Il mercato riparte dal portiere Pelizzoli

Basta inchieste, calcio scommesse, presunte combine. Il Genoa prova a guardare avanti perchè aspettare la sentenza della giustizia sportiva sulle presunte combine in Genoa-Venezia e Piacenza-Genoa potrebbe rappresentare un forte rischio per il mercato. Si andrebbe infatti a metà luglio e a quel punto sarebbe tardi per plasmare l’organico per il campionato che si appresta ad affrontare la squadra di Guidolin. Il nuovo allenatore infatti c’è e adesso si deve decidere chi tenere per la prossima stagione e su chi puntare per una serie A da protagonisti. Così mentre a Roma continuano gli interrogatori, a Genova, in sede, si lavora per il nuovo Grifone. E si parte, ovviamente, dal portiere: oggi un doppio incontro tra il dg Stefano Capozucca sancirà chi sarà il nuovo numero uno che difenderà la porta del Genoa. I nomi si sono ridotti a due: il secondo del Milan Abbiati, che ha già fatto sapere di voler cambiare aria, mentre il candidato più probabile è Pelizzoli, che ha già dichiarato la sua disponibilità a trasferirsi al Genoa. Ha detto «no» invece l’ex sampdoriano Matteo Sereni che ha preferito prendere tempo per vedere l’evolversi dell’inchiesta romana. Ma tempo non ce n’è perchè il Genoa vuole iniziare prima possibile il calcio mercato, come ha confermato anche il suo presidente Enrico Preziosi: «Sono venuto qui per fare affari e rinforzare la mia squadra. Comunque non prenderemo giocatori rimediati nel mercato dei poveri».

Commenti