Economia

Genertel punta al digitale, prima insurtech del Paese

Grazie all'intelligenza artificiale, solo pochi clic per sottoscrivere la polizza o avere un rimborso

Genertel punta al digitale, prima insurtech del Paese

Generali completa la trasformazione digitale dei canali distributivi in Italia e con Genertel, la compagnia assicurativa diretta di Generali Italia, diventa la prima insurtech del Paese: con pochi clic sarà possibile sottoscrivere una polizza standard o personalizzata dai servizi aggiuntivi (e redditizi) proposti dall'app dopo un breve questionario iniziale.

Per il rimborso possono bastare tre minuti (se si accetta, ovviamente, la proposta generata dall'app), comprendendo la foto del danno e un breve video in cui si spiegherà l'accaduto. La metamorfosi - in linea con le mutate esigenze degli utenti che sempre più preferiscono gestire in autonomia e rapidamente le proprie necessità - permetterà a Genertel, almeno negli obiettivi, di acquisire 250mila clienti in più entro il 2024 e di raccogliere 600 milioni di premi (dagli oltre 500 attesi per fine anno e dai 400 del 2020).

«In cinque anni abbiamo cambiato modo di fare assicurazione. Oggi abbiamo una rete con il 100% di agenzie digitali, oltre il 70% di polizze digitali e abbiamo rinnovato l'offerta per famiglie e imprese. Un percorso che ha visto la soddisfazione dei clienti crescere del 48%», ha esordito ieri Marco Sesana, ad di Generali Italia e global business lines, presentando la nuova strategia di Genertel, per poi sottolineare come tutto questo abbia rafforzato la leadership del gruppo, portando la quota di mercato al 18,6% (+6,3%). «Oggi acceleriamo ulteriormente, per portare l'esperienza dei clienti agli standard delle imprese dei servizi digitali», ha poi aggiunto Sesana. «La nuova Genertel, ideata in meno di 18 mesi, è 100% nativa digitale. Renderemo l'assicurazione più semplice, più conveniente e personalizzata», ha detto Maurizio Pescarini, ad e general manager di Genertel e Genertel Life.

Per ottenere questo risultato sono state utilizzate cinque tecnologie: dati & cloud, realtà aumentata (per ricostruire le specifiche parti di un'auto e quindi la tipologia del danno), biometrico (per effettuare la segnalazione del sinistro), intelligenza artificiale (per la stima del danno) e interfacce conversazionali.

L'obiettivo è quello di offrire, entro il 2023, il canale sui quattro «ecosistemi» individuati dall'azienda: mobilità, al debutto nella prima decade di dicembre, casa e benessere attesi per il 2022 e animali domestici, al via tra due anni. Il nuovo modello di business dovrebbe infine portare Genertel nel 2024 a rafforzare la leadership nell'assicurazione diretta in Italia con il 65% dei clienti in modalità self-service e una crescita del 40% dei clienti del canale diretto a complessivi 1,5 milioni. Con la nuova Genertel nasce anche BeeGood, programma di «social giveback della community di clienti» a sostegno progetti solidali di onlus, attive in ambito sociale, sanitario e ambientale, sull'intero territorio nazionale.

Commenti