Anche Jole Santelli lascia il governo Letta

La forzista ha presentato le dimissioni da sottosegretario al Lavoro: "Ovvia conseguenza della mia adesione a Forza Italia"

L'ex sottosegretario al Lavoro, Jole Santelli
L'ex sottosegretario al Lavoro, Jole Santelli

In vista del dibattito sulla fiducia al governo, che il premier Enrico Letta ha fissato per mercoledì prossimo, Jole Santelli ha rassegnato le dimissioni da sottosegretario al Lavoro e alle politiche sociali. "La mia decisione - ha spiegato - è ovvia conseguenza della mia adesione a Forza Italia e della mia assoluta condivisione delle idee e del progetto di Silvio Berlusconi".

Come concordato con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, Letta dovrà tornare alle Camere e dimostrare di avere i numeri sufficienti per andare avanti a governare. Intanto, un altro pezzo del suo governo si stacca. La Santelli, come annunciato nei giorni scorsi, ha infatti fatto un passo indietro lasciando l'esecutivo che Forza Italia ha deciso di non sostenere più fuoriuscendo dalla maggioranza. "La fine del governo delle larghe intese costituisce l’epilogo di una stagione politica che avrebbe potuto offrire molto al nostro Paese se non fosse stata avvelenata dall’avversione del Pd all’effettivo dispiego del progetto - ha spiegato l'esponente azzurra - vittima del rancore verso Berlusconi e troppo concentrato sul dibattito interno del partito, credo che il Pd abbia sprecato quella che poteva essere un’importante occasione per il nostro Paese". Prima di lasciare l'incarico la Santelli ci ha tenuto a ringraziare il ministro del Lavoro Enrico Giovannini: "Con il professore ho collaborato con entusiasmo e spirito di squadra".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti