AGGRESSIONI IN PIAZZA MATTEOTTILa Digos apre l'inchiesta sui disordini

La Digos della questura di Genova ha aperto un'inchiesta sui disordini avvenuti giovedì mattina in piazza Matteotti durante la manifestazione di solidarietà, durante il lutto cittadino, indetta dalle istituzioni cittadine a seguito dell'incidente avvenuto nel porto di Genova. La protesta era stata effettuata da un gruppo ristretto di persone che dopo aver interrotto la manifestazione è salito sul palco e ha ingiuriato alcuni poliziotti. Gli investigatori ne avrebbero identificato quattro o cinque, alcune delle quali già conosciute alle forze dell' ordine, che potrebbero essere denunciate per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Durante la manifestazione era stato anche duramente contestato il cappellano del lavoro monsignor Luigi Molinari al quale era stato anche strappato il microfono per impedirgli di parlare. Prima c'erano state le parole del sindaco Marco Doria che in una piazza gremita aveva parlato di «un duro colpo che ha investito le vittime da una parte e il porto, cuore di questa città», poi sono arrivati le urla di alcuni operai portuali che hanno chiesto e detto «basta al teatrino delle istituzioni».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento