I pm interrogano la sorellastra della piccola Denise

È stata interrogata due volte dai magistrati della procura dei minorenni, e in entrambi i casi Jessica, la sorellastra di Denise, la bimba scomparsa un anno fa da Mazara del Vallo (Trapani), non ha convinto i pm che l'accusano di sequestro di persona in concorso con ignoti. E per questo dovrà essere nuovamente sottoposta ad interrogatorio. La difesa della ragazza, che all'epoca dei fatti aveva 17 anni, avrebbe molte lacune e per questo motivo, anche in seguito al deposito di nuovi risultati di indagini delegate ai carabinieri, la giovane dovrà essere ancora una volta interrogata per spiegare meglio alcuni spostamenti fatti il 1° settembre dello scorso anno, le telefonate effettuate e il contenuto di alcune intercettazioni in cui Jessica parla di una «bimba». I primi due interrogatori sono stati svolti nei mesi scorsi in gran segreto, per tutelare la giovane indagata. Intanto oggi, a un anno dalla scomparsa di Denise, a Mazara ci sarà una fiaccolata per sollecitare la liberazione della piccola Denise Pipitone, a un anno esatto dalla sua scomparsa. Alla manifestazione, promossa da numerose associazioni tra cui i giornalisti free lance, parteciperanno anche rappresentanti dell'amministrazione comunale, sia pure in forma privata, esponenti della curia vescovile e semplici cittadini.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento