«Magic Zenaland», l'alternativa ai giardinetti

«Magic Zenaland», l'alternativa ai giardinetti

Trattenersi dalla tentazione di tuffarsi dentro a una piscina riempita da decine di morbide palline colorate. Difficile per un adulto, figuriamoci per un bambino. Questa è solo una delle molteplici attrazioni che si possono trovare nel nuovo parco divertimenti «Magic Zenaland» gestito dall'associazione «Musica e Magia» e inaugurato da pochi giorni all'interno del complesso delle piscine di Albaro in piazza Henry Dunant. Più di 80 gli ingressi registrati il giorno dell'apertura, a controprova del fatto che la zona ricreativa è un'alternativa valida e vincente, soprattutto paragonata ai soliti giardini pubblici della zona lasciati nel più totale abbandono.
L'area, di ben 400 metri quadri, oltre a essere circondata dal verde, al suo interno offre diverse possibilità di svago: giochi gonfiabili, salterelli, altalene, ping-pong, calcetto e un grosso palco animazione e baby dance. Da non dimenticare la piscina adibita alle «water ball», l'ultima novità in fatto di divertimenti negli Usa. Si tratta di grosse sfere trasparenti in pvc che permettono di camminare sull'acqua, tutto è concesso una volta entrati all'interno delle «ball», dai salti alle capriole. Inoltre è possibile partecipare a un serie di feste speciali, il cui programma è ritirabile direttamente all'ingresso del parco giochi. Ne anticipiamo alcune come il carnevale estivo, lo schiuma party, la gara con gli aquiloni e la festa del cioccolato.
Modesti i prezzi di ingresso. Dai 3 euro richiesti per 30 minuti ai 5 euro per 1 ora, mentre l'entrata per l'intera giornata è concessa a 8 euro facendo riferimento al seguente orario: dal lunedì al venerdì 9.30-12.30/15-19.30, mentre il sabato e la domenica orario continuato 9.30-20. A differenza di molti altri parchi di divertimento «Magic Zenaland» regala l'entrata ai genitori che sono però tenuti a sorvegliare i propri figli per tutta la permanenza all'interno dell'area ludica.

Commenti