Un Natale lontano da casa per i nostri marò. "Questa sera tempesta di tweet per sostenerli"

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, da due anni trattenuti in India, trascorrono il Natale a New Delhi

Un Natale lontano da casa per i nostri marò. "Questa sera tempesta di tweet per sostenerli"

Un Natale lontano da casa e dai propri affetti. Un Natale di prigionia per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i nostri due fucilieri del battaglione San Marco, trattenuti da due anni in India con l'accusa di aver ucciso due pescatori del posto, scambiandoli per pirati. L'anno scorso avevano potuto usufruire di un permesso di due settimane per poter passare le festività con i loro cari. Ma questa volta no.
"In questo giorno di festa davvero particolare, e nonostante siamo lontani dalle nostre case, sentiamo il vostro grandissimo e caloroso affetto. Auguriamo a tutti voi un buon e sereno Natale con la speranza che il 2014 ci restituisca la serenità che ormai da due anni attendiamo. Buon Natale", lo scrive su Facebook Vania Ardito, moglie del marò barese Salvatore Girone, da New Delhi, dove ora si trovano i due militari che sono stati raggiunti dagli "affetti più cari", così come ha annunciato ieri, sempre sul social network, il marò Latorre.
Arriva invece dalle pagine di twitter l'augurio di Latorre: "In questa giornata di festa, sento in particolar modo la vostra calorosa vicinanza. Colgo l'occasione per augurarVi un Buon Natale". Proprio sulle pagine del social network di microblogging, questa sera, ci sarà una "tweet storm" (tempesta di tweet) che gli internauti stanno organizzando per "far sentire la nostra vicinanza ai due fucilieri trattenuti ingiustamente in India".
L'appuntamento per dedicare un pensiero ai fucilieri è per le ore 21: i promotori dell'iniziativa invitano a esprimere "solidarietà e affetto" pubblicando anche la foto di una candela col nastro giallo. E' la seconda volta che i sostenitori dei fucilieri organizzando sul web una tweet storm: la prima, alla quale parteciparono in migliaia, fu organizzata il 4 novembre scorso, in occasione della festa delle Forze Armate.

Commenti