Kabul, attacco talebani alla Jirga della pace voluta da Hamid Karzai

Commando suicidi talebani hanno attaccato un’imponente
assemblea di anziani e notabili afghani. Intanto il presidente Karzai lancia un piano di pace per convincere gli insorti a deporre le armi

Kabul - Commando suicidi talebani hanno attaccato oggi un’imponente assemblea di anziani e notabili afghani, mentre il presidente Hamid Karzai lanciava un ambizioso piano di pace con cui spera di convincere gli insorti a deporre le armi.

La ricostruzione dell'attacco Le autorità hanno spiegato che tre razzi indirizzati alla grande tenda dove era in corso la tradizionale jirga (assemblea) hanno mancato il bersaglio, e i funzionari della sicurezza si sono scontrati con un numero imprecisato di uomini armati, uno dei quali si è fatto esplodere con una bomba. Testimoni Reuters presenti sul posto hanno riferito che, a un’ora dal primo attacco, si sentivano ancora sporadici colpi di arma da fuoco, . Impopolare nonostante la vittoria nelle elezioni dell’anno scorso, Karzai ha convocato la jirga di leader tribali, anziani e notabili per costruire consenso intorno alla proposta di trattatare con i talebani. Qualche minuto dopo l’inizio del suo discorso, però, il primo razzo è atterrato in un campo vicino alla grande tenda allestita nella parte ovest della capitale, Kabul. "Sedetevi, non accadrà niente", ha detto Karzai, che è sopravvissuto ad almeno tre attentati, ai delegati innervositi. "Mi ci sono abituato. Tutti si sono abituati". Karzai ha terminato il suo discorso e ha lasciato la jirga, scortato da veicoli armati. "L’attacco è stato condotto dai nostri combattenti", ha detto a Reuters il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, al telefono da un luogo non precisato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.