Fazio: «Nessun taglio alla lotta al cancro»

«La lotta ai tumori è una delle priorità del Governo. La manovra non implica alcuna riduzione né nel numero, né nella tipologia, né nella qualità delle prestazioni in ambito oncologico e inoltre è allo studio un piano teso a consolidare e a potenziare il ruolo del nostro Paese per la diagnosi e la cura delle patologie oncologiche». Il provvedimento fiscale messo a punto dal governo non prevede restrizioni ai fondi in questa materia e il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha tranquillizzato chi temeva che i tagli toccassero anche questo delicato argomento.
Se la lotta al cancro non sarà insomma toccata, l’edilizia dovrebbe portare soldi alle casse dello Stato. Un condono edilizio per i mini-abusi, commessi per necessità sarebbe allo studio nonostante ci sia ancora qualche dubbio. Il finiano Maurizio Saia spiega di condividere l’utilità del provvedimento «solo se tengono fermi due capisaldi: la necessità di un richiamo forte alla legalità e l’eccezionalità. Incentivare l’abusivismo sarebbe deleterio». Più cauto Luigi Grillo, presidente della Commissione Lavori Pubblici di Palazzo Madama: «È un tema delicato e se c’è consenso si può fare». Se sarà accolta la proposta di un condono edilizio sui mini-abusi, si tratterebbe della terza sanatoria in 16 anni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti