Draghi: "La situazione della Zona euro migliora, ma il debito è alto"

Bisogna stabilizzare la Zona euro, mettendo in campo politiche sostenibili, ma "la ripresa è solo in fase iniziale"

Draghi: "La situazione della Zona euro migliora, ma il debito è alto"

Le priorità in campo economico sono due: "stabilizzare la Zona euro" e "rafforzarla con politiche economiche sostenibili", che portino a un aumento della "competitività delle nostre economie", "completando l'architettura istituzionale dell'Unione economica e monetaria". A dirlo è il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, da Berlino.

La Bce sottolinea che "la situazione oggi sta migliorando" su diversi fronti: "Il costo del denaro è ritornato, per i Governi, a livelli più sostenibili". Inoltre "il rifinanziamento delle banche in Paesi sotto stress è migliorato significativamente ma ancora non riflette i costi del credito".

Questo non vuol dire però che ci si debba rilassare. Anzi, "il livello medio del debito dell'Eurozona è ancora molto alto, a circa il 90% del Pil" e per questo motivo "gli sforzi di consolidamento devono proseguire nei prossimi anni".

La ripresa economica "è solo in una fase iniziale", sottolinea Mario Draghi. Motivo per il quale "l'economia resta fragile. E la disoccupazione è ancora troppo alta".

Commenti

Grazie per il tuo commento