Cronache

il derby dei lettori

2 L'INUTILE SDOPPIAMENTO
Ecco perché non serve

fare il Campionato Riserve
Caro Massimiliano, vorrei affrontare un tema sollevato da più commentatori sulla necessità di un campionato riserve per «migliorare» la qualità degli organici e dare la possibilità ai giovani calciatori di crescere più in fretta. Rispetto al passato le condizioni sono molto cambiate. Primo, oggi si hanno delle rose oceaniche di titolari e quindi pochi sarebbero i giovani che verrebbero utilizzati. Secondo i costi, già il campionato primavera costa molto con trasferte lunghe e di fatto ne sarebbe uno sdoppiamento. Altra cosa, la domenica oggi la panchina è lunghissima, una volta era cortissima. Un giocatore che fa il campionato riserve il sabato poi lo porti in panchina la domenica con la prima squadra? Ed ancora, a questo punto verrebbe messo in discussione il campionato Primavera se farlo e come. E perché? Solo perché qualcuno ritiene, a torto, che con il ritorno al Campionato Riserve ci sarebbero più giovani pronti ad esordire nelle prime squadre. Cioè più giovani giocatori pronti. Ci sono due follie di base a questo ragionamento, i costi pazzeschi e non gestibili dalle società e il caos per i settori giovanili con svuotamenti e incomprensioni sulla crescita dei giovani. Volere il campionato Riserve nasconde solo il vero problema delle nostre società professionistiche, la volontà «politica» di fare concretamente un progetto che sposi la crescita, lo sviluppo e l'esordio del giovane.
È un discorso di mentalità delle società e non di mancanza di qualità dei ragazzi. Anche un cieco andando a vedere le partite della Primavera individua i più promettenti o quelli che mandati in Lega Pro possono fare bene. Avere dei gemellaggi con questa Lega è fondamentale ai fini della maturità di un giovane calciatore. Ma qua viene il bello, se il ragazzo ti torna dopo una buona stagione di Lega pro o di Serie B, ci devi credere e dargli la possibilità di giocare. Invece, molto spesso si preferisce andare all'estero, chissà per quale motivo valido(?) e prendere a scatola chiusa in videocassetta un ragazzo magari ben sponsorizzato.
Questo modo di lavorare non è programmazione è improvvisazione e non porta a nulla. Il campionato Primavera dei giovani calciatori basta ed avanza, bisogna crederci, ma questa è un'altra storia.

Commenti