I GIORNI DEL MOBILE

Tutto l'appartamento o solo una camera in subaffitto. Location per quegli espositori ritardatari, ancora a caccia di un interno cortile per la mostra di design. Ma anche offerte di lavoro last minute: dall'interprete al cameraman che si propongono per un'occupazione a termine, da oggi a domenica. La settimana del design è anche un'occasione di business per i milanesi. Una prova sono il boom di annunci di case o stanze in affitto solo per la durata della manifestazione sui siti specializzati: da Subito.it a Airbnb.it a Kijiji.it, con prezzi che fino a una settimana fa erano poco sotto gli hotel (anche 300 euro a notte per un bilocale in zona semicentrale) e sono diventati più economici alla vigilia della Design Week. Proprio Kijiji, sito di annunci gratuiti locali, ha analizzato il fenomeno registrando un più 42 per cento di alloggi in offerta per i turisti o gli operatori in arrivo a Milano per il Salone, oltre 900 annunci attivi. Qualche esempio? Quasi tutto esaurito a casa di una milanese in zona Navigli, a 15 minuti a piedi dal Duomo, con autobus e tram sotto casa, ma dava ancora un'«ultima disponibilità» per tre giorni in «un'ampia stanza nel mio appartamento». Costo: cento euro a notte per due persone, settanta per una persona. Pacchetto all'inclusive, con tanto di «box auto disponibile nelle vicinanze» viene offerto da un altro in zona Porta Romana: con duecento euro a notte si può avere chiavi in mano un «quadrilocale con due bagni, due stanze matrimoniali, soggiorno con divano letto, cucina». C'è chi sottolinea la presenza di wi-fi, chi un contesto «very cool», chi altri optional: lavatrice, aria condizionata, la «ampia vasca da bagno» dove rilassarsi dopo una giornata a saltellare da Lambrate a zona Tortona. Basterà dare un occhiata ai negozi normalmente sfitti e ai cortili pieni di eventi ed esposizioni per capire al volo che l'affitto di spazi privati per la settimana del mobile è un business in crescita. Per chi era alla ricerca in extremis di una location, ancora ieri on line ce n'era per tutti i gusti e i prezzi. Un negozio con due vetrine in via Savona angolo via Stendhal «già adibito con lampade e faretti per illuminare le opere» era in «offerta last minute» al prezzo di 2mila euro «trattabile in base alle esigenze». E in tempi di crisi, con una lista lunga di disoccupati, non mancavano in questi giorni le offerte di interpreti, modelle, steward, promoter, camerieri pronti a farsi arruolare da oggi a domenica dai tanti espositori italiani e stranieri presenti con uno stand o un evento legato all'esposizione.
Annunci on line, ma anche il web si ingegna. Il più grande negozio online del mondo da ieri si è arricchito di eBay Design, una nuova sezione dedicata al design e all'arredamento lanciata (guarda caso) alla vigilia dell'appuntamento milanese. Ebay avrà anche un'installazione temporanea al Superstudio di via Tortona.

Commenti