I grifoncini «asfaltano» i blucerchiati: 4-1

Che derby! Samp e Genoa Primavera danno vita a un match fantastico che regala la finale scudetto ai rossoblù, ma rende l'onore delle armi ai blucerchiati. Allo stadio comunale Helvia Recina di Macerata la squadra di Chiappino s'impone per 4-1 e tra due giorni affronterà l'Empoli, sognando il tricolore. Primo tempo equilibrato: Scepovic risponde a El Shaarawy, Testardi divora un gol colossale. Ripresa a tinte rossoblù: Ragusa e Chinellato (due volte) spianano la strada della finale ai grifoncini. La Samp paga la fatica dei supplementari contro il Milan.
COSTANTINO: 6. Incolpevole sui gol. Dopo tre minuti ne evita uno a Doninelli con un balzo prodigioso. Al 14' della ripresa si supera, neutralizzando la palombella di Gucher.
BUONO: 6. Fatica a prendere le misure di El Shaarawy che lo sorprende in occasione del vantaggio rossoblù. Cresce alla distanza. Il ragazzo ha muso buono (nomen omen).
BLONDETT: 5. Il centrale della Samp non ripete l'ottima partita con il Milan, nella quale aveva dato il là alla rimonta.
MESSINA: 5. Partecipa al naufragio blucerchiato nella ripresa. Dal 23 s.t. ELSNEG s.v..
REGINI: 6,5. Il migliore della retroguardia. Serve a Scepovic l'assist del pareggio, saltando mezza difesa rossoblù. Macina la fascia come un trattore. Se la Samp cerca un sostituto di Ziegler, non deve fare molta strada, perché (forse) lo ha già in casa.
MOHAMMED RABIU: sv. Il suo derby finisce dopo mezzora per un affaticamento all'adduttore. Aglietti lo sostituisce con GRIECO: 6.
SORIANO: 6,5. Tra lui e Cofie è guerra di sciabole e muscoli. Finisce in parità.
OBIANG: 6. S'infrange sul muro di Gucher.
RIZZO: 6. Senza infamia e senza lode. Dall'17 s.t KRSTICIC: s.v.
TESTARDI: 5. Incredibile la palla gol che spreca al 45' del primo tempo.
SCEPOVIC: 7. L'attaccante serbo è una spina nel fianco della difesa del Genoa. Al 18' fa le prove del gol che Perin gli nega, accartocciandosi sul primo palo. L'assist di Regini è un invito a nozze che lui accetta volentieri. Aveva promesso un grande derby: è stato di parola.
All. AGLIETTI: 6. Ce l’ha messa tutta.
PERIN: 7. Il Genoa ha bisogno di un portiere? Eccolo.
GREA: 5. Capitan futuro sente la stracittadina come pochi. Primo tempo senza lampi. Meglio nella ripresa quando bombarda la Samp sulla fascia e serve a Ragusa il gol del nuovo vantaggio. Esce zoppicando. Dal 22 s.t. CARLINI: s.v.
BERTONCINI: 6. Sul pareggio della Samp è chiaramente in ritardo. Si rinfranca col passare dei minuti e non sbaglia più un colpo.
TERIGI : 5,5. Soffre il dinamismo di Scepovic.
POLENTA: 6. L'eroe dei quarti di finale (doppietta dal dischetto) non si ripete, ma merita comunque una sufficienza piena.
GUCHER: 7. Mastino del centrocampo. Pressa, costruisce, tira. Gli manca solo il gol.
DONINELLI: 6,5. Un jolly che farebbe felici tanti allenatori.
COFIE: 6,5. Che duello con Obiang! Dal 37 s.t YMERI s.v.
RAGUSA: 7. Contro il Chievo si era procurato due rigori, vestendo i panni del salvatore della patria. Aglietti lo ha studiato bene, costruendogli una "gabbia" attorno. Quando esce dalla gabbia, regala al Faraone il pallone del vantaggio e mette a segno il 2-1.
El SHAARAWY: 7,5. Chi si aspettava fosse l'hombre del partido non è rimasto deluso. Gioca a sprazzi, ma quando si accende, per la Samp sono dolori. Segna un bel gol in controbalzo, ne sfiora un altro che s'infrange sulla traversa.
CHINELLATO: 8. Stretto nella morsa di Blondett e Messina, fatica a trovare spazio. Fino al 19' della ripresa quando schiaccia di testa il gol del 3-1. Basta così? No perché si ripete subito dopo in contropiede, firmando una doppietta d'autore. Dal 29 s.t. BOAKYE.
All. CHIAPPINO: 8. Azzecca tutto.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti