Policlinico, quando la cura è un massaggio cinese

Niente farmaci. Contro il dolore cronico dei bimbi, i medici di anestesia insegnano la tecnica orientale del Neiong Tui Na

Policlinico, quando la cura è un massaggio cinese

I farmaci e i calmanti verranno ridotti al minimo. Ad alleviare il dolore cronico dei bambini ci penseranno i genitori. Con un massaggio cinese. A insegnare la tecnica orientale saranno i medici del Policlinico di Milano in occasione della Giornata del sollievo, sabato 18 maggio.
Raramente la medicina tradizionale si intreccia con quella cinese. E quando avviene, avviene semmai nello studio privato di un medico, quasi mai in un ospedale pubblico. Eppure ci si sta rendendo conto che per alleviare il dolore cronico le pratiche orientali sono assolutamente efficaci. A volte più di una terapia a base di farmaci. In un'aula della clinica De Marchi gli specialisti di Anestesia e rianimazione pediatrica terranno un corso teorico pratico sulla tecnica del massaggio Neiong Tui Na. Si tratta di un complesso di oltre settecento tecniche di massaggio e può essere utilizzato singolarmente o venire associato ad altre terapie occidentali ad ogni età ed in ogni fase del trattamento.
Si tratta di un'idea del tutto nuova rispetto al concetto tradizionale di «sollievo» dal dolore, in particolare in ambito pediatrico. Attraverso le tecniche del massaggio, i genitori in particolar modo, ma anche gli assistenti sociali e in generale tutti gli operatori sanitari, possono entrare in contatto con il dolore del proprio figlio e apportare un effetto benefico, dato dal contatto con il corpo arricchito dalla profonda relazione tra le due parti.

Commenti