I soliti pregiudizi tedeschi: "L'Italia è ingovernabile come Romania e Bulgaria"

La sparata del commissario europeo Goettinger è stata subito smentita da Berlino, ma smaschera l'ennesimo pregiudizio

I soliti pregiudizi tedeschi: "L'Italia è ingovernabile come Romania e Bulgaria"

Ignoranza e pregiudizio. L'ultimo scivolone arriva dal commissario europeo per l’energia Guenther Oettinger in un’intervista rilasciata alla Bild online: "A me preoccupano Paesi che complessivamente sono quasi ingovernabili come Bulgaria, Romania e Italia". Una sparata velocemente smentita da Berlino che tuttavia smaschera un sentire diffuso che, troppo spesso, emerge anche nelle dichiarazioni di personalità di rilievo e politici di lungo corso come Oettinger.

Le repliche, giustamente stizzite, della politica italiana non si sono fatte attendere. Per Enzo Moavero Milanesi, ministro degli Affari Europei, "denotano una superficialità di informazione che non corrisponde alla realtà che noi conosciamo meglio di chi saltuariamente frequenta il nostro Paese". Per Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera: "Le parole di Oettinger potrebbero cogliere di sorpresa e certamente indignano in modo insopportabile. Ma sono anche segno dei tempi: la Germania, troppo spesso, si sente lo Stato egemone dell’Europa, e da tale si comporta".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento