Nel tesoro ritrovato dei nazisti anche dei capolavori del XVI secolo

Tra le opere ritrovate lo scorso anno pezzi di Picasso, Renoir, ma anche un'opera sconosciuta di Chagall

Un pezzo di Otto Dix ritrovato tra le opere trafugate dai nazisti

Sono oltre 1.500 le opere trafugate durante gli anni del nazismo, ritrovate e studiate dalla storica dell'arte Meike Hoffman, della Freie Universitaet di Berlino. Un vasto catalogo di capolavori, che provengono anche dai tesori rubati dagli uomini del Reich, tra i quali sono stati rinvenuti un dipinto sconosciuto attribuito a Marc Chagall e un autoritratto di Otto Dix.

L'opera più antica studiata dalla Hoffman è un quadro che risale al XVI secolo. È stata ritrovata, insieme alle altre, nell'appartamento di Monaco di Cornelius Gurlitt, 79enne figlio del mercante d'arte Hildebrant Gurlitt, al lavoro negli anni del nazismo per conto del Reich.

Nella casa di Gurlitt sono stati ritrovati pezzi di Renoir, Matisse, Picasso, Chagall, Toulouse-Lautrec, Marc, Nolde, Macke, Courbet, Beckmann, Liebermann e Dix. Tutte le opere sono state conservate in modo professionale. Alcuni dei quadri sono da ripulire, ma nessuno di questi è danneggiato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.