Cronache

Autista e macchina di lusso: ecco il nuovo taxi (con la app)

Il servizio di Uber sbarca a Milano: basta un clic sullo smartphone e si vedono la posizione della vettura, il modello e il conducente

Autista e macchina di lusso: ecco il nuovo taxi (con la app)

È targata a stelle e strisce l'idea della pizza a domicilio o il carretto dei gelati davanti alle scuole. Ma le nuove tendenze si moltiplicano e ora dagli Usa sbarca anche il servizio taxi extralusso supertecnologico prenotabile via app che costa la metà di un'auto a noleggio e poco più di un semplice taxi. In Italia, per la nuova sperimentazione gli americani hanno scelto Milano, città ricca nonostante la crisi e cuore della moda, del design e della finanza.
Così, d'ora in poi, abituiamoci all'idea di veder sfrecciare limousine a vetri scuri nel centro città o sulla tangenziale per l'aeroporto di Malpensa. Fanno parte del parco macchine assunto dalla Uber per il nuovo servizio d'élite che ha già spopolato durante la settimana della moda. La società parla già di migliaia di utenti che hanno utilizzato le auto nere già in circolazione in venticinque città sparse per il pianeta, da San Francisco a Londra a Parigi. E ora è la volta di Milano dove anche il giro della finanza, dell'editoria e quello imprenditoriale hanno già strizzato l'occhio agli eleganti mezzi di trasferimento. E c'è da scommettere che anche i comuni mortali possano scegliere di regalare un giro in città su un'auto extralusso per un compleanno originale.
L'idea è semplice. Basta essere dotati di uno smartphone e il gioco è fatto. Innanzitutto bisogna scaricare gratis la app e registrarsi con un indirizzo email e numero di carta di credito. Quando serve un'auto basta cliccare sull'icona. Si apre una schermata sulla quale compare una mappa con la propria posizione e quella delle auto Uber più vicine. Digitato il luogo di destinazione, compare un preventivo di spesa: se date l'ok, in pochi secondi sullo schermo compare la targa dell'auto, la foto dell'autista che verrà a prendervi, il suo numero di cellulare e il tempo di arrivo. Un altro messaggio segnala che l'auto in due minuti è sul posto. Tutte le auto sono munite di autorizzazione per il noleggio con conducente e possono quindi percorrere le corsie preferenziali, destinate al servizio pubblico. Come un taxi, l'auto nera può essere usata da più persone, ed è pagata solo per le corse effettuate. A fine corsa, le donne vengono accompagnate fino alla porta di casa e lo sportello dell'auto viene rigorosamente aperto dall'autista.
I costi del servizio completo sono addebitati sulla carta di credito, con una ricevuta nella quale oltre al percorso viene indicata ogni voce di spesa. Alla fine ogni cliente può indicare un punteggio di gradimento del servizio: se un autista riceve più volte un giudizio sotto le cinque stelle, viene convocato da Uber per capire cosa c'è che non funziona.
Tutto bello, ovvio. Ma quanto costa questo servizio hollywoodiano? Qualche esempio. Dai Navigli alla Stazione Centrale, una corsa con Uber costa 30 euro, il doppio della tariffa di un taxi. Per raggiungere gli aeroporti di Malpensa o Bergamo il prezzo è invece simile, sui 90 euro. In media, il costo è il 20-30 per cento più caro rispetto a un taxi, ma circa la metà rispetto a un noleggio con conducente.
Dunque, per chi non bada agli spiccioli, il servizio è invitante: veloce, efficiente, confortevole, di prestigio. Le auto Uber sono tutte Audi, Bmw e Mercedes top level, che hanno meno di cinque anni, nere, in perfetto ordine, con autisti in giacca e cravatta che per essere ammessi devono superare una selezione. La Uber non possiede auto proprie, ma si rivolge alle società di noleggio con conducente o ai padroncini che lavorano con il proprio mezzo. Regola inderogabile è che l'autista parta dalla sua autorimessa ogni volta, perché per legge non può prendere passeggeri mentre è in marcia, come invece può fare un taxi.

Commenti