Imperia ride ancora con Grock

Imperia ride ancora con Grock

Adrian Wettach, in arte Grock, il famoso clown svizzero, è morto a Imperia nel 1959. E Imperia, per la quinta volta, dedica a questo versatile personaggio il Festival Grock Città di Imperia, festival che si aprirà sabato alle 21, in piazza Dante, col «Gran Gala Grock», per chiudersi il 10 ottobre. E per la prima volta gli animali del circo accompagneranno gli artisti durante la grande festa in piazza Dante. Ad aprire l’evento, dopo il successo della scorsa edizione, il «banchetto degli elefanti» che troveranno una tavola imbandita a Calata Cuneo, dalle 16.
La rassegna, diretta da Sergio Maifredi, propone un programma ricco di spettacoli, manifestazioni sportive e attività nelle scuole, e si concluderà al Teatro Cavour con la «Notte dei clown» (ad ingresso libero). Dal 5 al 9 ottobre, sono in programma cinque diversi spettacoli (tutti a ingresso libero) e per la prima volta saranno coinvolte anche le frazioni (Caramagna 5 ottobre; Costa d’Oneglia il 7; Piani il 9; Imperia, ancora in piazza San Giovanni l’8 e a Pieve di Teco il 6 ottobre, sempre alle 21, per la «Grock Parade»).
Sarà inoltre organizzato il set «Facce da Grock», nel corso del quale un fotografo, Alberto Rizzerio ed una scenografa Daniele Sulewic truccheranno e fotograferanno i partecipanti, pubblicando il loro volto on-line. La premiazione ufficiale del Festival è stata fissata per sabato 10, alle 11.30, nella sala consiliare. Quest’anno il premio è assegnato a Paolo Rossi e sarà consegnato dal console generale di Svizzera Hans-Ulrich Tanner alla presenza dell’artista Michal Batory, che per la prima volta ha firmato il manifesto del Festival.