Il governo nega aumenti ma studia la bomba Iva

Al Mef si studia un piano per "rimodulare" le aliquote. Il rischio di una stangata Iva dietro l'angolo ora è concreto

Il governo ha le casse vuote. Schiacciato tra annunci e liti, sotto traccia prova a cercare risorse per finanziare le ultime mosse sul fronte fiscale. La mossa più ardita è quella dell'Irpef. Un piano per diminuire il carico fiscale in busta paga e per dare fiato alle tasche degli italiani. Ma a quanto pare la coperta è corta. Servono coperture. E così l'ipotesi sul campo che circola sempre di più in queste ore è una rimodulazione dell'Iva. Un cambiamento delle aliquote che era stato evitato lo scorso anno, ma che di fatto pare ormai una certezza della prossima manovra. Il governo nega tutto, ma è noto che dalle parti del Mef si stanno dando un gran da fare per ritoccare l'imposta sul valore aggiunto. La prima "smentita" per frenare una rivolta da parte dei contribuenti è arrivata domenica scorsa con il "no" a denti stretti dei giallorossi su un rialzo Iva per la ristorazione e per le strutture alberghiere. Eppure i rappresentati di categoria hanno subito chiesto al governo un passo indietro, segno che evidentemente l'ipotesi di un rialzo dell'aliquota era più che concreto. Ma a pochi giorni di distanza , nuove indiscrezioni che arrivano dal Mef vanno in questa direzione.

Dal Tesoro, secondo quanto riporta Public Policy, parlano della riforma fiscale in questi termini: "Il nuovo non rivisiterà l’impianto dell’Iva se non - viene spiegato - con dei ritocchi in senso antievasione". E qui si svela il piano: un ritocco ci sarà. Insomma l'esecutivo per finanziare il taglio Irpef dovrà recuperare risorse dall'aumento dell'imposta del valore aggiunto e di fatto il presunto extra in busta paga verrà annullato da un aumento dell'Iva che si farà sentire nelle tasche di chi acquista e che potrebbe indebolire i consumi. Insomma dietro l'angolo sta per arrivare la "super-tassa" che colpisce tutte le tasche. E questo tema potrebbe ulteriormente agitare le acque del governo che in questo momento litiga sulla Giustizia. L'aumento dell'Iva (poi congelato) è stato uno dei punti di scontro più forti tra il premier, il Pd e Renzi. E Italia Viva già mette le mani avanti e avvisa il premier in queste ore roventi per la tenuta dell'esecutivo. L'ex premier, Matteo Renzi, a Diritto e Rovescio afferma: "L'ultima volta che ho sentito Conte al telefono? E' stato quando lui mi spiegava che era opportuno aumentare l'Iva e io gli ho detto che non era opportuno e devo dire che con molta saggezza ha cambiato idea". Parole piuttosto chiare che suonano come un avvertimento per Conte. Ma questa volta l'esecutivo pare determinato a ritoccare l'Iva seppur negando le esigenze di cassa. Una cosa è certa: il taglio Irpef e la riforma previdenziale dovranno essere "coperte" con altre imposte. E l'Iva appare come lo strumento perfetto per dare un'ultima sprangata fiscale ai contribuenti

Commenti

moichiodi

Ven, 14/02/2020 - 00:00

Al lupo al lupo. Dopo stangate salassi scippi mazzate, ora la bomba. Alè.

moichiodi

Ven, 14/02/2020 - 00:03

E non avevo letto la sprangata di fine articolo! Il tutto sul nulla.

sergian10

Ven, 14/02/2020 - 01:29

L'ipocrisia di questo governo è ormai conclamata. Sono mesi che dicono in tutte le salse che "noi abbiamo evitato l'aumento dell'iva".Non è vero perché è stata solo rinviata (questi ormai rinviano tutto) Adesso hanno inventato la parolona RIMODULAZIONE che equivale ad AUMENTO,ma fa meno paura secondo loro. Che pena questi governanti!!!!!!!!

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Ven, 14/02/2020 - 06:45

...adesso mi sono rotto le scatole: se aumentano ulteriormente le tasse, io taglio i consumi in fattore dieci: per ogni 1% in più io taglio del 10%.... su tutto,utenze,uscite,trasporti e acquisti. così ci rimettono il 9% secco, oltre alla diminuzione di irpef dalle partite iva... quindi altri soldi in meno,per questo schifo di governo: vediamo chi si stanca prima,eh? io non ho problemi a limitarmi alla pura sussistenza, e se molti seguiranno il mio esempio,forse è la volta che imparano, a non tirar troppo la corda... a rischio che venga giù tutta la baracca.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Ven, 14/02/2020 - 08:13

i rosiconi delle sax vogliono colpire i cosidetti "ben idi lusso"...ovviamente i ristoranti e pizzerie,al taglio inclusi,sono considerati beni di lusso..colpire chi in rai per esempi,pecepisce indegnamenti milioni di euro,.quelli no..non sono cose di lusso

Duka

Ven, 14/02/2020 - 08:15

Questi sono i GENI, Paladini del Popolo, impoltronati contro ogni buon senso perchè si doveva scongiurare l'aumento dell'IVA ? E ora invece l'IVA, con le chiappe al caldo e BUSTA PAGA garantita, aumenterà è più che certo.

aldoroma

Ven, 14/02/2020 - 08:21

Rimodulare bella parola votate sinistra

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 14/02/2020 - 09:18

a quando la rimodulazione definitiva di questo sgoverno pidiota grullo??? l'agricoltura ha bisogno di braccia!!!

lawless

Ven, 14/02/2020 - 11:37

ve lo avevo detto, l'iva doveva essere aumentata subito, tutti avrebbero pagato in relazione agli acquisti. Chi più compra più paga. Ed invece no questo governo ha voluto prendere per i fondelli gli italiani creduloni a cui ha fatto intendere di aver salvato il paese evitando proprio l'aumento dell'iva tassando zuccheri e plastica. Ora cambia idea, i soldi non ci sono (ad eccezione di quelli per i clandestini naturalmente)non sa dove prenderli e visto che le tasse già messe non danno abbastanza introiti ecco che è pronto al passo del gambero, uno avanti e due indietro. Ovvero rimarranno le tasse sugli zuccheri e sulla plastica ed in più ci sarà anche l'aumento dell'iva! Qualora questo accada un paese non può continuare ad essere governato da chi dice bugie e si approfitta della buona fede del suo popolo.

bruco52

Ven, 14/02/2020 - 12:53

un governo di filibustieri, per mesi c'hanno detto che grazie a loro era stato scongiurato l'aumento dell'IVA, mentre alle spalle preparavano una manovra piena zeppa di tasse ed ora se ne escono che l'IVA va rimodulata...i filibustieri veri erano persone d'onore, questi hanno perso anche il senso del ridicolo...