Mondo

Grecia, scontri tra manifestanti e polizia ad Atene: un morto

Lancio di molotov contro le forze dell'ordine in piazza Syntagma. Migliaia di persone manifestano contro l'austerity. Paralizzati i trasportI e gli uffici pubblici. Morto per infarto un manifestante

Grecia, scontri tra manifestanti e polizia ad Atene: un morto

Ancora paura, ancora scontri e ancora violenza. E alla fine c'è scappato anche il morto. La Grecia non riesce a trovare pace e, anche questa volta, il teatro degli contri è la centralissima piazza Syntagma. Alcuni manifestanti incappucciati hanno lanciato bombe molotov contro le forze dell'ordine disposte attorno al Parlamento. Ai lanci dei contestatori i poliziotti hanno risposto sparando lacrimogeni.

I manifestanti, che sono alcune migliaia, si sono radunati in piazza per lo sciopero generale indetto dai due maggiori sindacati contro le nuove misure di austerità richieste dalla troika e che il governo si accinge a varare. Sarebbe proprio durante questi scontri che avrebbe perso la vita un manifestante, colpito probabilmente da infarto. La vittima degli scontri, secondo i primi resoconti dei media ellenici, sarebbe un uomo di 65 anni, lavoratore marittimo iscritto al Pame, il sindacato vicino al Partito comunista di Grecia (Kke).

I trasporti pubblici, i collegamenti ferroviari, marittimi e aerei sono rimasti paralizzati dalla mobilitazione sindacale. Nella capitale la metro si è fermata alle 8 (ora italiana) e anche i tassisti scioperano tutto il giorno. La prossima manifestazione generale è stata indetta per il 14 novembre, giornata di mobilitazione internazionale che vedrà svolgersi agitazioni anche in Spagna e Portogallo. Lo fa sapere Yannis Panagopoulos, leader del Gsee, il principale sindacato ellenico.

Nel frattempo il governo greco, guidato dal primo ministro conservatore Antonis Samaras, continua a discutere con la "troika" sugli ultimi dettagli del programma di aggiustamento economico, da attuare in cambio di un prestito di 31,5 miliardi di euro. Ma nel paese infiamma la protesta.

Commenti