Le "Iene" smascherano i parlamentari a libro paga delle lobby

Un servizio tv delle "Iene" smaschera la rete sponsorizzata dalle multinazionali del tabacco e gioco d'azzardo. Il presidente del Senato Grasso: "Chi sa parli"

Roma - Proprio come uno stipendio. Con regolarità. Mensilmente. Ad alcuni senatori e deputati arriverebbero ogni mese finanziamenti da parte di alcune multinazionali che farebbero attività di lobby sfruttando soprattutto l'ingordigia dei nostri rappresentanti politici. Questo almeno il senso dell'accusa lanciata dalla puntata delle Iene andata in onda ieri su Italia Uno. Nel servizio si vede un assistente parlamentare ripreso di spalle che con la voce alterata racconta il sistema utilizzato da alcune multinazionali per far passare emendamenti «favorevoli».

Il meccanismo, racconta la gola profonda, è semplice. «Ci sono multinazionali che hanno a libro paga alcuni senatori». Come funziona il meccanismo? «Semplice - spiega il portaborse - un emissario della società viene da noi a Palazzo Madama e ci consegna i soldi per i parlamentari per cui lavoriamo». Le cifre? Si tratterebbe di operazioni che prevedono addirittura una sorta di tariffario: «Per quel che mi riguarda - spiega l'intervistato - conosco due multinazionali, una del settore dei tabacchi e un'altra nel settore dei videogiochi e delle slot machine ed entrambe elargiscono dai mille ai duemila euro ogni mese». La tariffa, inoltre, cambia «a seconda dell'importanza del senatore e quindi, se è molto influente, sale fino a 5mila euro». Lo scopo è facile da intuire. Questi parlamentari si devono impegnare a far passare emendamenti favorevoli su leggi che interessano le stesse aziende. Per fare un esempio preciso, l'anonimo portaborse cita le sale Bingo per le quali «si sono formati due gruppi, partecipati sia da uomini del centro sinistra che da uomini del centro destra. I due gruppi fanno capo ad ex ministri del centro sinistra». Inutile precisare che questo tipo di attività di lobby non è corretta e, anzi, viola non solo codici morali ma anche le leggi scritte, nonché i patti con gli elettori. Immediata la reazione di Pietro Grasso, presidente dell'aula del Senato. «Dal servizio delle Iene - si legge in una nota di Palazzo Madama - emerge la denuncia di un comportamento che, se provato, sarebbe gravissimo. Purtroppo la natura di denuncia, anonima nella fonte e nei destinatari, rende difficile procedere all'accertamento della verità. Spero quindi che gli autori del servizio e il cittadino informato di fatti così gravi provvedano senza indugio a fare una regolare denuncia alla Procura, in modo da poter accertare natura e gravità dei fatti contestati».

Il servizio delle Iene non si limita a questa grave denuncia. La trasmissione mostra, poi, il diffuso malcostume, da parte dei parlamentari, di rimborsare in nero i loro assistenti. Molti «portaborse» prenderebbero, a quanto riferiscono Le iene, 800 euro in nero al mese pur disponendo del regolare tesserino per entrare a Palazzo Madama. La confessione di questo sfruttamento e questo malcostume arriva ovviamente in forma anonima: «Il 70% dei colleghi si trova nelle mie stesse condizioni», racconta la gola profonda spiegando di lavorare in nero da circa dieci anni e di essere stato assistente «sia di un senatore di destra che di un senatore di sinistra». Tutta colpa dell'autodichìa, dice il questore del Senato ed esponente grillina Laura Bottici: «All'interno di Palazzo Madama, dove si approvano le leggi, non hanno validità le leggi stesse ma solo i regolamenti interni. È questo il vero problema». È vero che modificare i regolamenti parlamentari è altrettanto complicato che redigere nuove leggi. Tuttavia non è su questo aspetto che si focalizza l'attenzione del presidente del Senato. «Giorni fa ho evidenziato - ricorda Grasso - l'esigenza di una legge che disciplini, in maniera chiara e trasparente, l'attività lobbistica che al momento, seppur sempre presente, si muove in maniera nascosta».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

MagoGi

Lun, 20/05/2013 - 09:01

Che rivelazione! Chi l'avrebbe mai detto!? A questo punto però devono fare nomi e cognomi, altrimenti siamo punto e a capo.

ruberorubisa

Lun, 20/05/2013 - 09:11

Le iene smascherano i parlamentari (tutti).Anche 5 stelle? E ancora mi chiedo:le iene???? Non la gdf (quelli che multano il caffe senza scontrino per capirci),siamo ridotti così???? Sicuramente è Grillo che aizza le piazze alla violenza non il sistema sporco lurido zeppo di ladri e cialtroni che continua imperterrito a giocare con il fuoco.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Lun, 20/05/2013 - 09:30

Che dire tranne che questo nostro Paese è senza speranze. La mafia dei veri "intoccabili" risiede nelle Camere, dove i politici nel corso di decenni si sono fatti leggi che li rende tutti come tali. Forse l'unica soluzione potrebbe consistere in una maleaugurata rivolta popolare che spedisca tutti a casa questa massa parassitaria, corrotta di politici usurpatori che hanno dissanguato e continuano a dissanguare un intero popolo di onesti lavoratori.

angelomaria

Lun, 20/05/2013 - 09:31

tutti i nodi vengono al pettine

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Lun, 20/05/2013 - 09:37

Ma guarda tu che notizia.... scoperta l'acqua calda, come se già non sapessimo che c'è una schiera di ladroni a governare questo paese e questi ladroni sono anche sostenuti da giornalisti prezzolati.

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Lun, 20/05/2013 - 09:39

X magogi vedrai quanti parlamentari 5 stelle coinvolti.... sono loro la pietra dello scandalo

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 20/05/2013 - 09:45

Dove è andata a finire l'obligatorietà dell'azione dei PM di fronte a questo documento? Ah, si, non è implicato Berlusconi quindi si può lasciar perdere.

hectorre

Lun, 20/05/2013 - 09:48

sono troppo impegnati ad intercettare il silvio,se apri un fascicolo su di lui hai i favori della stampa e dell'opinione pubblica.....se tocchi qualcun'altro......sono guai.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 20/05/2013 - 09:57

senatori di destra e sinistra. io per me se la corporazione dei tabaccai e dei giocatori di bingo avessero una rappresentanza lecita e trasparente al governo si parlerebbe di destra e sinistra solo alle mogli nei giorni di pioggia.

swiller

Lun, 20/05/2013 - 09:59

Chi sa parli....... ma che ci pigliano anche per il culo.

MEFEL68

Lun, 20/05/2013 - 10:12

Anche questa volta l'omertà riuscirà ad insabbiare tutto. I nomi non verranno fuori e quindi ogni accusa sarà priva di fondamento. Le iene dovranno pure chiedere scusa per non essere querelate. Eppure la storia è vecchia: Basta leggere il libro "Mafia e politica" di Michele Pantaleone, uscito negli anni '60, per capire perchè ora ci troviamo in questa situazione di crisi profonda. Nel libro, che fa nomi e cognomi, si dice che i parlamentari venivani fatti eleggere dalla mafia in modo che al Parlamento facessero approvare le leggi che servivano a Cosa Nostra e non all'Italia. In altre parole, erano deputati della mafia e da essa pagati. Pertanto, il cancro non sta in Berlusconi o qualche altro, il cancro sta nel sistema marcio e corrotto che permette certe cose.

CALISESI MAURO

Lun, 20/05/2013 - 10:28

Quando questa nazione sara' uccisa e sepolta ( ormai ci siamo ) e se rinascera' ( se rinascera' )si dovra' tornare indietro e di parecchi anni cioe' fine anni sessanta, quando la produzione era al top come qualita e quantita'/ Esempio olivetti e IBM al top per i computer, Alfa romeo contro BMW 3 che non stava in strada o il maggiolone una cloaca di macchina noi fiat 128 poi copiata dai tedeschi, nucleare, chimica e cosi sia. Da noi e' iniziato un sabotaggio totale delle ns fabbriche, politiche industriali fallimentari aperture indiscriminate di ipermercati che vendevano / vendono robaccia e il gg dopo i contanti sono gia' spariti all'estero.... chi ha voluto questo ha tradito la nazione e ci ha portato alla deriva... coadiuvati dai milioni di fancazzisti entrati nel mercato del lavoro per non fare niente etc etc etc .E' tutto qua', a questo punto quattro sale giochi in cui la gente viene spennata e' .... un gioco appunto.

no_balls

Lun, 20/05/2013 - 10:40

le sigarette elettroniche fanno male.... vietiamole o solo in farmacia !! ahahhahahah aspettiamo il primo deputato che presenta l'emendamento...... capisci a me' !!!! ma la gdf quando e' che mette sotto setaccio i conti dei parlamentari passati e presenti in cerca di bonifici dai soliti noti ?? ahhhh vero..... quelli fanno finanziamenti elettorali.

no_balls

Lun, 20/05/2013 - 10:43

poi uno si chiede come sia possibile che dei conclamati celebrolesi che non prendono i voti neanche dalle loro famiglie siano da 50 anni in politica...... la vergogna e' che questa indagine la facciano le iene...... ma daltra parte gli alti comandi delle forze di polizia sono nominati dalla politica. rimangono le denunce anonime.

J.S.Mill

Lun, 20/05/2013 - 10:49

La rabbia che provo, davanti a queste inchieste, deriva dal fatto che il vero "SERVIZIO PUBBLICO", lo fanno trasmissioni come Le Iene e Striscia la Notizia, esenti da canone e obblighi "pubblici". Vale a dire la TV commerciale, tanto odiata dai sinistri, perchè porta via posti di potere (loro) alla RAI. Vedi Report di Gabanelli, impostato a tesi già preconfezionate di parte (contro il centro-detsra e Berlusconi.

killkoms

Lun, 20/05/2013 - 10:50

e i compagni tacciono,poichè se è vero che sono coinvolti parlamentari di tutti gli schieramenti,sembrerebbe che due principali siano sinistrati!

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 20/05/2013 - 11:16

Mi pare se non erro,che l' evasione totale fino a un bel po di tempo fa, sia stata intorno ai 98 miliardi di euro.Una somma enorme di cui parlavano tutti dai fruttivendoli ai giornalai ai camionisti,dopo un bel po di tempo si è mosso anche l' apparato dello stato per capire.l' AMMONTARE ERA DI 98 MILIARDI, FU APPIOPPATA LA SANZIONE, DOVETTERO PAGARE LA CIFRA DI 2 MILIARDI E MEZZO.penso che sia stata una bella promozione a frodare lo stato,e qui non si tratta della car5amella del bambino senza scontrino, o del disgraziato che arrotonda con qualche euro ,ma è una associazione che definirei fiscalmente a delinquere, Perche questo sconto premio?Se sbaglio e ho capito male domando scusa, ma se invece i tertmini sono questi, vuol dire che la grande delinquenza che abbatte il fisco l' ha fatta franca ,ed è pauroso domandarsi il perchè

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Lun, 20/05/2013 - 11:24

Che differenza c'è tra un parlamentare che accetta soldi da una lobby ed un parlamentare che gestisce una lobby economica. Mi spiego meglio, c'è differenza tra il parlamentare che accetta soldi per fare gli interessi di una lobby ed un parlamentare che possiede una lobby? Se è peggio quest'ultimo allora il nome l'abbiamo. Vediamo se Grasso farà qualcosa.

CarloP51

Lun, 20/05/2013 - 11:24

Il presidente del senato Grasso ha ragione! Chi sa parli, con tanto di documentazione! Basta con le tv che si sostituiscono allo Stato. Non tocca alle "iene" o a "striscia la notizia" indagare sulle mille malefatte del ns. paese. Devono funzionare alla perfezione tutti gli appararti dello Stato. Se qualcuno poi indaga e scopre qualcosa, denunci e documenti, con nomi e cognomi. E' da vigliacchi ripararsi dietro la bandiera dell'informazione a tutti i costi e lanciare contro terzi le responsabilità. Di programmi "spazzatura" la tv ne è piena.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Lun, 20/05/2013 - 11:27

Gian lore- Il M5S è appena nato lasciagli almeno il tempo di organizzarsi. Guarda invece a chi in politica c'è da un po di tempo e non ha bisogno di pagare un parlamentare per fare i propri interessi, i propri interessi se li fa da solo e magari con l'aiuto dei sudditi di partito.

honhil

Lun, 20/05/2013 - 11:32

Ed ora forse è arrivata anche l’ora che si cominci ad indagare su quei processi che, per un vizio di forma o per la decorrenza dei termini di carcerazione o il ritardo nel motivare le sentenze o altre simili amenità, inspiegabilmente, figliate da questa o quella toga, hanno aperto le porte del carcere ad una gran quantità di fior di mafiosi.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 20/05/2013 - 11:43

DI norma le jene e striscia la notizia hanno sempre dato notizie vere,e sono di grandissima utilita' nel combattere i grossi scandali.Non comprendo questa levata di scudi e il fare quadrato contro di loro, anzi non comprendo perche da una notizia del genere si aspetti da loro che hanno mezzi limitati di dover portare nomi cognomi degli eventuali colpevoli.Lo stato è quello che con i suoi mezzi dovrebbe mobilitarsi,non il giornalista .lE JENE CON QUESTA NOTIZIA PER ME HANNO DATO ABBASTANZA MATERIALE PER INDAGARE SE C'è LA VOGLIA,non possono diventare anche poliziotti e giudici.

Ritratto di Lu. Car.

Lu. Car.

Lun, 20/05/2013 - 11:46

VERGOGNA!!! Se Silvio fosse al governo ci penserebbe Lui a portare nuovamente onestà, pulizia, dirittura morale, buon gusto, savoir fare, eliminando la casta di corrotti comunisti che sta distruggendo il paese che amiamo! Silvio !!! Silvio !!! Silvio !!!

gneo58

Lun, 20/05/2013 - 12:24

smascherati da "le iene" invece che da chi di dovere........... e' un po' come la gente scomparsa - la ritrova "chi l'ha visto" purtroppo siamo a questi punti.....dopo la frutta c'e' ancora qualcosa o abbiamo finito ? cordialita'

bruna.amorosi

Lun, 20/05/2013 - 12:51

LUIGIPISO se oggi sei in libera uscita prendi questo articolo e dalla alla tua BOCCASSINI così finalmente farà un processo che vi darà giustizia .

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 20/05/2013 - 13:15

Che, nel Parlamento Italiano ci siano dei Lobbisty é che questi vengono pagati dalle Multinazionali é una cosa normale qui in Germania, se qui nel Bundestag della Germania un Parlamentare puo avere fino a 20 posti accanto a quello di Parlamentare io non ci vedo niente di male, l,importante é che il Parlamentare paghi le tasse su questi soldi che lui guadagna Extra, ma il problema comincia quando questo Parlamentare si fá ricattare da chi lo paga, é qui casca l,Asino se il Parlamentare non segue la linea del partito allora lui dovrebbe essere punito se vá contro gli interessi del Paese,facendo quello che la Multinazionale vuole invece di assecondare la volontá del suo partito sia questo di SX o di DX!.

Ritratto di Ennaz

Ennaz

Lun, 20/05/2013 - 13:26

Allora ,Boccassini & Co...su questi fatti gravissimi non vi corre l'obbligo dell'azione penale? Solo sulle presunte notti bianche del Cavaliere siete stati tanto solerti e zelanti? La magistratura rappresentata da simili individui è la vergogna del Paese ed un oltraggio alla Giustizia!Sono anni che l'attività parlamentare è al soldo dei potentati economici e nessun solerte magistrato ha sentito il dovere di aprire indagini!Non vi dico vergogna,perchè non ne siete capaci!!

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 20/05/2013 - 14:15

J5mii, hai ragione su Report, infatti il servizio che ha praticamente cancellato Di Pietro dalla sceena politica era un servizio preconfezionato dalla sinistra contro il cavaliere!! Mi raccomando eh, usiamo sempre un solo neurone, e mettiamo sempre delle belle fette prosciutto davanti agli occhi!!

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 20/05/2013 - 14:20

Cari bananas, vi vedo già, oggi urlate all'apertura dell'indagine (che sarebbe sacrosanta), e domani al primo nome di un parlamentare del PDL indagato (perchè se sono bipartisan ome nella confessione, ci sono per forza) sbraiterete contro un indagine fasulla, senza prove, tutta organizzata dai komunisti per deligittimare i gentiluomini del PDL. Del resto, avete assunto a vostri idoli come Razzi e Laboccetta...cosa vogliamo aspettarci?

minestrone

Lun, 20/05/2013 - 14:29

no0n so se avete seguito in tv il pensiero del vostro cicchitto riguardo il gioco d'azzardo.Per lui serve allo stato per fare cassa.Quindi la risposta ve la siete data da soli...

bruna.amorosi

Lun, 20/05/2013 - 15:14

Minestrone il tuo nikname spiega il tuo commento .

bruna.amorosi

Lun, 20/05/2013 - 15:18

SOCCORSI io invece sono convinta che la mafia sia la legge che non voglia punirla .altrimenti con tutti questi magistrati tipo la BOCCASSINI per intenderci .la avrebbero annientata già da decenni ma ...la tengono lì buona chissà perchè ? voglio sperare sia solo paura .mah!!!!!!!!!!......

peter46

Lun, 20/05/2013 - 15:38

x Gian Lore...normalmente s'intende la seconda giusta non la prima,che avresti potuto "ampliarla".Ma la seconda...non ci sono ancora arrivati,come possono aver "imparato"così giovani il "mestiere"?Ah già in due minuti era il massimo che Ti poteva "uscire",vero?

External

Lun, 20/05/2013 - 15:46

Autodichìa??? Quindi il re non vive al colle ma al senato. E non è uno soltanto ma 300.

mariolino50

Lun, 20/05/2013 - 15:51

pasquale.esposito E poi si permettono di fare i moralisti, come si fà a capire se fanno una legge per gli interessi del paese, ovvero di TUTTI, o per gli interessi di chi gli dà il soprassoldo. Forse è meglio saperlo come li o in America, ma la sostanza non cambia poi molto, tutti ladroni pagati dai vari ricconi.

brunog

Lun, 20/05/2013 - 17:00

Prima pero' e' meglio rivelare chi e' a libro paga della mafia, questa e' una vera lobby. Fuori i nomi anche dei non politici anche se sono magistrati, ma questa resta un'utopia.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Lun, 20/05/2013 - 20:41

bruna.amorosi, più che paura di annientare la mafia da parte di certi magistrati o politici penso ci sia una quasi inequivocabile collusione. La mafia come tutti noi ben sappiamo è bene rappresentata in entrambe le Camere e tra loro, certi politici e alcuni magistrati, probabilmente esiste da anni una accordata tacita intesa di non interferenza o belligeranza.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 20/05/2013 - 21:16

Sono contrario a uno stato pappone che lucra sul gioco d' azzardo.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 20/05/2013 - 21:18

evasione 98 miliardi, multa 2,5 Certo che credo sia tutto regolare,tutto candido e in odore di santita'

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Lun, 20/05/2013 - 23:31

I criminali in Italia vivono sotto la protezione delle Camere, sotto il falso nome di politici mentre non sono altro che " The untouchables " ossia i veri intoccabili. La mafia in confronto alla Casta rappresenta una organizzazione di comuni piccoli criminali. Dopo queste notizie come si potrebbero condannare coloro che evadono un po di tasse per poter sopravvivere. I nomi dei Politici tipo quelli menzionati dalle Iene che pagano in nero con cifre ridicole i portaborse dovrebbero essere resi pubblici, banditi a vita dalla politica, svergognati portati in piazza per e essere presi a sputacchi dai cittadini. A dire il vero dovrebbero essere condannati ai lavori forzati a vita per crimini contro l'umanità. Basterebbe fare il conto dei suicidi che andrebbero tutti attribuiti alla ingordigia, egoismo e opportunismo spietato di gran parte dei nostri dannati politici. Forse sarebbe ancor più giusto fosse possibile, giustiziarli.

mifra77

Gio, 04/12/2014 - 18:19

Allora Grasso perché non parla? Questo è il presidente del senato e proveniente dalla magistratura! Lui non vede ,non sente e non parla e vorrebbe che parlino altri? E le riforme di Renzi hanno reso ancora più corruttibili il senato composto da nominati e le provincie guidate da procacciatori di tangenti incaricati a spartizione, sempre dagli stessi partiti.