Covid, il Gruppo FS punta su salute e innovazione con la certificazione Well Health-Safety Rating

L'amministratore delegato e direttore generale Gianfranco Battisti: "Il percorso intrapreso da FS, già prima dell’emergenza sanitaria, ha l’obiettivo di diffondere una cultura della sicurezza responsabile e condivisa"

Covid, il Gruppo FS punta su salute e innovazione con la certificazione Well Health-Safety Rating

L'impegno profuso nella gestione dell'emergenza Coronavirus e delle esigenze dei passeggeri e dei propri lavoratori ha fruttato al Gruppo FS l'ottenimento della certificazione Well Health-Safety Rating, uno standard sviluppato dall’International Well Building Institute di New York.

Non solo pulizia e sanificazione degli ambienti di lavoro, ma anche ottima organizzazione nel gestire lo smart working e attenzione alle problematiche legate all'emergenza sanitaria, mettendo a disposizione dei dipendenti rapidi test antigenici e coperture assicurative in caso di ricovero causa Covid. I protocolli seguiti dal Gruppo FS in tali frangenti hanno consentito di rientrare negli standard previsti dalla certificazione. Si tratta di "un'ulteriore conferma dell’impegno del Gruppo FS per garantire la sicurezza e la tutela della salute delle persone, elementi distintivi dell’identità del Gruppo e fra i principali driver del nostro modello di sviluppo", ha dichiarato con orgoglio l'amministratore delegato e direttore generale Gianfranco Battisti. "Il percorso intrapreso da FS, già prima dell’emergenza sanitaria in corso, ha l’obiettivo di diffondere una cultura della sicurezza responsabile e condivisa", ha aggiunto in conclusione l'Ad, "coinvolgendo sempre di più le persone, viaggiatori e dipendenti, nel nostro progetto d’impresa".

"Ci congratuliamo con il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane", ha commentato a proposito il presidente e CEO dell'International Well Being Institute (Iwbi) Rachel Hodgdon,"per aver fatto di tutto per dare priorità alla salute e alla sicurezza dei propri dipendenti e dei viaggiatori, affrontando le questioni centrali legate alla pandemia da Covid-19 e anche quelle più a largo spettro legate alla salute e alla sicurezza nel prossimo futuro". Un impegno che ha portato il Gruppo di Ferrovie dello Stato ad essere il primo a rientrare nei parametri previsti dal Well Health-Safety Rated, ed a divenire vero e proprio punto di riferimento"capace di ispirare anche altri gruppi a ripartire con fiducia".

A convincere l'Iwbi sono state le misure adottate dal gruppo per gestire al meglio l'emergenza sanitaria e la definizione di una precisa strategia anticontagio perfettamente rientrante nei parametri previsti dalla certificazione. Molto apprezzate le iniziative di welfare studiate per venire incontro alle esigenze dei propri dipendenti, che hanno potuto contare su una copertura assicurativa in caso di ricovero dovuto a contagio da Coronavirus e su un importante contributo economico offerto per l'acquisto del siero a chi intendesse aderire alla campagna vaccinale. Oltre a ciò, il gruppo FS ha messo a disposizione anche 18 strutture della direzione sanità per effettuare rapidi test antigenici a quanti avessero avuto il dubbio di esser entrati a contatto con soggetti positivi al virus.

A tale certificazione si aggiunge anche la Biosafety Trust Certification (sviluppata dall’Ente di certificazione Rina), che attesta l'elevato livello raggiunto dalla compagnia nel controllo e nella prevenzione delle infezioni (igiene e sanificazione degli ambienti), fondamentale per garantire sicurezza sia ai dipendenti che ai viaggiatori.

Commenti

Grazie per il tuo commento