I file del "ribelle" Elmer nelle mani di Assange: "Duemila grandi evasori"

Il fondatore di Wikileaks ha ricevuto due dischetti con i dati di 2mila clienti di banche elvetiche dalle mani di Rudolf Elmer. Ma Assange: "Valuterò i dati. Diffusi solo se ci sarà traccia di evasione"

I file del "ribelle" Elmer 
nelle mani di Assange: 
"Duemila grandi evasori"

Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, ha ricevuto oggi, in una conferenza stampa trasmessa in diretta da Sky, due dischetti con i dati di 2mila clienti di banche elvetiche, tra cui quaranta politici, dalle mani di un ex banchiere "ribelle" Rudolf Elmer.

La lunga lista degli evasori "Le informazioni non saranno pubblicate immediatamente. Wikileaks valuterà i dati e se veramente ci sarà traccia di evasione fiscale, saranno diffusi", ha confermato Assange dal Frontline Club, la proprietà del Suffolk, in Inghilterra, dove è in libertà vigilata. Secondo quanto dichiarato dall’ex banchiere, che ha preso anche lui la parola, tra i clienti presenti sui due dischetti figurano milionari e società di diversi Paesi, tra cui Svizzera, Stati Uniti, Germania e Gran Bretagna. I dati provengono da almeno tre istituzioni finanziarie e coprono il periodo tra il 1990 e il 2009.

Il segreto bancario Elmer, ex direttore della Banca Julius Baer alle isole Cayman, comparirà davanti alla Corte di Zurigo mercoledì per rispondere delle accuse di violazione del segreto bancario, dopo aver tramesso già nel 2007 a Wikileaks i dati di alcuni clienti. "Il segreto bancario svizzero deve sparire ma gli svizzeri fanno del loro meglio per proteggerlo", ha detto Christianson. I nomi andranno alle autorità competenti. La lista precedente non ha riscosso molta attenzione. Se falliscono si vedrà, è stato detto in conferenza stampa.

Commenti