"La nuova Imu? Una batosta. Ecco le 5 stangate nascoste"

Si avvicina la scadenza (16 gugno) della prima rata Imu. Ne abbiamo parlato con il Presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, che ci ha spiegato come gli italiani stiano andando incontro ad una vera e propria stangata

Martedì 16 giugno oltre 25 milioni di italiani si preparano a versare il primo acconto Imu, un bottino per le casse dell'Erario da 11 miliardi di euro. La tassa ha cambiato volto ed il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, ci ha spiegato per filo e per segno cos'è cambiato e cosa ci aspetta.

Arriva la nuova Imu: cosa cambia dal 16 giugno?

"Cambia solo il nome dell’imposta che si paga, visto che prima le sigle erano due (Imu e Tasi). Da quest’anno torna ad essere solo una ma la sostanza rimane la stessa: i proprietari dovranno versare circa 11 miliardi di euro".

Quali sono i pro e i contro della nuova imu?

"Di pro non ne vedo neppure uno. I contro, invece, sono molti: è stata aumentata dal 4 al 5 per mille l’aliquota “di base” per l’abitazione principale e dal 7,6 all’8,6 per mille quella per gli altri immobili. Viene consentito ad alcuni Comuni di raggiungere un’aliquota massima più alta rispetto a tutti gli altri: 11,4 per mille anziché 10,6. Con l’eliminazione della Tasi è stato soppresso l’obbligo per i Comuni di individuare i 'servizi indivisibili' e di indicare analiticamente, per ciascuno di essi, 'i relativi costi alla cui copertura il tributo è diretto'. In sostanza, l’unica parvenza di service tax, da tutti invocata, è stata eliminata anziché essere rafforzata. Con la soppressione della Tasi viene scaricato sui proprietari l’intero importo del tributo, prima invece in parte a carico degli occupanti degli immobili, se non utilizzati come abitazione principale. Sono state mantenute imposizioni vessatorie come quelle sugli immobili inagibili e su quelli non utilizzati e privi di mercato per assenza di inquilini o acquirenti".

In tempo di Covid, si tratta di una stangata?

"In un periodo di eccezionale crisi come questo, le fonti di entrata sono spesso venute a mancare o si sono fortemente ridotte, provocando nei proprietari una situazione di grave difficoltà economica. Abbiamo inviato una circolare a tutte le nostre oltre 200 rappresentanze territoriali per invitarle a sollecitare le amministrazioni comunali a rinviare il termine per il pagamento della prima rata oppure a stabilire che non si applichino sanzioni e interessi".

Di questi tempi torna l'incubo patrimoniale. La casa finirà nel mirino?

"L’Imu stessa è una patrimoniale anche se in tanti fanno finta di non notarlo. Ma di patrimoniali ce ne sono, di fatto, anche altre: l’Irpef sulle case non locate che si trovano nello stesso Comune in cui si trova l’abitazione principale, una vera e propria angheria nei confronti di chi ha la 'colpa' di non riuscire a vendere o a dare in affitto il proprio immobile".

Qual è l’imposta che prima di ogni altra andrebbe tolta sulla casa?

"Il problema più grave è dato proprio dall’Imu. Un’imposta patrimoniale ordinaria sugli immobili è in sé un’iniquità, considerato che si tratta di un tributo di fatto espropriativo del bene colpito, il cui valore viene nel tempo inevitabilmente eroso. Qualche proprietario, negli ultimi anni, pur di sottrarsi a questo tributo ha provato a cedere il suo immobile allo Stato o a ridurlo in rudere: rispetto al 2011, ultimo anno pre-Imu, i ruderi sono raddoppiati passando da 278.121 a 548.148. Sarà un caso?"

Il mercato dell’edilizia è già in ripresa?

"Non direi proprio. Potrà riprendersi se decollerà il superbonus del 110% introdotto dal Decreto rilancio, ma perché questo avvenga è indispensabile che ne sia estesa la durata".

E quello Immobiliare?

"Il mercato immobiliare ripartirà se, oltre agli incentivi per gli interventi sugli immobili, sarà prevista una riduzione della tassazione e se non si approfitterà di ogni occasione per caricare di adempimenti, anche non fiscali, i proprietari".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Dom, 14/06/2020 - 10:43

imu,bollo auto tassa RAI...Basterebbe NON pagarle.Vuol dire ribellione fiscale.Per farla ci vogliono le palle.Gli italiani non ne hanno.Popolo di vigliacchi.

amedeov

Dom, 14/06/2020 - 10:51

Vorrei fare una domanda al popolo web: Se tutti i proprietari di case non pagassero l'IMU, cosa succederebbe?

moichiodi

Dom, 14/06/2020 - 10:54

Eccola. La batosta domenicale.

jaguar

Dom, 14/06/2020 - 11:19

Le vere batoste arriveranno più avanti.

xgerico

Dom, 14/06/2020 - 11:50

@amedeov-Dom, 14/06/2020 - 10:51- L'IMU si paga sulla seconda casa ammenochè lei non sia proprietario di un castello!

emailbm

Dom, 14/06/2020 - 13:12

xgerico io ho ereditato metà di una vecchia casa di 150 anni con 1500 mt di terreno, vorrei vendere ma non ci sono acquirenti, la casa non è abitata e non ha nessun servizio, ne luce gas o altro. Perché devo pagare 1.170€ di IMU? Ripeto casa chiusa inabitabile e terreno incolto, non è un castello ma quasi un rudere. Mi sembra assurdo pagare una tassa come IMU

Ilsabbatico

Dom, 14/06/2020 - 13:20

Tranquilli non sono queste le batoste....tra un po' se ne vedranno di belle....

EliSerena

Dom, 14/06/2020 - 14:08

Basta bufale. Io ho pagato l'imo settimana scorsa , cifra identica all'anno scorso a 2 e 3 anni fa. Non si fa terrorismi sulle menzogne. emailbm . Se non voleva pagare l' Imu bastava che rinunciasse all'eredità. Se paga 1.170 Euro non credo che la sua casa sia piccola e un rudere ma almeno di 400 metri quadri. Quanti metri quadrati è il terreno è immenso?

agosvac

Dom, 14/06/2020 - 14:10

Il grande, grandissimo Gandhi, riuscì a sconfiggere il potentissimo Impero britannico senza alcuna rivoluzione: solo la disobbedienza civile. Basta dire NO!!! Conte mette nuove tasse, basta rifiutare di pagarle, ma tutti insieme, tutti d'accordo, solo così può funzionare.

agosvac

Dom, 14/06/2020 - 14:12

Egregio pensionesoavis, non avevo letto il suo commento e ne ho scritto uno molto simile al suo, le chiedo scusa.

giangar

Dom, 14/06/2020 - 14:43

Confermo IMU identica all'anno scorso ed a due anni fa. Eppure possiedo aliquote di seconde case in tre comuni diversi del sud e del nord Italia.

maxinum

Dom, 14/06/2020 - 15:15

Ennesima notizia non corretta. Ma poi vedete che comporta la tassa sulla casa negli altri stati europei!!! In Italia è molto bassa. Ma se nessuno deve pagare le tasse, come facciamo ad avere i servizi?? Qualcuno ce lo dica grazie

xgerico

Dom, 14/06/2020 - 15:17

@emailbm-Dom, 14/06/2020 - 13:12- Faccia un atto di rinuncia e il problema si esaurisce!

Mr Blonde

Dom, 14/06/2020 - 15:23

amedeov le risponfi nel modo più apolitico posdibile: l'imu va ai comuni, succederebbe che non ci sarebbero soldi x scuole asili trasporti mense badanti pulizie ecc ecc

abocca55

Dom, 14/06/2020 - 15:52

Questa volta metà degli Italiani , pensionati in primis, si trasferirebbe in Estonia o in Tunisia. L'energia , e con essa la coscienza di massa, è cambiata. Non sarà più permesso usare il compressore. Il mondo non è più lo stesso. Comunque l'IMU è una forma di patrimoniale.

Ritratto di Piddiopentababbei

Piddiopentababbei

Dom, 14/06/2020 - 15:59

Xgerico devi essere il tipico sinistro al quale vanno bene gli espropri proletari e con un QI di 50. La gente lavora e si suda le case e l'IMU va contro la costituzione. In alcuni casi la gente paga la prima casa se per lavoro e' costretto ad essere in affitto fuori regione.

Ilsabbatico

Dom, 14/06/2020 - 16:02

@maxinum 15:15 No mi spiace ma la tassa sulla casa è in Italia fra le più alte in Europa. Vivo all'estero e posso farle tutti gli esempi che vuole...anzi gliene faccio subito uno. Tanti anni fa, non ero residente nella casa estera per cui pagavo la tassa come seconda casa in Portogallo, che era di 180euro e pagavo l'imi italiana sulla stessa casa estera per circa 1000euro. Ovviamente , per la non doppia imposizione, lo stato italiano mi permetteva di scontare dai 1000 i 180 pagati in Portogallo. ...può dedurre quindi, che in Italia è circa 5 volte.

Ritratto di Piddiopentababbei

Piddiopentababbei

Dom, 14/06/2020 - 16:03

maxinum lo stato italiano e' in attivo da 20 anni e prende piu' tasse di quanti servizi eroghi. Ne sprechino meno di soldi. Non e' vero una mazza che da tutte le parti all'estero la tassa sulla casa e' piu' alta e comunque i servizi son migliori dell'Italia. Le veline di partito che lasciano allo stand della porchetta alla festa dell'Unita' non dovreste leggerli voi sinistri, tanto sono fake news.

Ilsabbatico

Dom, 14/06/2020 - 16:03

Per quelli che dicono che non c'è aumento, è vero, anche io non ho avuto aumenti nell'acconto della casa italiana, ma gli aumenti saranno nel saldo....è già stato detto e ridetto

EliSerena

Dom, 14/06/2020 - 16:29

@Ilsabbatico - Non è assolutamente vero, non hanno detto e ridetto un bel cavolo. Io ho pagato in una unica soluzione per mia scelta dopo che il comune mi ha inviato la quota di giugno e di dicembre che erano uguali e quella complessiva che è il doppio di quella di giugno. Basta bufale a sproposito.

bernardo47

Dom, 14/06/2020 - 16:36

Con il debito che hanno portato al 160% del pil e intorno ai 3000 miliardi.,,,,,,difficile ora uscirne senza sonore batoste...,,,

celuk

Dom, 14/06/2020 - 16:44

EliSerena, giangar si come detto da Ilsabbatico l'acconto è uguale allo scorso anno ma perché è stato lasciato tempo al Comune di deliberare le nuove aliquote 2020 fino al 31 ottobre 2020 (che furbizia!) Così, solo allora si potrà conoscere il vero importo della tassa da versare a saldo a dicembre. Informatevi.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 14/06/2020 - 16:52

Per quelli che sostengono che non ci sono stati aumenti: se non ci fosse alcuna variazione, che motivo c'era di inventarsi questa nuova IMU? Abbiamo già fatto tutte le riforme necessarie e ci avanza il tempo per quelle inutili? In realtà, in origine, per gli immobili locati, la TASI era suddivisa tra proprietario dell'immobile ed inquilino. Successivamente, così come non si paga sulla prima casa, è stata abolita la parte a carico dell'inquilino che utilizza l'immobile come abitazione principale, venendo però a creare un buco nelle casse dei comuni. Ora l'idea geniale: aboliamo la TASI ed aumentiamo della stessa aliquota l'IMU. Risultato: le aliquote sembrano uguali, ma il proprietario dell'immobile locato paga la TASI per intero, facendosi carico anche della parte che inizialmente spettava all'inquilino. E poi dicono che questo governo non risolve i problemi!

maxfan74

Dom, 14/06/2020 - 17:05

Credo che anche chi abbia i soldi non li spenda per ristrutturare. Semmai per fare ripartire l'economia immobiliare doveva essere tolta qualunque tassa sull'acquisto prima casa e ridotta l'imposta di registro al 9 % sul prezzo di acquisto di negozi con reintroduzione della cedolare secca al 21% su ogni tipo di affitto commerciale.

celuk

Dom, 14/06/2020 - 17:42

EliSerena se è come dice e non dovrà versare il conguaglio i casi sono tre: 1) il suo Comune ha già deliberato (il mio ancora no) infatti c'è tempo fino ad ottobre ma la delibera può essere fatta anche prima, mica è vietato. Comunque, in questo caso, complimenti ai suoi amministratori. 2) Hanno confermato le aliquote 2019 perché già al massimo. 3) Sono forse previste le elezioni nel suo Comune? e allora si capisce tutto...

Ilsabbatico

Dom, 14/06/2020 - 17:56

Eliserena 16:44 Guardi mi spiace, ma qui è lei che ha parlato a sproposito e spero che nessuno le creda. L'acconto Imu 2020 avevano già confermato che sarebbe stato identico al 2019 ma solo dopo il 31 ottobre con l'approvazione delle nuove aliquote si sarebbe fatto il calcolo del saldo. Già mi chiedo come è possibile, visto che tutta Italia aspetta l'approvazione delle aliquote alla fine di ottobre, che il suo comune le abbia dato la possibilità di pagare acconto e saldo! Buon per lei.... Una buona serata