Gelmini applaude i nuovi talenti

Istituito nel 2003 con l’intento di far conoscere al grande pubblico i migliori talenti che frequentano Conservatori ed Accademie in Italia, il Premio nazionale delle Arti 2009, giunto alla sesta edizione, si conclude con una serata di gala e relativa premiazione dei vincitori ad opera del ministro Mariastella Gelmini, questa sera, ore 21, nella cornice del Teatro all’aperto della Accademia Nazionale di Danza (largo Arrigo VII). Alle selezioni da cui sono usciti i vincitori nella varie discipline - musica soprattutto, ma anche danza, teatro e arti visive - hanno partecipato tutti i Conservatori ( una settantina), le Accademie di Danza e di Arte drammatica e infine le varie Accademie di Belle Arti. La parte del leone la faranno i musicisti, se non altro per la ricca articolazione degli insegnamenti impartiti nei Conservatori, che vanno dai singoli strumenti, alle formazioni cameristiche, al canto, al jazz. Complessivamente, gli istituti che vantano vincitori nell'edizione 2009 rappresentano all'incirca il 10% del totale. Il che dovrebbe far sperare che la selezione sia stata durissima e che il Premio, tutti se lo siano meritati. Concepita come uno spettacolo, dal titolo: 'L'arte della felicità', la serata è affidata alla guida di Paola Saluzzi, e ad una voce recitante che ne scandirà i diversi momenti. I premiati si esibiranno nelle rispettive discipline A cominciare dalla vincitrice della sezione canto: Maria Laura Martorana, soprano, proveniente dall'Aquila e già meritatamente in carriera. Fra i vincitori che ci piacerà ascoltare segnaliamo il Quartetto di percussioni di Trapani; la violinista di Vibo Valentia, Greta Medini; l’arpista Silvia Vicario di Udine; di Benevento il Quartetto Jazz, e la pianista Irene Veneziano. Ore 21. Ingresso libero.

Commenti