Genoa-Spezia, la paura strappa i biglietti

Cresce l’attesa per la sfida tra Genoa e Spezia. Crescono le motivazioni delle squadre e forse più ancora delle tifoserie divise da una rivalità fortissima. Inevitabile che di conseguenza crescano anche le preoccupazioni per l’ordine pubblico. Soprattutto per il previsto esodo in massa degli ultrà bianconeri, che hanno polverizzato i duemila biglietti concessi dal Genoa ai sostenitori ospiti sulla base delle norme di sicurezza imposte dal ministero dell’Interno. Ora, per trovare un posto a Marassi, gli spezzini cercano di uscire dalle «gabbie» e conquistare anche posti di altri settori, magari quelli di Gradinata Sud, dove invece saranno presenti i genoani.
Per questo motivo la polizia ha anche dovuto sospendere la prevendita di biglietti in una ricevitoria della Lottomatica con sede proprio alla Spezia. Tale rivendita infatti aveva già venduto diversi tagliandi, senza però poter verificare la fede sportiva degli acquirenti. In pratica rischiava di concedere ai tifosi bianconeri i biglietti per settori non autorizzati e riservati ai «rivali». Il problema si è posto proprio in occasione della partitissima della serie C. Perché da tempo questa ricevitoria garantisce agli appassionati spezzini la possibilità di acquistare i biglietti per le partite casalinghe del Genoa senza dover fare un lungo viaggio. Ma ora, e solo per questo match, la polizia ha deciso di sospendere la prevendita, in ottemperanza alla normativa sugli stadi.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.