Politica

Bagarre in Senato, i grillini filmano e denunciano i "pianisti" ma poi ammettono l'errore

Un video dei 5 Stelle mostrava il senatore Pdl Malan che votava da un altro scranno. Lui: "Ho votato solo per me". Alla fine la votazione è regolare e i grillini eliminano il filmato

Il presidente del Senato Pietro Grasso
Il presidente del Senato Pietro Grasso

Avevano detto che sarebbero stati gli sceriffi del Parlamento, pronti a filmare tutti gli escamotage o le infrazioni commesse dai loro colleghi. E così è stato. In Senato è scoppiata la bagarre dopo che il Movimento 5 Stelle ha pubblicato su Facebook un video per denunciare i panisti. Il video - che è stato rimosso dalla pagina Facebook "Senato a 5 Stelle", mostrava il senatore del Pdl Lucio Malan mentre si alza da un banco del Senato dove è seduto e vota allo scranno alle sue spalle. Il senatore del Pdl ha invece dimostrato che il suo voto era corretto, aggiungendo di aver ricevuto insulti e minacce.

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha fatto notare che, a termini di Regolamento, anche ai senatori sono vietate riprese video e foto in Aula. Il botta e risposta tra alcuni senatori grillini, il presidente del Senato e altri senatori di maggioranza e minoranza, si concentra sull'uso dei media e su quanto accade in Aula. "Il problema è chi alimenta attraverso documenti da quest'aula quel sito. Questo è e sarà un problema", ha detto Grasso.

Ma l'M5S tira dritto e insiste con Luis Alberto Orellana: "Ci sono dei rei confessi come Giovanardi e Formigoni e si vede bene anche sui siti". Schifani interviene per contestare che si definiscano "pianisti" senatori che stanno in Aula e, al momento di una votazione, sono lontani dal loro banco e il compagno di banco vota per lui come è stato il caso di Giovanardi che non era assente al momento del voto. Insomma, la bagarre continua.

Commenti