Una grande orchestra nata alla radio

La sua attività vorticosa fa girare la testa. È impegnato su mille fronti; pubblica compilation che si fiondano in vetta alle classifiche (l’ultima, Buena vita, un cofanetto di tre cd che comprende artisti come Nate James e James Taylor ed altri come gli Indigo Sun che rileggono brani dei Queen oltre agli italiani da lui lanciati come Nicola Conte), va in onda e dirige Radio Monte Carlo, è direttore artistico del Blue Note ed è un grande appassionato di jazz.
Tanto appassionato da trasformarsi in cantante alla guida della swingante Montecarlo Nights Orchestra. Non è una novità ma è una piacevole tradizione e un momento di festa che si ripete spesso - senza stancare - al Blue Note. Così Nick guiderà la Montecarlo domani e dopo (per quattro concerti, due a sera com’è tradizione del club). La novità però arriva stasera, dove Nick, presentando il suo nuovo cd Nice One!, si esibisce in quintetto più un quartetto d’archi. Al suo fianco ci saranno figure di primo piani del jazz italiano come Daniele Scannapieco al sax tenore, il nuovo talento Roberto Tarenzi al pianoforte, Dario Rosciglione al contrabbasso e Amedeo Ariano alla batteria e l’aiuto degli Archimia. Come dice il suo nome d’arte, Nick The Nightfly (preso da un album di Donald Fagen ché il suo vero nome, da buon scozzese, è Malcolm McDonald) vola attraverso i generi musicali sposando jazz (interpreta brani tanto di Duke Ellington che di Horace Silver), pop (i successi dei Beatles), suoni d’atmosfera. «Mi piace creare atmosfere romantiche, cimentarmi con i grandi del jazz, cantare ballate lente ma anche far battere il piede al pubblico»: in queste parole si riassume lo stile di Nick, che questa volta propone le sue nuovce composizioni con un ensemble più ristretto. Non c’è lorchestrona a «coprire» e lui dovrà far valere tutta la sua abilità vocale. Una sfida che non lo spaventa, un po’ perché gioca in casa, un po’ perchè «se non c’è feeling e sentimento inutile cantare e suonare, meglio fare un lavoro qualsiasi; per fortuna sento sempre qualcosa dentro quando mi esibisco e spero che la stessa cosa accada al mio pubblico».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.