L'Abruzzo celebra l'arte di Joseph Beuys

A Bolognano il 2 luglio il quarto forum internazionale in «Difesa della Natura»

Il 2 luglio il borgo abruzzese di Bolognano ospita nuovamente il Fourth Free International Forum in omaggio al grande artista tedesco Joseph Beuys e a Buby Durini, fotografo e amico del maestro. Il progetto, a cura di Lucrezia De Domizio Durini, di Gèrard Georges Lemaire e Marco Rapattoni intende celebrare uno tra i più singolari ed emblematici personaggi dell'arte mondiale del secondo dopoguerra, che proprio a Bolognano, nella tenuta dei Durini, eseguì alcune tra le sue opere più celebri. A Bolognano il Maestro tedesco aveva il suo Studio nei terreni del Barone Durini e qui creò la Piantagione Paradise, tutt'ora attiva. Il 13 Maggio del 1984 ebbe luogo la famosa Discussione sulla Creatività e piantò la Prima Quercia italiana, prototipo delle 7000 Eichen di Kassel. Il Comune di Bolognano conferì a Beuys la Cittadinanza Onoraria. La Difesa della Natura di Beuys non va intesa soltanto nel suo aspetto ecologico (va ricordato che nei primi anni '70 fondò il Movimento dei Verdi ma si detrasse quando divenne un Partito), principalmente va letta in senso antropologico. Quindi Difesa dell'Uomo, dell'Individuo, della Creatività e dei Valori Umani: temi oggi più che mai attuali su tutto il pianeta Terra. Dalla morte del Maestro Tedesco (Düsseldorf 23.1.1986) Lucrezia De Domizio Durini dedica le sue energie alla diffusione del pensiero beuysiano nel mondo, attraverso discussioni, dibattiti, conferenze, pubblicazioni, convegni, tesi di laurea, scritti e mostre nei Musei internazionali. In ogni luogo pianta una Quercia e spesso crea il Giardino di Beuys in Ricordo al Maestro tedesco. A Bolognano, piccolo angolo di Terra d'Abruzzo, dopo la prematura scomparsa del Maestro tedesco Lucrezia De Domizio Durini promuove con la sua energia creativa e con i suoi mezzi economici un Progetto di riqualificazione ambientale e culturale trasformando l'intero paese in un luogo di cultura internazionale. La Piazza Beuys, la Strada Harald Szeemann, La Casa di Lucrezia nel Palazzo Durini, la collezione privata, La Casa Della Musica, La Casa dell'Ospite, La Casa della Critica, La Casacielo, l'operazione Oltre il Museo in Difesa dell'Arte che investe l'intero centro storico con 12 Vetrine Notturne create da artisti internazionali, il Monumento Difesa della Natura con l'immagine di Beuys retro-illuminata e l'omonima scritta di 30 metri con la scultura I Quattro Punti Cardinali all'ingresso del paese, il Portale della chiesetta di Santa Maria Entroterra, già Cappella Durini, le Biennali del Free International Forum, l'Ipogeo «Il luogo della Natura». In questo contesto viene promosso il Fourth Free International Forum che prevede l'intervento di artisti e critici da tutto il mondo e performance nel borgo abruzzese.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti