventi in sostegno dell'economia, bloccata dall'epidemia. Gentiloni, dal canto suo, ha chiarito oggi che si pensa a bond emessi dal Meccanismo Europeo di Stabilità, che è "la struttura più adatta per lanciarli", avendo una potenza di fuoco intorno ai 500 mld di euro. Tuttavia, "non ci siamo ancora", ha spiegato. Le resistenze non mancano, specie tra i Paesi nordici, che rifuggono da qualsiasi forma di mutualizzazione del debito.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Ven, 20/03/2020 - 18:37

I governi non "pomperanno euro nell'economia", sarebbero misure da Stati indipendenti e sovrani. Caso mai, ai governi sarà permesso di indebitarsi. E ai sudditi EU sarà permesso pagare gli interessi per generazioni.

glasnost

Ven, 20/03/2020 - 18:40

Purtroppo, e si vede, siamo governati sia in UE che in Italia, da personaggi con mentalità di sinistra. Significa che non riescono mai a prevedere e prevenire nulla, corrono soltanto ai ripari dopo che i danni sono iniziati, ovviamente con costi ben maggiori e con minore possibilità di risultati.

maxfan74

Ven, 20/03/2020 - 18:40

Ma quale patto qui ogni stato deve spendere tutto quello che gli serve per far fronte a questa strage.

rudyger

Ven, 20/03/2020 - 18:43

Emissione di bond solo per cittadini di ciascuno Stato e NO Eurobond.

rudyger

Ven, 20/03/2020 - 18:46

Emissione di bond per i cittadini di ciascuno Stato e NO Eurobond. I Bond emessi non devono essere amministrati dalla Cassa Depositi e Prestiti che è quotata in Borsa Perchè verrebbero le sue azioni acquistate dalla finanza estera . Oppure sospendere le contrattazioni .

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Ven, 20/03/2020 - 18:47

Il bello è che aspettano il via libera!

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Ven, 20/03/2020 - 18:56

Quintus Sertorius le prime due righe erano anche giuste ma la terza...pensi che prima dell'UE non si pagassero gli interessi?

Sacramento

Ven, 20/03/2020 - 19:11

Ricordo, ancora, con orrore quando vennero elette, costei e Lagarde. Tutto il Ns establishment si accodò ossequoiso ad intonare i peana!! In questi giorni, e non solo, abbiamo visto ed inoltre pagheremo in futuro tali scellerate scelte di questa inutile europa esclusivamente monetaria!! Avanti così...

machimo

Ven, 20/03/2020 - 19:31

Italexit!!! Se no, sarà povertà

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Ven, 20/03/2020 - 19:48

@ConteRaffaelloM Certo. Ma il debito era collocato secondo altre modalità (risparmiatori italiani, Banca d'Italia pre-1981), non determinando una dipendenza da investitori istituzionali stranieri, che tengono necessariamente in pugno ogni governo eletto e alimentano un ciclo vizioso di corruzione, debito, svendita di risorse nazionali, ulteriore debito, etc.

Surfer67

Sab, 21/03/2020 - 10:31

Ok! Ora che tocca anche altri paesi europei si può fare. Finche riguardava solo l'Italia no. Ciò non dà da pensare? Certo che no si sapeva.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 22/03/2020 - 11:04

INTANTO COMINCINO COL DIRCI IN COSA CONSISTE QUESTO BREVETTO :EP1694829B1???? cosa aspettano i media a chiedersi cosa sia questo brevetto europeo???????????????? ed a pubblicarne l'intero contneuto???