Imprenditore da 50 anni: «Dimostrerò la mia serietà»

Imprenditore da 50 anni: «Dimostrerò la mia serietà»

Cinquant’anni di carriera, conosciuto in tutto il mondo, ideatore, tramite la propria azienda di brevetti farmaceutici di grande importanza, oggi Giuseppe Lungaro, titolare della «Ecobi» di Ronco Scrivia, si trova ad affrontare una situazione di grande difficoltà, anche a seguito di pignoramenti di macchinari da parte di Equitalia. La sua azienda è stata sottoposta a sequestro dai carabinieri del Nas, per alcune irregolarità dovute, ma Lungaro, anziano e serio imprenditore, non vuole perdere insieme alla sua ditta anche la reputazione di onestà, conquistata in cinquant’anni di viaggi in tutto il mondo per far conoscere i proprio prodotti farmaceutici che hanno saputo sempre stare sul mercato a scapito della concorrenza fortissima di aziende multinazionali.
«I miei dipendenti lo sanno - spiega - e visto che li ho dovuti mettere in cassa integrazione ho un dolore nel cuore. Ma vorrei che la gente sapesse che se qualcosa è andato storto non è stata per malafede mia e lo saprò dimostrare nelle sedi opportune».

Commenti