Finanza sostenibile

Finanza sostenibile e fintech, il connubio possibile

Le tecnologie fintech guidano il futuro della finanza: vediamo i campi di maggiore applicazione per la sostenibilità

La via del fintech per una finanza più sostenibile

Il fintech è la frontiera di sviluppo delle pratiche della finanza d'impresa e quella tradizionale per abbattere il costo ambientale e l'impronta in termini di sostenibilità del settore. La responsabilità sociale delle imprese è stata un modello di business fondamentale per decenni, ma la Conferenza sui cambiamenti climatici COP26 del 2021 a Glasgow ha chiarito l'urgenza di agire con lo scopo di renderla sempre più mainstream nella finanza e nell'economia reale. L'industria fintech è nella posizione ideale per utilizzare la sua posizione di rilievo sulla scena globale e influenzare positivamente le sfide cruciali del mondo di domani.

L'uso intrinseco da parte di Fintech di big data, intelligenza artificiale e informazioni in tempo reale, rende il settore un modello di ruolo perfetto quando si implementano pratiche logistiche rispettose dell'ambiente e sostenibili. La finanza tecnologia ha processi più efficienti ed efficaci e può usare uno screening ottimale delle procedure legate a erogazione di fondi e transazioni che coinvolgono vincoli legati al rispetto delle normative Esg da parte di emittenti o riceventi di capitali.

L'intelligenza artificiale, l'analisi avanzata dei dati, i token e le tecnologie di contabilità distribuita (DLT) sono alcune delle soluzioni fintech più promettenti per un settore finanziario sostenibile. Tra la sua vasta gamma di applicazioni, BNP Paribas evidenzia quanto segue nel suo rapporto Fintechs and the ESG Data Challenge: le tecnologie fintech possono permettere a un'istituzione finanziaria di analizzare l'esposizione dei portafogli azionari e obbligazionari a diversi scenari di rischio legati alla transizione climatica; gli investitori disporrebbero quindi di parametri di riferimento rispetto ai quali confrontare i propri portafogli. Si possono inoltre valutare in tempo reale le opinioni pubbliche sulla sostenibilità attraverso l'analisi AI di milioni di dati non strutturati. Utilizzando questi tipi di strumenti, il rapporto di BBVA Research Understanding the sustainability framework using Big Data identifica i dibattiti e le preoccupazioni sociali relative a questo problema al fine di comprendere meglio cosa, come, quando e dove le persone parlano di sostenibilità, catturando le questioni di maggiore preoccupazione, gli attori che guidano il dibattito e come si relazionano tra loro.

La trasparenza e la collaborazione tra i membri della catena di approvvigionamento sono una necessità per far funzionare una catena di approvvigionamento "verde", e questo alla fine riduce gli sprechi e aumenta l'efficacia dei costi per tutti i partecipanti. Tecnologie come la blockchain possono aiutare a creare maggior conoscenza e responsabilità nelle catene del valore interne a un sistema finanziario. Coinvolgendo inoltre in profondità i clienti.

I dati pubblicati da Statista mostrano infatti quanto significativamente le soluzioni Fintech abbiano cambiato il modo in cui facciamo banca e svolgiamo la nostra attività finanziaria come nazione. Nel 2007, solo il 30% dei clienti bancari utilizzava regolarmente i servizi bancari digitali, una cifra che è salita al 76% nel 2020. Le app di budgeting e investimento per le finanze personali aiutano anche le persone a raggiungere i propri obiettivi individuali per la sostenibilità.

Le aziende Fintech possono misurare e verificare l'impatto di prodotti finanziari sostenibili, come obbligazioni "verdi", prestiti e fondi di investimento, e apportare le modifiche necessarie per migliorare i prodotti, utilizzando i big data per misurare l'impatto ambientale degli asset delle aziende (ad esempio, le loro emissioni di carbonio o la tracciabilità della loro catena di approvvigionamento).

Soddisfare i criteri ESG (ambientali, sociali e di governance) è un obiettivo sempre più importante per le aziende, un obiettivo che investitori e consumatori sostengono. Secondo i dati di Refinitiv, l'interesse degli investitori per gli asset sostenibili è aumentato del 34% dal 2020, del 61% quando si è trattato di investitori millennial. La stessa percentuale si applica ai consumatori di questa generazione che cercano prodotti fabbricati secondo questi criteri.

L'interesse si sta spostando anche sui mercati dei capitali, come riflesso da organizzazioni come il Fondo monetario internazionale e il Nasdaq. Entro il 2030, i modelli di business sostenibili potrebbero creare opportunità economiche per un valore di 12 trilioni di dollari all'anno e quasi 400 milioni di posti di lavoro, principalmente nei paesi in via di sviluppo.

Ma garantire che gli obiettivi allineati con la sostenibilità vengano raggiunti richiede la valutazione del loro raggiungimento. E questa valutazione sarà più accurata ed efficace se le istituzioni disporranno di una solida infrastruttura tecnologica insieme a indicatori e metodi di misurazione uniformi, standardizzati e coerenti. Si tratta di un problema molto complesso, che il fintech potrebbe aiutare ad affrontare. Aumentando la sostenibilità e la profittabilità di un sistema finanziario globale sempre più connesso, complesso e tecnologico.

Commenti