Sesto, lezione al buonista Sala: pugno duro per ripulire la città

A Sesto San Giovanni il sindaco, Roberto Di Stefano, ha raddoppiato i controlli in ambito sicurezza. Guerra a commercio abusivo e pattugliamento dei luoghi sensibili. E intanto a Milano continua il far west

Sesto, lezione al buonista Sala: pugno duro per ripulire la città

Pattugliamento dei luoghi sensibili, multe a gogo, guerra al commercio abusivo e ai bivacchi. Il pugno duro del sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, ha un obiettivo ben preciso. E si chiama sicurezza e decoro urbano. Due condizioni che non sembrano invece nella lista delle priorità del primo cittadino di Milano, Beppe Sala. E così, mentre nel Comune limitrofo sfilano i controlli delle forze dell'ordine - solo nella serata di sabato sono state emesse sanzioni per un totale di 6.591 euro e sono stati controllati 150 veicoli, identificate 300 persone e 688 sono stati i veicoli processati con targa system - nel capoluogo lombardo va in scena l'ennesimo episodio da far west. E il teatro è ancora una volta la stazione Centrale, dove il degrado è sotto gli occhi di tutti. Qui, lunedì scorso due donne sono state aggredite da una serba, che avrebbe colpito una delle vittime con una chiave inglese. Una delle persone aggredite è rimasta a terra, sanguinante, soccorsa da una guardia giurata, mentre l'altra è corsa a chiedere aiuto agli uffici della Polfer, al binario 21. Solo l'ultimo episodio in una zona della città ormai fuori controllo. A settembre, infatti, un immigrato di 23 anni ha colpito alla gola con delle forbici un militare. Per non parlare poi dei borseggi ai danni dei turisti che sono ormai all'ordine del giorno.

"Mi auguro che il sindaco Sala, a Milano, voglia prendere spunto da noi visti i buoni frutti raccolti sul campo in tutta la Città metropolitana", chiosa Di Stefano. "Sabato sera la nostra Polizia Locale, nell’ambito dell’operazione Smart coordinata dalla Regione Lombardia, ha effettuato una serie di controlli nei mezzanini della M1 e alla stazione ferroviaria operando un sequestro di borse e cinture contraffatte - spiega il sindaco di Sesto - Il commercio abusivo è una piaga da sanare in ogni modo perché va a inficiare il lavoro dei tantissimi commercianti onesti e regolare".

Solo nella serata di sabato, oltre a multe e controlli, sono stati eseguiti anche 4 allontanamenti daspo per bivacchi ( e solo un mese fa si era raggiunta quota 600 daspo nel Comune). Inoltre, un centro massaggi è stato multato per mancato rispetto dell’orario e una persona è stata denunciata a piede libero per ubriachezza molesta. "Queste operazioni – conclude Di Stefano – sono importantissime per tutelare il decoro della città e garantire sicurezza ai cittadini. Ringrazio Regione Lombardia e l’assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato, per le risorse impegnate nelle operazioni Smart", chiude Di Stefano.

Autore

Commenti

Caricamento...