Irpef, il governo fa solo guai: ecco le categorie penalizzate

L'attuale meccanismo Irpef crea una specie di quoziente familiare al contrario. Un meccanismo che penalizza pensionati e autonomi al crescere dei familiari che hanno a carico

Altro che una curva Irpef capace di garantire la progressività dell'imposta, come previsto dalla Costituzione; il fisco sui redditi è una sorta di lotteria quasi del tutto irrazionale e impossibile da capire.

Lo spiega nel dettaglio Il Sole 24 Ore, che mette in evidenza alcuni esempi capaci di chiarire le enormi storture dell'aliquota effettiva, cioè la quota di reddito lordo che lo Stato (ed enti locali) chiedono per "funzionare".

A questo proposito, le autorità fiscali fanno valere i 20mila euro di reddito di un professionista, o più in generale di un lavoratore autonomo, molto più dello stesso ammontare di reddito guadagnato invece da un lavoratore dipendente. La differenza, in questo caso specifico, è di ben 106 volte.

Ma non è finita qui, perché anche i 20mila euro ricevuti da un pensionato, agli occhi del fisco, hanno un altro tipo di valore: valgono il 20% in meno di quelli percepiti dall'autonomo ma pesano 84 volte in più rispetto a quelli del dipendente.

Scendendo nel dettaglio, l'Irpef chiede a un dipendente con reddito annuale pari a 20mila euro e due figli a carico l'ammontare di 16,8 euro, con un'aliquota dello 0,1%, ma ne pretende 1.421 dal pensionato e addirittura 1.786 dall'autonomo.

Il Mef ha dunque intenzione di attuare alcune riforme per cercare quanto meno di smussare gli angoli più acuti. Il problema è sempre il solito: le divisioni all'interno del governo giallorosso. Il deputato di Italia Viva, Luigi Marattin, chiede di “ripartire da zero” cancellando quasi del tutto l'attuale sistema di aliquote, regimi speciali e detrazioni; il Pd vorrebbe invece ridurre le aliquote mentre il Movimento 5 Stelle spinge per un sistema a tre scaglioni con coefficiente familiare.

Le bizzarrie dell'Irpef

Tornando alle storture dell'aliquota effettiva, è bene notare come queste bizzarrie aumentino con il crescere del numero di familiari a carico.

E così a un contribuente con reddito annuo pari a 25mila euro e senza familiari a carico, il fisco chiede il 15,3% nel caso in cui sia un lavoratore dipendente. Ma se il reddito deriva da pensione, l'asticella si alza al 20,7%. Con un coniuge a carico si passa dal 12,6% del dipendente al 17,9% del pensionato (l'autonomo è ancorato al 15% della flat tax).

Con due figli, il nostro esempio fa ben vedere la voragine che si viene a creare. L'aliquota ammonta al 6,7% per il dipendente, al 12,1% per il pensionato e al 13,3% per l'autonomo.

Il problema principale è che, oltre alle mille variabili da prendere in considerazione, si viene a creare una specie di quoziente familiare al contrario; un meccanismo che penalizza pensionati e autonomi al crescere dei familiari che hanno a carico.

Un altra assurdità tra i numerosi paradossi è quella relativa allo scalone che si crea tra gli autonomi dal forfait, il quale produce una "trappola" che fa evaporare 5.900 euro di reddito disponibili a coloro che dovessero dichiarare un solo euro in più rispetto alla soglia dei 65mila euro.

Commenti

Giorgio5819

Mer, 22/01/2020 - 11:58

Quando si fermeranno questi incapaci autoreferenziati ....?

ted

Mer, 22/01/2020 - 12:11

Per far girare e crescere un'economia deve convenire rischiare e produrre . Questo in Italia NON conviene da anni. Ecco il vero e profondo perché del tracollo del Paese.

cgf

Mer, 22/01/2020 - 12:32

la stessa becera convinzione che la partita IVA, sebbene sia partita IVA perché altrimenti non trovava lavoro, anche a parità di reddito, debba per forza pagare di più. Dalle mense scolastiche ed altri servizi comunali, ora l'Irpef e presto anche la sanità e magari la tassa per il funerale. Tutto questo per un retaggio di ideologia, tra l'altro applicata da chi veste Rolex e non si accorge che è la classe operaia a votare Lega. Quanto sono distanti dalla realtà. L'indicatore della situazione economica equivalente, in acronimo ISEE, lo mettiamo dove?

fifaus

Mer, 22/01/2020 - 12:37

ted: concordo, tornare a rischiare e produrre è possibile. Bisognerebbe però abbattere vincoli burocratici e steccati ideologici.

colian

Mer, 22/01/2020 - 12:42

@ted ESATTISSIMO. Se tutti facessero bene i conti costi/benefici e studiassero i propri bilanci, le piccole aziende chiuderebbero e quelle grandi si trasferirebbero all'estero. La mia azienda familiare si regge solo perché deve stipendiare i figli. Se tutti i dipendenti fossero estranei, da un bel pezzo avevo salutato l'Agenzia delle Entrate e l'INPS.

Duka

Mer, 22/01/2020 - 12:45

Fa pasticci perchè questo NON è un governo di persone serie e capaci. Siamo vittime di una banda di incapaci perditempo , squallidi personaggi che non hanno mai lavorato un solo giorno in vita loro e che hanno trovato grazie ad una TRUFFA ELETTORALE ben architettata una vera CUCCAGNA.

Ernestinho

Mer, 22/01/2020 - 12:46

Ancora una volta tartassati i pensionati! E' ora che questo governo sparisca!

antonmessina

Mer, 22/01/2020 - 12:58

governo di buffoni incapaci

aldoroma

Mer, 22/01/2020 - 13:06

E pagheranno I pensionati... Che spettacolo.. Il bancomat del governo

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 13:34

Le famiglie hanno ben più bisogno di soldi dei pensionati. Anche oggi al bar-bigliettaio, attesa di 20 minuti causa lunga fila di anziani. Tutti, senza eccezione, lì per comprare gratta e vinci. I bambini sono il futuro dell'Italia, i vecchi no.

scorpione2

Mer, 22/01/2020 - 13:45

su una pensione di 1950 euro mensili si paga 540 irpef, 47 di addizionale provinciale,37 comunale e altre cazzatine si raggiungono 600 euro al mese per 12 fanno 7.200 euro annuo poi ti tartassano sulla tredicesima alla fine si paga 8.500 euro annui di trattenute sulla pensione. nb pensionato dal 2008 quindi cari vaccari non e' questione di questo governo,se tutti pagassero le tasse come i pensionati e lavoratori stipendiati non saremmo in queste condizioni.

Ernestinho

Mer, 22/01/2020 - 13:52

x "Quintus_Sertorius" Sinceramente non ho capito il suo diabolico commento!

Fjr

Mer, 22/01/2020 - 13:56

Ma quale quoziente questo come al solito ci fregano a tavolino,ricordiamoci di loro ad ogni elezione

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 14:04

@Ernestinho Conosco personalmente varie coppie sotto i 40 che desiderano un figlio e non ne hanno, o che desiderano più figli e ne hanno uno. Ed è gente che non va in vacanza, guida macchine usate e compra vestiti alle bancarelle, pur essendo onesti lavoratori. Poi vado al bar e ci sono code di anziani per giocare d'azzardo, vado al negozio di elettronica e ci sono code di anziani per comprare l'ultimo smartphone, che neanche sanno usare. Le priorità di questo paese sono rovesciate, sembrano scene da "L'esorcista".

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 14:16

l'accordo riguarda solo i lavoratori dipendenti sino ai 40000 annui lordi. Pensionati e autonomi, fanno parte di una ulteriore trattativa. Serve calma. Serenita'. NO FLAT TAX!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 14:18

solo con una lotta dura e serrata alla evasione fiscale da 132 miliardi annui, si recuperano le risorse necessarie per abbassare le tasse a tutti.

Mr Blonde

Mer, 22/01/2020 - 14:21

l'assurdità dell'ultimo periodo é fantastica visto che si genera dalla flat tax di salvini-di Maio, non toccata dal governo attuale

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 15:23

No flat tax! Progressività delle imposte e lotta dura a evasione fiscale! Lì sono le risorse per ridurre le tasse a tutti.

Ernestinho

Mer, 22/01/2020 - 15:31

x "Quintus_Sertorius" Le cose allora si sono rovesciate. Da pensionato non credevo di essere nella categoria dei "privilegiati"!!!!!!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 15:41

Ernestignho.....quel quintus Sartorius, non sta bene.....lasci perdere. Raglia alla luna.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 16:04

@bernardo47 Non ti immischiare, pidocchio. @Ernestinho Non "privilegiati" in senso assoluto, ma più privilegiati delle generazioni successive. Il pensionato odierno ha vissuto il periodo economicamente più felice della storia italiana, ha votato la gente che si è giocata le casse pubbliche al lotto e ora non è disposto a sacrificarsi per i suoi discendenti, che pure devono affrontare tempi ben più bui. Il risultato: giovani all'estero, africani in Italia e tagli alle pensioni comunque sempre più necessari. Il popolo italiano sta per essere distrutto biologicamente e i media preferiscono parlare di pensioni perché gli anziani sono la maggioranza relativa dell'elettorato. Lei è liberissimo di non trovarsi d'accordo, ma fra 30 anni sarà troppo tardi per invertire il crollo.

Giuscali

Mer, 22/01/2020 - 16:31

Fra le tante assurdità dell’Irpef, Ipotizziamo un Nucleo Famigliare di 5 persone con i seguenti redditi: marito € 55.000, moglie € 28.000, 2 Figli minorenni senza reddito, nonno, non autosufficiente, con una pensione di € 55.000. Totale Imponibile del nucleo familiare = € 138.000. Con il sistema vigente, dove ogni componente paga la propria quota di IRPEF, la spesa sarà di € 41.400 Non sarebbe più equa una normativa che preveda: Di sommare tutti i redditi del nucleo familiare; Dividere il risultato per il numero dei componenti il nucleo stesso. Es. ( €138.000 : 5 = € 27.600 ); Calcolare l’Irpef vigente sul risultato ottenuto: Es. (€ 27.600 = € 6.852 di Irpef) Moltiplicare il risultato per il numero dei componenti il nucleo stesso. Es. (€ 6.852 x 5 = € 34.260). Totale Irpef del nucleo Familiare € 34.260, contro gli € 41.400 con un risparmio di € 6.140. Sarebbe così assurdo?

Ernestinho

Mer, 22/01/2020 - 17:01

X "Quintus_Sertorius" Allora largo ai giovani e che i pensionati vadano all'Inferno essendo loro responsabili della situazione odierna e futura!!!!!! Ma come ragiona? Grazie dell'appoggio "bernardo47"!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 17:11

quintus sertorius non stai bene. Mi dispiace.I pensionati italiani, quelli dei 40 anni e passa di lavoro tasse e contributi,sono quelli che hanno fatto grande italia e che la hanno portata a sesta potenza mondiale...sono proprio quelli che hanno fatto le lotte per i diritti di tutti e che hanno aperto le strade anche ai giovani,ma tu di quelle cose non sai nulla evidentemente! Studia allora! ....! Quintus e' il tuo stipendio e i tuoi introiti che vanno tagliati! se lo stato ha bisogno anche tu devi contribuire! e non essere invidioso!lavora, paga tasse e contributi come hanno fatto i nostri valorosi pensionati e rassegnati! PEDALA!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 17:19

NO FLAT TAX.VIVA LA COSTITUZIONE E LA PROGRESSIVITA' DELLA IMPOSIZIONE FISCALE! LOTTA SENZA QUARTIERE AI LADRI DEI 132 MILIARDI DI EVASIONE FISCALE! VANNO MESSI IN GALERE QUEI FARABUTTI! VERGOGNATEVI!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 17:49

@Ernestinho Guardi, l'augurio ai pensionati di andare all'inferno sono parole sue. Ho solo detto che i pensionati odierni sono gli elettori degli anni 1946-1992, che hanno vissuto un periodo felice per l'economia italiana e che sono elettoralmente responsabili di perle quali la riforma Rumor e il divorzio Bankitalia-MEF. Ora che il paese è in serie difficoltà, il tema delle pensioni ha la priorità sulle politiche su famiglia e natalità. Elettoralmente ha senso perché gli over-55 sono più degli under-35, ma è una pessima soluzione a lungo termine. Senza un aumento della natalità, i contributi sono destinati a crollare e gli immigrati ricevono più di quanto versano, non rappresentando pertanto una soluzione. La politica più intelligente sarebbe prioritizzare i giovani che vogliono figliare, anche a costo di tagli alle pensioni. Un sacrificio a medio termine impedirebbe il (a questo punto) inevitabile crollo della previdenza sociale a lungo termine.

Ernestinho

Mer, 22/01/2020 - 18:14

X "Quintus_Sertorius" E' lei che intende mandare i pensionati a quel paese con il suo modo di esprimersi. Guardi che io ho lavorato per 40 anni, come altri, e la mia pensione è minima, supertassata! Se lei ammette di tralasciare i pensionati per pensare solo ai giovani è una vera e propria sciocchezza, ed ingiusto per i pensionati. E la finisco qui!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 18:21

quintus sert.veda di lavorare per 40 anni o + come hanno fatto i nostri pensionati, pagando tutte le tasse e i contributi.Prima di parlare dei pensionati si sciacqui la bocca!I pensionati il loro lavoro lo hanno fatto e sino in fondo.La legge Rumor ha riguardato quattro gatti(tte) che ora prendono una pensione inferiore di gran lunga al reddito di cittadinanza,pur avendo pagato 15/20/25 anni di contributi e la stragrande parte di loro ci ha pure lasciati. Quindi non strumentalizzi le questioni. Se il paese e' in serie difficolta' come lei dice, andava evitato intanto di buttare via le miliardate in redditi nullafacenza a sbafo e truffaldini o in quote cento che pochi chiedono ma che costano un mare di soldi e di debito e magari fare invece investimenti e dare lavoro vero! Le pensioni sono costituzionalmente salario differito e se il paese ha bisogno, tutti i tipi di reddito, devono contribuire, se lo scriva!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 18:50

Vedo che Zanetti,già sottosegretario a economia con Renzi,quello che assieme a lui, lavorò per non dare ai pensionati i diritti alla perequazione della sentenza costituzionale 70/15 e poi trombato, anche dai pensionati alle ultime politiche, finge di ergersi ora a paladino dei pensionati sulle pagine del sole 24 ore.....pensi per se ‘ Zanetti e non si preoccupi per i pensionati....i diritti dei pensionati,sono nelle mani della trattativa in corso col governo e dei loro legittimi rappresentanti! Zanetti è il nulla e lui continui a fare il commercialista, agevolando con i suoi consigli la evasione fiscale! Si impegni piuttosto contro la evasione Zanetti e non si preoccupi dei nostri gloriosi milioni di Pensionati

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 22/01/2020 - 18:52

Poi dicono che lavorano per l'uguaglianza. Ma con tante differenze. Inattendibili.

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 18:56

Zanetti Già sottosegretario con Renzi, si vada a nascondere! Vergognati! Con Renzi sei tu che hai brigato per non riconoscere i loro diritti! Devi vergognarti Zanetti!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 19:01

Zanetti lasci perdere i pensionati e si vergogni di ciò che ha fatto da sottosegretario contro i pensionati italiani!si vergogni Zanetti già sottosegretario nel governo Renzi! Con riferimento preciso ai diritti negati della sentenza costituzionale 70/25.......i cazzotti nei denti li ha presi lui alle politiche assieme a Renzi! Anziché scrivere sul sole 24 ore dei pensionati, si sciacqui la bocca prima di parlarne,proprio lui!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 19:08

Vedo che estensore di articolo sul sole 24 ore e’ anche Zanetti.....già sottosegretario con Renzi, uno di quelli che assieme a Renzi lavorò contro la sentenza costituzionale 70/15 sulla perequazione. Si vergogni Zanetti commercialista dei miei stivali.vergogna! I pensionati ti hanno già fottuto alle politiche e pure il tuo amichetto Renzi,come hai ben visto!

ted

Dom, 26/01/2020 - 11:54

Bernardo47: si ricordi che era lo Sceriffo di Nottingham che aveva il Diritto dalla sua parte ed il fuorilegge era Robin Hood.Il popolo ha tramandato nella leggenda un'altra storia , guardi un pò.Ci rifletta !Ma se lei è stato un dipendente e per di più statale , queste cose non le può comprendere.Senza offesa ,mi creda. Cordialmente.