Istat, l'inflazione rallenta. Carburanti ancora su

L’inflazione a maggio è scesa all’1,4% dall’1,5% di aprile. Lo comunica l’Istat confermando le stime preliminari. Proseguono i rialzi della benzina

Istat, l'inflazione rallenta. Carburanti ancora su
Roma - L’inflazione a maggio è scesa all’1,4% dall’1,5% di aprile. Lo comunica l’Istat confermando le stime preliminari. L’istituto precisa che su base mensile i prezzi sono quindi scesi dello 0,1%. Il rallentamento dell’inflazione risente della flessione congiunturale dei prezzi dei servizi (-0,1% rispetto ad aprile), e in particolare di quelli dei servizi relativi al trasporto (-0,5%). Mentre, un effetto si sostegno all’inflazione deriva dall’andamento dei prezzi dei beni (+0,2% a confronto con aprile) che è interamente spiegato dagli ulteriori aumento dei prodotti energetici (+0,9% su aprile).

Carburanti, nuovi rialzi Proseguono i rialzi della benzina che torna sopra 1,42 euro al litro per Esso e Q8 secondo la rilevazione della Staffetta Quotidiana. Pure il gasolio è salito sopra gli 1,28 euro al litro: la corsa dei prezzi è alimentata dagli aumenti internazionali e dal calo dei margini alle compagnie. Oggi quattro compagnie hanno ritoccato i prezzi: Api/IP (benzina a 1,419 e gasolio 1,284), Esso (verde a 1,421 e gasolio 1,284), Q8 (benzina a 1,422 e gasolio 1,285), poi la verde Total (a 1,414 euro). 

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti