Nonostante la crisi la donna più potente è (ancora) la Merkel

Per il terzo anno di seguito la cancelliera tedesca è la donna più potente del mondo. Non la schioda nemmeno la recessione

Nonostante la crisi la donna più potente è (ancora) la Merkel

Nemmeno la crisi economica è riuscita a schiodarla dai vertici del potere mondiale. Per il terzo anno consecutivo la cancelliera tedesca Angela Merkel guarda tutti dall’alto nella classifica delle cento donne più potenti del mondo stilata da Forbes. Il presidente brasiliano, Dilma Rousseff, scala una posizione e si attesta al secondo posto alle spalle del cancelliere tedesco, presente nella graduatoria ben otto volte negli ultimi dieci anni. La prima italiana in classifica è Miuccia Prada, cinquattottesima. Soltanto un’altra connazionale è riuscita ad entrare nella classifica ed è la ricercatrice del Cern, Fabiola Gianotti, settantottesima.

Per il 2013 quattro delle prime cinque posizioni sono occupate da personalità politiche: oltre alla Merkel e alla Roussef, compaiono Michelle Obama (quarta) e Hillary Clinton in quinta posizione. L'"intrusa" è Melinda Gates (terza), cofondatrice della fondazione che porta il suo nome e quello del marito, il presidente di Microsoft, Bill Gates. Al sesto posto troviamo la direttrice delle operazioni di Facebook, Sheryl Sandberg, che scavalca la direttrice dell’Fondo monetario internazionale Christine Lagarde, il segretario della Sicurezza interna degli Stati Uniti Janet Napolitano e il capo del partito al governo in India Sonia Gandhi, prima asiatica della lista. Al decimo posto troviamo il presidente della PepsiCo, Indra Nooyi.

Il web rafforza la sua presenza tra le prime venti posizioni con il presidente di Hewlett-Packard, Meg Whitman, le più alte cariche di Ibm, Virginia Rometty, e di Xerox, Ursula Burns. La prima donna del mondo dello spettacolo in classifica è la presentatrice americana Oprah Winfrey, tredicesima davanti a Beyoncè, Angelina Jolie e a Lady Gaga, la più giovane del gruppo con i suoi 27 anni, attestata quarantacinquesimo posto. La decana delle donne più potenti è invece la regina d’Inghilterra: a 87 anni è in quarantesima posizione. La moda è presente con tre donne: la direttrice di Vogue america Anna Wintour, Miuccia Prada e Diane Von Fustenberg. Ma la scalata più evidente è quella del presidente della Corea del Sud Park Geun-Hye, che balza direttamente all’undicesimo posto, mentre la first lady cinese Peng Liyuan deve accontentarsi della cinquantunesima posizione. La prima africana è Joyce Banda, presidente del Malawi, al qurantasettesimo posto.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento