Guerra aperta alla spazzatura

Guerra aperta alla spazzatura

Cappellino, pettorina, ramazze, guanti e sacco rigorosamente in cotone riciclato per tutti i volontari. Parte oggi e dura fino a domenica, l’iniziativa Puliamo il mondo che nella nostra regione prevede 30 appuntamenti da Imperia a La Spezia. Si tratta di un progetto internazionale che coinvolge ogni anno quasi 40 milioni di persone in 120 Paesi e che ieri, in Liguria, è stata presentata dai responsabili di Legambiente Salvatore Franco e Santo Grammatico insieme all'assessore regionale Franco Zunino. Come è tradizione dal 1989, Puliamo il mondo, alla sua sedicesima edizione, richiama tutti coloro, di tutte le età, amministratori locali compresi, a impegnarsi per l'ambiente liberando, nella tre giorni verde, parchi, giardini, strade, piazze, fiumi e spiagge, da rifiuti abbandonati. Nelle province liguri hanno dato la loro adesione 29 amministrazioni comunali e molte scuole, tanto che saranno 1500 gli studenti di elementari, medie e superiori che, accompagnati dagli insegnanti, opereranno per la pulizia del territorio. «Sono soddisfatto - dice Zunino - delle adesioni di cittadini, enti locali e scuole. Purtroppo rimaniamo però la regione del nord con la più bassa percentuale di raccolta differenziata. È necessaria una decisa inversione di tendenza. Per questo sono a disposizione delle amministrazioni locali i fondi per incrementare i progetti di raccolta differenziata porta a porta. Nei prossimi giorni porteremo in giunta la delibera che prevede di assegnare 500mila euro ai Comuni più virtuosi. Ci sono poi i 5 milioni di fondi Fas da investire nella differenziata». Se Genova, sempre sulla differenziata, è il fanalino di coda fra le grandi città del nord, con circa il 21 per cento (c’è arrivata in due anni, salendo da un misero 13 per cento), anche gli altri capoluoghi di provincia non fanno molto meglio, con Imperia ferma al 21 per cento, Savona al 25, La Spezia al 26. I Comuni virtuosi, invece, sono Villanova d'Albenga e Deiva Marina, con oltre il 45 per cento, Albenga tocca il 40, Pietra Ligure il 35. La Liguria si attesta, però, soltanto quasi al 23 per cento. A Genova Puliamo il mondo avrà il suo clou nella spiaggia di San Giuliano sabato e domenica e la domenica si puliranno anche i sentieri del Monte Moro, recentemente colpiti dall'incendio. Verrà pulita villa Giuseppina, il parco sopra via Bologna, e la zona del parco del Peralto. Sul sito www.legambienteliguria.org si possono trovare tutti gli appuntamenti della nostra regione.