Berlusconi punta sulle liste pulite E liquida il governo dei tecnici

Il Cavaliere impegnato sul dossier candidature: semaforo rosso per gli inquisiti. Ma in tv risponde a Monti: "L'Italia sull'orlo del baratro? Ce l'ha portata lui"

Silvio Berlusconi intervistato da Maria Latella

Roma - Un tira e molla estenuante. Alcuni raccontano di un Berlusconi tentato di dire «Vedetevela voi». Altri, invece, giurano che il file candidature sia tutto nelle sue mani e che lui in persona apra, chiuda e poi riapra i dossier, Regione per Regione. Ieri circolavano voci di un suo rientro a Milano in serata. Ma siccome la pratica candidature è ancora aperta, Berlusconi partirà solo oggi, quando l'ultima casella avrà trovato un nome.
I riflettori sono puntati sulla candidatura di Nicola Cosentino in Campania. Anche se viene confermata la linea dura sui candidati inquisiti, rumors di Palazzo Grazioli parlano di un via libera alla corsa di Nick 'o mericano. Semaforo rosso, invece, per tutti gli altri: da Dell'Utri a Milanese, passando per Papa. I sondaggi sulla scrivania del Cavaliere dicono che la mancata percezione del rinnovamento rischia di bruciare i punti guadagnati nelle ultime settimane. Così, a Palazzo Grazioli, si va avanti a trattare all'infinito. Anche perché Cosentino, di stare fuori, non ha alcuna intenzione e pare abbia minacciato un terremoto in Campania. Tradotto: dimissioni dei consiglieri regionali a lui vicini, crisi in Regione, campagna elettorale senza la sua potenza di fuoco, addio a premio di maggioranza in Senato, vittoria in Campania molto più difficile. Insomma, un pasticcio. Chiaramente, però, l'ipotesi di far entrare Cosentino lasciando fuori gli altri ha provocato l'ira funesta degli esclusi: «Perché lui dentro e noi fuori?». Un rompicapo. A fianco di Cosentino, Verdini e Nitto Palma. Contro, tutti gli altri, in primis Alfano.
Sulla questione, Berlusconi si esprime in modo chiaro in mattinata: «Abbiamo chiesto anche a Cosentino di fare lo stesso atto di generosità anche se a fare queste richieste ci sentiamo male perché sono fatte a persone che stimiamo che sono perseguitate dai giudici - dice a SkyTg24 - scelta difficile perché sono persone che stimiamo. Questa è la patologia della mostra democrazia. Abbiamo una magistratura frequentata da persone che troppo spesso non hanno rispetto della dignità e libertà degli uomini, il 50% degli accusati viene poi trovata innocente». E ancora: «Su Cosentino non c'è nulla, siccome ho la mia esperienza di anni a Milano con situazioni che non esistono e tendo a pensare che anche per queste persone ci sia la stessa cosa». Ma la soluzione del giallo non c'è: «È ancora sub iudice».
Ma tra poco arriverà il fischio finale della partita-liste che rischia di deludere moltissime persone. Previsti mal di pancia diffusi che possono inficiare la rimonta in atto del Pdl. Ma il Cavaliere va avanti per la sua strada e, affiancato giorno e notte da Renato Brunetta, il suo consigliere economico più fidato, risponde punto per punto alle bordate che arrivano dal Professore. «Dire che l'Italia era sull'orlo del baratro è una mascalzonata - ribatte a Monti - al limite possiamo dire che ce l'ha portata lui: non c'è nulla che funzioni». E anche al graffio sugli «incapaci», il Cavaliere graffia a sua volta: «Forse si riferiva ai ministri del suo governo».
Esclusa una vittoria della sinistra: «Non riesco a pensare a situazioni irrealistiche, è una cosa fuori dalla realtà». Ma l'ipotesi di larghe intese, qualora si arrivasse a un pareggio, è da escludere: «Nel caso di un testa a testa con Bersani non ci verrebbe chiesto un appoggio perché c'è il trio Monti-Casini-Fini che si è dichiarato ruota di scorta della sinistra». Certo, un'intesa sulle riforme non sarebbe impossibile ma soltanto «se andasse nella direzione che riteniamo utile per il Paese».
Poi, il Cavaliere apre a un incontro a quattro in tv, sfidando Monti, Bersani e Ingroia. Spiega perché vincerebbe, citando un sondaggio: «Se io vincessi al totocalcio e avessi 30mila euro a chi li darei tra questi quattro? A Bersani che è un politico di professione, a Ingroia che è un pm, a Monti che è un professorino o a Berlusconi che è un imprenditore vincente? Secondo i sondaggi, il 99% li darebbe a me».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 21/01/2013 - 09:00

La certezza di una vittoria - a Febbraio (altamente probabile) oppure, male che vada, tra qualche altro mese (in Senato i sinistri sono sotto)- pone gravi problemi a chi, come lo statista Berlusconi, si prepara a governare una situazione difficile con il dovere di recuperare l'immagine dell'Italia nel mondo (oggi vista soggetta alla Merkel) e di risanare l'economia messa in crisi da un Monti servo delle sinistre. Di qui la necessità di avere un parlamento di altissima qualità e di assoluta coesione, è questo che rende difficile le Sue scelte: abbiamo talmente tanti aspiranti di altissima qualità e competenza che escluderne anche uno solo è un vero dramma. Culatello non ha problemi, sapendo di perdere gli va bene tutto, cani e porci, ma noi no, dovremo governare ("condannati" a vincere, come dice Silvio). Solo Silvio saprà scegliere al meglio.

qwertyuiopè

Lun, 21/01/2013 - 09:05

Il pesce, si sa, puzza sempre dalla testa...

fabryvirus

Lun, 21/01/2013 - 09:37

Deve candidare Cosentino e Dell'Utri altrimenti si rischia di perdere voti preziosi provenienti dai grandi associazionismi di Campania e Sicilia...

xgerico

Lun, 21/01/2013 - 09:43

Il Giornale scrive:Poi, il Cavaliere apre a un incontro a quattro in tv, sfidando Monti, Bersani e Ingroia. Spiega perché vincerebbe, citando un sondaggio: «Se io vincessi al totocalcio e avessi 30mila euro a chi li darei tra questi quattro? A Bersani che è un politico di professione, a Ingroia che è un pm, a Monti che è un professorino o a Berlusconi che è un imprenditore vincente? Secondo i sondaggi, il 99% li darebbe a me»..............Ma notizie di Alfano, che fine a fatto?!

xgerico

Lun, 21/01/2013 - 09:44

Poi, il Cavaliere apre a un incontro a quattro in tv, sfidando Monti, Bersani e Ingroia. Spiega perché vincerebbe, citando un sondaggio: «Se io vincessi al totocalcio e avessi 30mila euro a chi li darei tra questi quattro? A Bersani che è un politico di professione, a Ingroia che è un pm, a Monti che è un professorino o a Berlusconi che è un imprenditore vincente? Secondo i sondaggi, il 99% li darebbe a me»....................... Se si fanno discorsi del genere hummmmmmm mi sà che siamo messi male!

conenna

Lun, 21/01/2013 - 09:45

Nick o' americano, quello che dice: se non vado in Parlamento finisco in galera. Neanche agli arresti domiciliari. Una bella scelta per gli elettori puliti del PDL.

conenna

Lun, 21/01/2013 - 09:48

Continuo a non capacitarmi del fatto che Berlusconi ha chiesto a Monti di guidare la coalizione dei "moderati" dopo la caduto del governo dei tecnici e che, solo dopo il rifiuto del Prof, ha incominciato a dire che era un incapace. Un incapace solo perché non ha subito la richiesta del Cav? Qualcuno lo può spiegare in modo logico?

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 21/01/2013 - 09:52

qwertyuiopè - Ha ragione! Però la puzza o fetore che dir si voglia, deve essere confermato da sentenze passate in giudicato altrimenti si può pensare che ci sia qualcuno che usi un "flit" per "giocare" alla Travaglio.. Perfino quest'ultimo ha detto che l'art. 27 della costituzione vale per tutti, anche per lui (stesso) ..

Ritratto di copyleft

copyleft

Lun, 21/01/2013 - 09:57

Vista la linea critica intrapresa verso i giornalisti prestati alla politica mi sarei aspettato un giubilo di critiche alla candidatura di Minzolini per il Pdl, ma aspetto fiducioso...

il nano

Lun, 21/01/2013 - 10:18

Liste elettorali, il Pdl va in frantumi In Liguria spunta Augusto Minzolini

Beppe70

Lun, 21/01/2013 - 10:32

Per prSilvio46 ummmm è sicuro che "Solo Silvio saprà scegliere al meglio"? Dalle ultime notizie (riportate anche da questo giornale) Cosentino verrà ricandidato. Lei sicuramente si ricorderà che nel settembre del 2010, la Camera negò l'uso di BEN 46 intercettazioni telefoniche fra Cosentino e alcuni camorristi. Attenzione non era Cosentino ad essere intercettato ma i camorristi. Ma chi sà come mai l'autorizzazione fu negata. Adesso sembra che Cosentino abbia detto che non ci pensa proprio a non candidarsi perchè altrimenti finisce in carcere , e poi se cado io ..... Ricandidare Cosentino secondo lei è il modo migliore per recuperare l'immagine dell'Italia nel mondo? Che dire "contento lei e tutti voi che lo continuate a votare contenti tutti".

altradestra

Lun, 21/01/2013 - 10:37

Ma dove sta l'80% di persone nuove nelle liste? Ah sì Scilipoti, Cosentino, Minzolini....la crema della politica e della società, che delusione!!

Titanio

Lun, 21/01/2013 - 10:39

che Tristezza!! Possibile che lo "statista", come lo definisce il mitico perSilvio46, Berlusconi non abbia il coraggio di lasciare a casa quello che tutti definiscono "l'impresentabile" per eccellenza? uno Statista, può essere messo in scacco di una sola persona? Ma cosa gli può fare uno come Cosentino se non dovesse essere candidato? Veramente non lo candida per non peredere i 30 mila voti? Probabilmente non lo candidasse riuscirebbe a prenderne molti di più, introiterebbe sicuramente quelli che non lo votano proprio per questa scelta....poi, Vi prego, NON parlate più di liste pulite, per essere pulite non basta averle smacchiarle parzialmente, bisogna pulirle COMPLETAMENTE!

Ritratto di copyleft

copyleft

Lun, 21/01/2013 - 11:01

Allora? Dov'è l'indignazione per la candidatura di Minzolini? Due pesi due misure? ...cancellate anche questo...

Ritratto di pacioccone

pacioccone

Lun, 21/01/2013 - 11:01

Berlusconi vuole un consiglio?..Non dia l'impressione di farsi dettare la liste dalla Bocassini / ingroia associati, perché se basta che Magistratura rossa indaghi un candidato avversario per estrometterlo dalle liste avversarie, allora si faccia dettare direttamente le lista da Magistratura democratica rossa. NOn farebbe prima. Non le chiami liste pulite, le chiami liste rinnovate. Se le chiama liste puite la da vinta alle toghe rosse, le quali, visto che il trucchetto funziona, non farebbero altro che indagare con inchieste cazzute mezza lega e Pdl. MA ci arriva?

marco.iso

Lun, 21/01/2013 - 11:06

ieri riflettevo: ho 37 anni, nel 94 per la prima volta votavo alle elezioni politiche. c'era berlusconi, alleato della lega. oggi, a 19 anni di distanza mi preparo a votare: c'è ancora berlusconi, è ancora alleato con la lega. le promesse sono ancora le stesse, si potrebbe fare una fotocopia del programma del '94. quando si decideranno a far parlare più alfano e meno berlusconi? sarà pure giovane, dovrà pure farsi le ossa, ma nel panorama desolante delle prossime elezioni rappresenterebbe una novità vera!

berve

Lun, 21/01/2013 - 11:07

E' in arrivo il Sig. Minzolini: occhio alle carte di credito.

chiara63

Lun, 21/01/2013 - 11:08

Per fare le liste pulite il Cav. dovrebbe essere il primo a starsene fuori e poi candidare premier Alfano è come candidare il nulla. Il Pdl potrà anche vincere (gli italiani sono abbastanza sciocchi nel lasciarsi ancora convincere da chi è perennemente in televisione) ma poi governare è un'altra cosa come già ampiamente dimostrato in passato di non saperlo fare se poi guardiamo alla credibilità internazionale del Cav. meglio stendere un pietoso velo altro che statista come sempre afferma quel burlone di perSilvio46.

Garpaul

Lun, 21/01/2013 - 11:09

Liste pulite volute dal cav.? Non ci fate ridere!

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Lun, 21/01/2013 - 11:09

Non vorrei essere al posto di Berlusconi in questo momento. Si trova in mezzo a risse, rivalitá e ricatti. Certo che se fosse moralmente a posto potrebbe alzare la voce, ma mi sembra che il gioco lo dirigano gli altri. Il risultato è che qualunque soluzione si trovi (inquisiti dentro o solo alcuni o tutti fuori ) è soltanto l' immagine assai squallida che sa dare al momento questo partito.

Ritratto di deep purple

deep purple

Lun, 21/01/2013 - 11:19

Il fatto che non ci siano più Pisanu, Frattini e Scajola, è già un grande passo in avanti. Cosentino è solamente indagato, ma è innocente ed è perseguitato dalla magistratura solo per fini politici, non è come Fiorito dove lì si è certi della sua colpevolezza.

Ritratto di lamar burgess

lamar burgess

Lun, 21/01/2013 - 11:23

Scilipoti, Cosentino, Minzolini... ahaha mi avete proprio convinto a votare PDL

Balza70

Lun, 21/01/2013 - 11:27

Per uscire da questa crisi occorre innanzitutto un cambio culturale se nelle file si presentano Scilipoti, Cosentino, Papa, Verdini, Milanese...sicuramente molti italiani sapranno sicuramente PER CHI NON VOTARE!!!! Questi ancora in parlamento ?!?!? io li vedrei molto bene da un'altra parte che penso immaginiate bene tutti quanti...

Ritratto di KNight

KNight

Lun, 21/01/2013 - 11:28

Minzolini chi? quello che ha fatto sprofondare gli ascolti del TG1? quello che usava le carte di credito della RAI per le sue "spesucce". Pdl? Brava gente. Sul fatto che poi sia stato Monti a portare l'Italia sul baratro, non merita commenti. Ormai è il nonno barzelletta

21v3

Lun, 21/01/2013 - 11:31

Ricordiamo che il pdl è (forse) al 16%. Tutto il resto sono chiacchere. Ma dove volete andare?

carlo-o

Lun, 21/01/2013 - 11:33

@deep purple: eh?????????

pedrosa

Lun, 21/01/2013 - 11:33

Ma allora!! il candidato premier del cdx viene fuori, o si deve aspettare il giorno prima delle elezioni, e eventuali confronti tv si fanno tra aspiranti premier, non con candidati che non si sa che ruolo ricopriranno.

gionaelabalena

Lun, 21/01/2013 - 11:39

Ma ancora davanti le balle il coniglio Alfano? Quindi, alla fine, abbiamo il coniglio Alfano dentro ed il leone Dell'Utri fuori. Quindi, Berlusconi,per cercare di dare il contentino all'inutile Alfano, si sta coprendo di ridicolo. Ora sì che presta il fianco ai suoi avversari. Le liste pulite volute da Lui, condannato, sotto processo e plurinquisito??? Alfano è la iattura del PDL: lo aveva distrutto, mentre non appena era stato allontanato stava risorgendo. Quindi, Berlusconi si è rintrucillito: non si accorge che in questo modo sconfessa sé stesso e tutta la sua storia, dando ragione ai Fini ed ai giudici suoi nemici implacabili? Con i criteri voluti dal coniglio Alfano i "graziati" Vendola, Fini, Errani saranno sempre candidabili, mentre gli eroici Sallusti, Dell'Utri non potranno mai governare la cosa pubblica. Berlusconi altro che sondaggi: noi del PDL siamo garantisti, e soprattutto svegli, e sicuramente non avrai il mio voto e, credo, quello di tanti che la pensano come me. Ti stai dimostrando un personaggio di plastica il quale, anziché inseguire i principi ed i valori che da sempre ha propugnato, segue i consigli estemporanei di una sondaggista. Perciò, meriti di passare quello che hai passato e che passerai proprio a causa dei giudici: perfetta nemesi per chi "scarica" i suoi amici per ingraziarsi i giudici e i giustizialisti. Onore al grande leone Marcello Dell'Utri, fuori dalle balle il coniglio Alfano.

Ritratto di fask

fask

Lun, 21/01/2013 - 11:44

mi si puo' spiegare perchè per fare un concorso di selezione per la mansione di operatore ecologico condizione necessaria è "non aver subito e riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso"...mentre per fare il deputato o senatore sembra un titolo di merito?

Vladimirput

Lun, 21/01/2013 - 11:46

Sono un ex elettore del PDL in Campania. Ero incerto se votare o astenermi, poi ho visto Berlusconi da Santoro ed ho deciso di votarlo. Adesso leggo di una deroga per Cosentino e Verdini e mi cadono le braccia. Se anche solo uno dei due sarà candidato mi asterrò dal voto.

Balza70

Lun, 21/01/2013 - 11:49

@DEEP PURPLE:Chi ti assicura che Cosentino è innocente ? Se sapesse i fatti lui risulta indagato in quanto non intercettato direttamente ma indirettamente visto che abitualmente aveva contatti telefonici con indagati mafiosi (a forse per voi pdlini è una congiura dei magistrati di sinistra in accordo coi mafiosi per incastrare Nicola Cosentino)? MA NON è STUFO DI QUESTA GENTE ?!?! No me lo domando perche io penso che la "gente onesta" si meriterebbe molto di meglio (se 1+1=2 probabilmente lei non fa parte di questo insieme)...mi aspetto una sua replica nel merito senza ideologie se ne è capace...

CarloP51

Lun, 21/01/2013 - 11:54

Non si può aspettare l'ultimo giorno per definire le liste! Dopo la lunga esperienza, avendo bonariamente cercato di mettere insieme le varie "anime", avrebbe dovuto essere più pragmatico: questo è il programma, questi sono gli uomini e le donne! Tutto questo attendere sa di vecchio inciucio, non piace più all'elettorato. Conta il programma: 1)dimezzare i parlamentari; 2)riequilibrio dei costi dello Stato; 3) riequilibrio della fiscalizzazione; 4) modifiche degli articoli della costituzione che non permettono la governabilità; 5) gestire le risorse che inevitabilmente ne scaturiscono e indirizzarle alo sviluppo e al lavoro; 6) continua lotta ai "furbacchioni" che depredano lo Stato. Sono queste le cose che ci aspettiamo!

no b.

Lun, 21/01/2013 - 12:03

Cosentino ha detto che se non sarà candidato finirà in carcere. Come può essere lontanamente ammissibile che una persona così si possa candidare? E sopratutto che voi lo votiate?? (stesso discorso per Dell'Utri ecc)

Ritratto di anto71

anto71

Lun, 21/01/2013 - 12:04

Vi state facendo trasportare dai sondaggi vero? Vedete addirittura la vittoria. Siete al 15%, fate voi

modyblues

Lun, 21/01/2013 - 12:04

Silvio non facciamo fesserie! Nick o' americano dice che se non va in Parlamento finisce in galera: la gente per bene in galera non ci finisce e pariti con simile gente nelle sue liste non li vota. Dai accontentati degli Scilipoti e dei Cesaro, come volto impresentabile del Pdl direi che è già abbastanza: di più è davvero esagerare!

vabbeh

Lun, 21/01/2013 - 12:05

@perSilvio46 - mi prometta che il giorno dopo le elezioni sara' qui a commentare i risultati. la prego. non vedo l'ora di discuterne con lei, sono veramente curioso di sapere quali saranno le sue argomentazioni

dukestir

Lun, 21/01/2013 - 12:06

marco.iso: si decideranno a farlo quando gli elettori del centrodestra sfiduceranno questo obbrobrio chiamato PDL, ad esempio con l'annullamento del voto. Io intendo farlo con forza il 24 Febbraio.

no b.

Lun, 21/01/2013 - 12:06

tra l'altro perchè il pdl non ha le palle di far parlare il candidato premier e cioè ALFANO? sarà solo un fantoccio?

vabbeh

Lun, 21/01/2013 - 12:10

Cosentino ha ricevuto due condanne con richiesta di arresto entrambe le richieste rifiutate dalla camera dei deputati. i giudici lo hanno ritenuto colpevole, i deputati (tutta brava gente) no. le condanne sono avvenute sulla base di prove inconfutabili ma qualcune, quando viene condannato un suo amico, dice che i giudici sono politicizzati... a chi vogliamo credere?

Demostene2010

Lun, 21/01/2013 - 12:11

Comunque prevedo da ora alle elezioni un declino del PdL nei sondaggi (non quelli pubblicizzati da “Il Giornale”, ovviamente) e un risultato che si attesterà intorno al 15%. Passata la sbornia del ritorno del Cavaliere sul piccolo schermo, i nodi verranno di nuovo al pettine.

Rossana Rossi

Lun, 21/01/2013 - 12:12

Forza Silvio, fai pulizia e manda a casa tutti i sinistronzi......

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 21/01/2013 - 12:13

Cosentino è innocente finchè non verrà condannato definitivamente,è inopportuno invece come candidato al Parlamento Italiano perchè lo stesso parlamento,non deve occuparsi delle sue pendenze giudiziarie e perchè è inopportuno che rappresenti la nazione(così dice la costituzione)con queste ombre.E dovrebbe valere per tutti.

Demostene2010

Lun, 21/01/2013 - 12:15

Il rinnovamento del PdL comincia da Minzolini, Scilipoti e Cosentino: finalmente una boccata di aria fresca e pulita! Forza Cav che li batti tutti!

rbach

Lun, 21/01/2013 - 12:17

@deep purple Cosentino è solo indagato e invece Fiorito è sicuramente colpevole?! Perchè? Ti risulta che Fiorito sia già stato condannato in un processo, anzi in tutti e tre i gradi di giudizio? Lo vedi che non sai nemmeno di cosa vai scrivendo! Per uno dici che c'è la presunzione di innocenza ed è perseguitato dalla giustizia, per l'altro dici che è certo che è colpevole perché l'hai letto sui giornali. Eppure, dal punto di vista penale, sono nella stessa identica situazione (Cosentino ha evitato l'arresto solo perché la Camera l'ha negato). Per me devono andare tutti e due a fare un altro lavoro; uno che parla abitualmente con i camorristi non mi ispira più fiducia di uno che si compra il fuoristrada con i rimborsi elettorali perché ci sono due centimetri di neve.

BlackMen

Lun, 21/01/2013 - 12:18

deep purple: noooo....ha solo un mandato d'arresto che gli pende sulla testa.....a parte questo tuttappò

reliforp

Lun, 21/01/2013 - 12:29

Rossana Rossi...tranquilla Rossanuccia, a Sucate vincete sicuramente.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 21/01/2013 - 12:35

Rossana Rossi Molto fine e originale.

BlackMen

Lun, 21/01/2013 - 12:41

deep purple: veramente ha un mandato d'arresto. Se non lo rieleggono va diretto in galera!

Albaba19

Lun, 21/01/2013 - 12:45

persilvio46 - "solo silvio saprà scegliere al meglio" e si vede, scelte ottime, volti nuovi, e incensurati senza carichi pendenti,insomma tutto nuovo!!! ahahah

poverosilvio

Lun, 21/01/2013 - 12:47

@perSilvio46 un commento raccapricciante. Pensare che ci sia gente che ancora la pensa così mi fa capire perché siamo arrivati a questo punto. A lavare i somari si spreca solo acqua e sapone.

scipione

Lun, 21/01/2013 - 12:51

Liste pulite,si'.ma senza farsi condizionare da processi di giudici politicizzati.

peppino62

Lun, 21/01/2013 - 15:11

Nelle Marche una vergogna ........sei catapultati da Roma !!! Dov'è il territorio !!! Chi ci rappresenta ????? Siete alla follia !!!!!!!!!!

Ritratto di deep purple

deep purple

Lun, 21/01/2013 - 16:18

@rbach. Fiorito è reo confesso. Ha ammesso lui stesso di aver rubato. Se non è stato condannato, è perchè il processo deve essere ancora fatto.